CIV: vittorie in Gara 1 al Mugello di Kallio, Coletti, Morbidelli e Dionisi

CIV: vittorie in Gara 1 al Mugello di Kallio, Coletti, Morbidelli e Dionisi

Commenta per primo!

Quattro gare avvincenti e dall’alto tasso di spettacolarità sono andate in scena sabato 21 settembre all’Autodromo Internazionale del Mugello per il conclusivo “doppio” round del Campionato Italiano Velocità con i successi di Mika Kallio (Superbike), Michael Coletti (Moto3), Franco Morbidelli (Superstock 600) e Ilario Dionisi (Supersport), assegnando i primi due titoli italiani 2013 a Eddi La Marra (Campione CIV Superbike) e Stefano Cruciani (in trionfo nel CIV Supersport). Superbike: vittoria di Mika Kallio, Eddi La Marra Campione La “top class” del Campionato Italiano Velocità ha aperto il programma di attività della giornata del sabato con due significativi verdetti: Mika Kallio, trascorsi in MotoGP ed attuale protagonista della Moto2, conquista la vittoria all’esordio con la BMW HP4 del Thevent Racing Team, ma complice il terzo posto di Leandro Mercado il capoclassifica Eddi La Marra, assente giustificato per il grave incidente dello scorso 27 agosto a Misano Adriatico, si laurea Campione italiano Superbike con una gara d’anticipo. Artefice di un sensazionale 2013 con sei vittorie (consecutive) e due secondi posti conseguiti in otto gare disputate, il portacolori del Barni Racing Team conquista il suo primo titolo italiano in carriera, nella speranza di rivederlo al più presto in sella alla propria Ducati 1199 Panigale R. Senza Eddi La Marra, Gara 1 al Mugello ha visto in Mika Kallio un vero e proprio mattatore. Convocato dal Thevent Racing Team di Michael Bartholemy (suo team manager in Moto2 sotto le insegne del Marc VDS Racing Team) per sostituire Sebastien Gimbert impegnato nello stesso fine settimana a Le Mans per la 24 ore Endurance con BMW Motorrad France, il pilota finlandese ha subito lasciato il segno all’esordio in Superbike. Con una BMW HP4 gommata Michelin provata in precedenza soltanto per un breve test a Nogaro, l’ex contendente al titolo mondiale 125cc e 250cc nella mattinata del sabato ha fatto sua la pole position con il nuovo primato della pista in 1’51″869, dominando la scena in gara tanto da transitare sul traguardo con oltre 4″ di vantaggio, lasciando la testa della contesa soltanto all’avvio al suo ex-compagno di squadra in Ducati Pramac nella MotoGP 2009, Niccolò Canepa. Vittoria da assoluto dominatore per Kallio, torna sul podio un due volte Campione del Mondo tra 125 e 250cc come Manuel Poggiali, secondo con la Ducati 1199 Panigale R Michelin del Team Grandi Corse, per un risultato che gli mancava da 9 anni: l’ultimo nel 2004 in 250cc a Phillip Island con la Aprilia RSW 250 ufficiale. Il sammarinese completa così la doppietta Michelin a precedere Leandro Mercado, terzo e costretto ad abbandonare i sogni di vittoria in campionato, seguito dalle due Ducati Barni di Ivan Goi (4°) e Niccolò Canepa, 5° in sostituzione di Eddi La Marra e prossimamente impegnato a Laguna Seca nel Mondiale Superbike con il Team Ducati Alstare. Nella volata per il podio non è mancato nemmeno Michele Magnoni, 6° con la BMW del GM Racing by Tutapista e reduce da un test a Misano con la Ioda-Suter-BMW CRT, più distanziati nell’ordine Christoffer Bergman (BWG Racing Kawasaki, 7°), Alessio Velini (BMW S1000RR del team Speed Action, 8°), Fabio Massei (BMW HP4 dell’Asia Competition, 9°) con l’idolo di casa Lorenzo Alfonsi a completare la top ten con la BMW S1000RR del Team 2R Antonellini. Campionato Italiano Superbike 2013 Autodromo Internazionale del Mugello, Classifica Gara 1 01- Mika Kallio – Thevent Racing Team – BMW S1000RR – 14 giri in 26’20.108 02- Manuel Poggiali – Grandi Corse – Ducati 1199 Panigale R – + 4.308 03- Leandro Mercado – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 11.790 04- Ivan Goi – Barni Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 12.338 05- Niccolò Canepa – Barni Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 12.445 06- Michele Magnoni – GM Racing by Tutapista – BMW S1000RR – + 12.862 07- Christoffer Bergman – BWG Racing Kawasaki Italia – Kawasaki ZX-10R – + 22.292 08- Alessio Velini – Speed Action – BMW S1000RR – + 24.840 09- Fabio Massei – Asia Competition – BMW S1000RR – + 24.840 10- Lorenzo Alfonsi – Team 2R Antonellini – BMW S1000RR – + 32.812 11- Alessandro Andreozzi – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 32.878 12- Alessio Corradi – Nuova M2 Racing – Aprilia RSV4 – + 33.240 13- Remo Castellarin – AS Cast 16 Corse – BMW S1000RR – + 33.331 14- Fabrizio Lai – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 34.368 15- Luca Conforti – DMR Racing – BMW S1000RR – + 37.252 16- Pietro Maglioni – GM Racing by Tutapista – BMW S1000RR – + 40.498 17- Kevin Calia – Barni Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 40.584 18- Enrico Pasini – Braghi Corse – BMW S1000RR – + 46.395 19- Francesco Ciacci – Team NB Racing Technology – BMW S1000RR – + 54.750 20- Andrea Di Vora – Di Vora Racing Team – BMW S1000RR – + 54.753 21- Raffaele Vargas – Nuova M2 Racing – Aprilia RSV4 – + 55.240 22- Matteo Gabrielli – Team Gabrielli – Aprilia RSV4 – + 57.218 23- Denni Schiavoni – F&C Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1’02.233 24- Alessandro Filippini – Tecno Team – BMW S1000RR – + 1’02.385 25- Giovanni Baggi – Nuova M2 Racing – Aprilia RSV4 – + 1’02.833 26- Davide Caselli – Braghi Corse – BMW S1000RR – + 1’19.839 27- Federico Dittadi – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 1’37.691 28- Damien Berclaz – Berclaz Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1’38.012 29- Stefano Pedrini – Space Bike – Kawasaki ZX-10R – + 1’48.939 30- Andrea Visentin – Asia Competition – BMW S1000RR – a 1 giro Incredibile volata nella classe Moto3Moto3: Michael Coletti vince in una volata pazzesca, 6 piloti in 49 millesimi! Senza dubbio la più spettacolare corsa della giornata. Gara 1 del CIV Moto3 all’Autodromo Internazionale del Mugello ha prodotto una sensazionale volata con 6 giovani “Talenti Azzurri” racchiusi in 49 millesimi (!), con i primi 9 (!!) transitati sul traguardo racchiusi esattamente in 0″865. Incredibile finale di una contesa che ha riservato una serie innumerevoli di sorpassi e la vittoria finale di Michael Coletti, al primo centro in carriera nel Campionato Italiano Velocità con la Honda NSF250R del Team Minimoto Portomaggiore, “beffando” all’esposizione della bandiera a scacchi dopo 11, combattutissimi ed emozionanti giri il Campione PreGP 250 in carica Fabio Di Giannantonio, secondo a soli 4/1000 (!) con la nuovissima Oral CR014A1 schierata dall’Oral Cruciani Racing Team. A completare il podio a 19/1000 dal vincitore chiude Stefano Valtulini (Honda NSF250R del Five Racing AX52), togliendo punti preziosi al poleman Luca Marini, quarto sul traguardo (a 0″034) con la FTR Honda del Twelve Racing, recuperando nei confronti del capoclassifica Andrea Locatelli (6° con la propria Mahindra a completare la top-6 racchiusa in 0″049) soltanto 3 punticini. In Gara 2 il pilota bergamasco si presenterà pertanto con 20 lunghezze di vantaggio nei confronti del rivale marchigiano, potendo accontentarsi di conseguenza di un modesto undicesimo posto per laurearsi Campione italiano Moto3 2013. Cercheranno invece di chiuder al meglio la stagione altri piloti protagonisti della “super volata” finale come Michael Ruben Rinaldi (5° con la seconda Mahindra MGP3O ufficiale), il Campione 125 GP in carica Lorenzo Dalla Porta (7° con l’altra Oral CR014A1) e Stefano Manzi, ottavo dopo un sensazionale weekend nella Red Bull MotoGP Rookies Cup a Misano Adriatico. Campionato Italiano Moto3 2013 Autodromo Internazionale del Mugello, Classifica Gara 1 01- Michael Coletti – Team Minimoto – Honda NSF250R – 11 giri in 22’24.518 02- Fabio Di Giannantonio – Oral Cruciani Racing Team – Oral CR014A1 – + 0.004 03- Stefano Valtulini – Five Racing AX52 – Honda NSF250R – + 0.019 04- Luca Marini – Twelve Racing – FTR Honda M312 – + 0.034 05- Michael Ruben Rinaldi – Mahindra Racing – Mahindra MGP3O – + 0.048 06- Andrea Locatelli – Mahindra Racing – Mahindra MGP3O – + 0.049 07- Lorenzo Dalla Porta – Oral Cruciani Racing Team – Oral CR014A1 – + 0.256 08- Stefano Manzi – Twelve Racing – FTR Honda M312 – + 0.275 09- Simone Mazzola – Publisport CBC – FTR Honda M312 – + 0.865 10- Lorenzo Petrarca – Delta Racing – Honda NSF250R – + 8.208 11- Enea Bastianini – Elle2 Ciatti – Honda NSF250R – + 8.256 12- Nicodemo Matturro – Delta Racing – Honda NSF250R – + 23.691 13- Christophe Arciero – ARC – Suter Honda MMX3 – + 23.769 14- Alessio Cappella – Publisport CBC – Honda NSF250R – + 23.797 15- Federico Fuligni – Elle2 Ciatti – FTR Honda M312 – + 48.841 16- Luca Savio – Baina Racing by Martelli Motor’s – Honda NSF250R – + 1’26.129 Morbidelli su Oppedisano al photofinishSuperstock 600: Franco Morbidelli da wild card in volata su Oppedisano Presentatosi per il secondo round consecutivo ai nastri di partenza del Campionato Italiano Velocità come wild card in qualità di capoclassifica dell’Europeo di categoria e recentemente impegnato nel mondiale Moto2 a Misano con il team Gresini (21° sul traguardo), Franco Morbidelli al Mugello ha conquistato la vittoria di Gara 1 del CIV Superstock 600 battendo soltanto in volata per 23/1000 Luca Oppedisano, presentatosi all’uscita della “Bucine” in testa con la Kawasaki ZX-6R del DMR Racing Team, ma “beffato” al photofinish per una manciata di millesimi. Per il “Morbido” si tratta della quinta affermazione in carriera nella serie tricolore under-25 (la seconda stagione dopo Imola), tenendo alti i colori del San Carlo Team Italia dopo l’uscita di scena del proprio compagno di squadra Alessandro Nocco, poleman (con uno spaziale 1’54″805, primo ed unico con una STK600 a scendere sotto il muro dell’1’55”) e protagonista di una scivolata a due giri dal termine. A completare il podio ha concluso terzo Stefano Casalotti (Yamaha R6 del VFT Racing) seguito da Federico Monti (passato alla Honda CBR 600RR del Monaco Racing Team), Mattia Cassani (Yamaha R6 del Team Pa.Sa.Ma. Rayo) e Luca Vitali (6° con la Suzuki GSX-R 600 del Team Suriano), mentre per quanto concerne la corsa al titolo italiano Andrea Tucci (8°) può ora vantare un margine di 9 lunghezze nei confronti di Nicola Morrentino, settimo all’esposizione della bandiera a scacchi. Campionato Italiano Superstock 600 2013 Autodromo Internazionale del Mugello, Classifica Gara 1 01- Franco Morbidelli – San Carlo Team Italia – Kawasaki ZX-6R – 11 giri in 21’26.374 02- Luca Oppedisano – DMR Racing Team – Kawasaki ZX-6R – + 0.023 03- Stefano Casalotti – VFT Racing – Yamaha YZF R6 – + 9.282 04- Federico Monti – Monaco Racing Team – Honda CBR 600RR – + 9.286 05- Mattia Cassani – Team Pa.Sa.Ma. Rayo – Yamaha YZF R6 – + 10.347 06- Luca Vitali – Team Suriano by Falaschi – Suzuki GSX-R 600 – + 10.374 07- Nicola Morrentino – Mottini Corse – Yamaha YZF R6 – + 10.413 08- Andrea Tucci – Tucci Racing – Honda CBR 600RR – + 11.943 09- Roberto Mercandelli – Team Rosso e Nero – Yamaha YZF R6 – + 12.956 10- Andrea Mantovani – Moto Club Conselice – Yamaha YZF R6 – + 16.276 11- Massimiliano Spedale – Gradara Corse Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 30.033 12- Filippo Benini – GAS Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 30.180 13- Daniele Aloisi – Speed Action – Yamaha YZF R6 – + 30.190 14- Luigi Brignoli – Byrt by Extreme Racing – Yamaha YZF R6 – + 33.979 15- Andrea Bolognesi – GAS Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 40.636 16- Gennaro Romano – Bike Center – Yamaha YZF R6 – + 41.301 17- Riccardo Mori – Team Punto Moto Corse – MV Agusta F3 675 – + 41.363 18- Lorenzo Cintio – Team Pa.Sa.Ma. Rayo – Yamaha YZF R6 – + 41.881 19- Manuel D’Andrea – Ellan Vannin Motorsport – MV Agusta F3 675 – + 44.705 20- Vincenzo Lombardo – Galé 4 Racing – Kawasaki ZX-6R – + 46.267 21- Francesco Cavalli – Team Punto Moto Corse – MV Agusta F3 675 – + 50.698 22- Rebecca Bianchi – Clinica della Moto CDM RS – Yamaha YZF R6 – + 52.972 23- Stefano Gambatesa – Team Rosso e Nero – Yamaha YZF R6 – + 56.465 24- Francesco Saverio Reale – DPS Moto – Yamaha YZF R6 – + 1’23.851 Supersport: Ilario Dionisi torna alla vittoria, Stefano Cruciani Campione Colpi di scena a ripetizione nella prima manche del CIV Supersport al Mugello. Mathew Scholtz, wild card d’eccezione con la Suzuki GSX-R 600 del Team Suriano, conquista la vittoria, ma in parco chiuso viene penalizzato di 20″ per un sorpasso in regime di bandiere gialle consegnando il trofeo del vincitore ad un “ritrovato” Ilario Dionisi, suo malgrado costretto a cedere la corona di Campione italiano a Stefano Cruciani, laureatosi #1 della stagione 2013 nonostante un problema tecnico riscontrato nella mattinata. Grande soddisfazione per il portacolori Puccetti Racing al secondo titolo nell’ultimo lustro (nel 2009 trionfo tra le Superstock 1000), torna alla vittoria invece Ilario Dionisi con la Honda CBR 600RR della Scuderia Improve per un podio completato da Mirko Giansanti (Puccetti Racing Kawasaki) e Fabio Menghi (Yamaha R6 del VFT Racing). Fuori dai giochi invece Riccardo Russo e, soprattutto, Marco Faccani, giunti al contatto all’avvio vanificando le residue chance di aggiudicarsi la tabella tricolore dell’alfiere Honda Italia. Campionato Italiano Supersport 2013 Autodromo Internazionale del Mugello, Classifica Gara 1 01- Ilario Dionisi – Scuderia Improve – Honda CBR 600RR – 14 giri in 27’07.497 02- Mirko Giansanti – Puccetti Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-6R – + 0.709 03- Fabio Menghi – VFT Racing – Yamaha YZF R6 – + 9.538 04- Olmo Spigariol – Team Velocisti – Kawasaki ZX-6R – + 9.549 05- Gabriele Cottini – Scuderia Improve – Honda CBR 600RR – + 14.924 06- Mathew Scholtz – Team Suriano by Falaschi – Suzuki GSX-R 600 – + 19.843 07- Giuliano Gregorini – Team Rosso e Nero – Yamaha YZF R6 – + 27.615 08- Yuri Menchetti – Laguna Moto Racing – MV Agusta F3 675 – + 27.680 09- Alessandro Bonecchi – Team Bargy Design – Yamaha YZF R6 – + 41.579 10- Danilo Paoloni – Moto X Racing – Yamaha YZF R6 – + 59.208 11- Alessandro Moncigoli – Team Renna – Yamaha YZF R6 – + 1’40.455

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy