CIV: Pagliani, Goi, Caricasulo, Arbolino e Nepa Campioni italiani 2014

CIV: Pagliani, Goi, Caricasulo, Arbolino e Nepa Campioni italiani 2014

Commenta per primo!

Accanto a Tony Arbolino (PreMoto3 125cc 2 tempi) e Stefano Nepa (PreMoto3 250cc 4 tempi) in trionfo ieri con una gara d’anticipo, il decisivo round del Campionato Italiano Velocità disputatosi oggi all’Autodromo Internazionale del Mugello ha incoronato altri tre Campioni italiani 2014. Nella Moto3 vinta dalla wild card Gabriel Rodrigo è Manuel Pagliani (MT Racing Honda) ad ottenere questo prestigioso rinoscimento, Ivan Goi (Barni Racing Team) tra le Superbike in una contesa che ha premiato Leandro Mercado mentre nella Supersport è il 18enne Federico Caricasulo (Evan Bros S.M.A. Racing) a regolare due veterani del motociclismo tricolore come Massimo Roccoli (vincitore di gara) e Stefano Cruciani. Moto3: vince Gabriel Rodrigo, Manuel Pagliani Campione 2014 Da wild card Gabriel Rodrigo conquista in volata per una manciata di millesimi la vittoria a scapito di Alessandro Delbianco (2° a 0″067) ed Anthony Groppi (3° a 0″086), ma domenica 19 ottobre è il gran giorno di Manuel Pagliani, quarto all’esposizione della bandiera a scacchi di Gara 2 al Mugello e Campione italiano Moto3 2014. Il talentuoso pilota di Camposampiero, già stella delle MiniGP e tra i grandi protagonisti nell’ultimo biennio della Red Bull MotoGP Rookies Cup, ha gestito al meglio la FTR Honda M313 #96 del MT Racing negli undici giri di gara controllando Marco Bezzecchi, il suo più diretto avversario nella corsa al titolo. Mentre Rodrigo, autore di uno ‘scatto da centometrista’ allo start, si vedeva raggiunto da un determinatissimo Groppi, Pagliani al quinto giro è stato in grado di sferrare l’attacco a Bezzecchi riuscendo, da quel momento in avanti, a star sempre davanti al suo rivale nella caccia al ‘casco tricolore’. Senza correr rischi inutili ‘Paglia’ si è così assicurato il primo titolo italiano della carriera in una stagione vissuta sempre all’attacco ma, ad oggi, non sufficiente per garantirsi un meritatissimo posto nel Motomondiale. La gioia di un raggiante Pagliani si contrappone al legittimo disappunto di Marco Bezzecchi (5° e ‘runner-up’ del campionato) e Lorenzo Dalla Porta, pur sempre 7° in gara e terzo nella generale al primo anno del progetto Peugeot Scooters Italia con la sperimentale 250 GP preparata su base telaistica FTR e spinta dal propulsore Oral Engineering. Al di fuori della corsa al titolo tricolore, da wild card dopo il doppio-podio di Misano e l’amaro epilogo di Gara 1 l’iberico-argentino Gabriel Rodrigo, wild card d’eccezione per preparare l’impegno a tempo pieno nel Mondiale 2014 sempre con il RBA Racing Team di Aleix Espargaro (pilota Forward Racing in MotoGP), ha conquistato la vittoria con un ‘colpo di reni’ all’uscita della ‘Bucine’ sfruttando ogni cavallo della propria KTM RC 250 R a scapito di un Alessandro Delbianco da applausi (2°, due podi nel weekend all’esordio con la FTR motorizzata TM Racing) ed un altrettanto convincente Anthony Groppi, terzo dopo lo sfortunato epilogo di Gara 1 su FTR Honda di Pos Corse. Come nella prima manche, anche nella seconda non sono mancate due rimonte da incorniciare: da 36° in griglia a 9° sul traguardo Stefano Valtulini (FTR Honda M313 del Five Racing AX52), per non parlare del vincitore di Gara 1 Fabio Di Giannantonio, scattato dalla pit-lane per un problema alla frizione mostrandosi il pilota più veloce in pista fino al sesto posto finale. Da segnalare infine l’ottavo posto di Michael Coletti mentre Simone Mazzola, alla vigilia di questo evento in lizza per il titolo, ha concluso 11°. Campionato Italiano Velocità 2014 CIV Moto3 Autodromo Internazionale del Mugello, Classifica 2 01- Gabriel Rodrigo – RBA Racing Team – KTM RC 250 R – 11 giri in 22’20.393 02- Alessandro Delbianco – TM Racing – FTR KTM – + 0.067 03- Anthony Groppi – Pos Corse – FTR Honda M313 – + 0.086 04- Manuel Pagliani – MT Racing Honda – FTR Honda M313 – + 1.115 05- Marco Bezzecchi – Team Minimoto Portomaggiore – Honda NSF250R – + 3.414 06- Fabio Di Giannantonio – MT Racing Honda – FTR Honda M312 – + 8.827 07- Lorenzo Dalla Porta – Peugeot Oral FTR Team – Peugeot 250 GP – + 14.400 08- Michael Coletti – Team Minimoto Portomaggiore – Honda NSF250R – + 14.451 09- Stefano Valtulini – Five Racing AX52 – FTR Honda M313 – + 14.493 10- Lorenzo Petrarca – Elle2 Ciatti Racing – FTR Honda M313 – + 21.519 11- Simone Mazzola – MT Racing Honda – FTR Honda M313 – + 33.898 12- Nicodemo Matturro – Sic 58 Squadra Corse – FTR Honda M313 – + 38.418 13- Walter Sulis – Bike Center – FTR Honda M312 – + 38.481 14- Alessio Castelli – Twelve Racing – FTR Honda M312 – + 38.964 15- Lorenzo Gabellini – Delta Racing Team – Honda NSF250R – + 38.988 16- Gianluca Fedi – Pos Corse – TVR 250 01 – + 39.295 17- Alex Fabbri – Pos Corse – TVR 250 01 – + 45.739 18- Renald Castillon – Team RMS – Honda NSF250R – + 49.611 19- Riccardo Moretti – Kymco Oral – Kymco Oral KMT3 2014 – + 49.648 20- Manuel Bastianelli – Bastianelli Motors – Honda NSF250R – + 49.865 21- Avalon Biddle – Team Rumi – Rumi Moto3 – + 50.289 22- Antonio Aliberti – Five Racing AX52 – Honda NSF250R – + 1’17.914 23- Luca Savio – Baina Racing by Martelli Motor’s – Honda NSF250R – + 1’21.469 24- Cecilia Masoni – RMU Racing – RMU M3 – + 1’37.313 25- Filippo Fuligni – Elle2 Ciatti Racing – FTR Honda M312 – + 1’41.739 Superbike: trionfo da wild card di Leandro Mercado, Ivan Goi è Campione Il Campione Superstock 1000 FIM Cup 2014 Leandro Mercado conquista da wild card la vittoria di Gara 2 al Mugello, ma grazie al terzo posto Ivan Goi, sempre in sella ad una Ducati 1199 Panigale R del Barni Racing Team, si laurea Campione italiano Superbike 2014. Forte di un rassicurante vantaggio di 19 punti nei confronti di Matteo Baiocco, l’esperto pilota già due volte #1 della Superstock 1000 tricolore si è potuto accontentare di un piazzamento sul podio per celebrare la conquista del terzo titolo italiano della carriera nella giornata da sogno per la compagine di Marco Barnabò suggellata dalla perentoria affermazione di Leandro ‘Tati’ Mercado. Con il Barni Racing Team che si assicura la ‘doppietta’ Superstock 1000 FIM Cup (con Mercado) e CIV Superbike (con Goi), il due volte Campione italiano Superbike Matteo Baiocco con la Ducati 1199 Panigale R preparata dal Team Grandi Corse ha dato nuovamente prova del proprio valore rimontando dalla diciassettesima posizione in griglia al secondo posto finale proprio davanti a Goi, non sufficiente per rimediare al ‘doppio zero’ accusato ad Imola e risultato decisivo nella corsa al ‘casco tricolore’. Al di fuori del contesto-titolato, a sua volta da wild card Federico Sandi (BMW DMR Racing) si è prodotto in una brillante prestazione conclusasi con il quarto posto a precedere Gianluca Vizziello (BMW Moto X Racing) e Simone Saltarelli (Ducati L.R. Corse), mentre la lotta per la terza posizione nella generale ha premiato il giovane imolese Kevin Calia, decimo con la Aprilia RSV4 aPRC di Nuova M2 Racing preceduto da Alex Polita (BMW GM Racing), ma davanti proprio al ‘Pirata’ in classifica. Campionato Italiano Velocità 2014 CIV Superbike Autodromo Internazionale del Mugello, Classifica 2 01- Leandro Mercado – Barni Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – 14 giri in 26’29.901 02- Matteo Baiocco – Grandi Corse by A.P. Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 4.363 03- Ivan Goi – Barni Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 7.562 04- Federico Sandi – DMR Racing – BMW S1000RR – + 11.175 05- Gianluca Vizziello – Moto X Racing – BMW S1000RR – + 11.185 06- Simone Saltarelli – Team L.R. Corse – Ducati 1199 Panigale R – + 11.561 07- Matteo Gabrielli – Team Gabrielli – Aprilia RSV4 – + 11.561 08- Marco Muzio – DMR Racing – BMW S1000RR – + 23.459 09- Alex Polita – GM Racing – BMW S1000RR – + 23.461 10- Kevin Calia – Nuova M2 Racing – Aprilia RSV4 – + 23.756 11- Denni Schiavoni – 2R Racing by Antonellini – BMW S1000RR – + 23.897 12- Ivan Clementi – Nuova M2 Racing – Aprilia RSV4 – + 24.327 13- Ilario Dionisi – Scuderia Improve – Honda CBR 1000RR – + 24.771 14- Lorenzo Mauri – Motocorsa Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 27.153 15- Luca Conforti – DMR Racing – BMW S1000RR – + 27.878 16- Alessio Corradi – Black Flag Team – BMW S1000RR – + 30.851 17- Manuel Poggiali – Barni Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 44.588 18- Fabio Marchionni – Speed Action – BMW S1000RR – + 45.073 19- Daniel Sanca – SGM Racing Team – BMW S1000RR – + 50.912 20- Francesco Ciacci – Team NB Racing Technology – BMW S1000RR – + 50.948 21- Gareth Jones – Dunlop Motorsport – Kawasaki ZX-10R – + 56.935 22- Giovanni Baggi – Fullout Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’11.753 23- Rosario Gibaldi – BWG Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 1’19.047 Supersport: vittoria di Roccoli, a 18 anni Federico Caricasulo è Campione Soltanto alla sua seconda stagione in sella ad una 600cc 4 tempi, a 18 anni compiuti lo scorso mese di aprile, Federico Caricasulo si è laureato Campione italiano Supersport davanti a due ‘vecchie volpi’ del motociclismo tricolore come Massimo Roccoli (MV Agusta F3 675 del Laguna Moto Racing) ed il Campione uscente Stefano Cruciani (Puccetti Racing Kawasaki). Proprio questo trio di pretendenti al titolo di categoria ha monopolizzato la contesa regalando ai presenti quattordici giri tiratissimi vissuti col fiato sospeso. Vincitore ieri (verdetto deciso soltanto in tarda serata analizzando tutte le immagini foto-video a disposizione ed i dati dei transponder), Massimo Roccoli ha messo a segno un’esaltante doppietta, ma la festa è tutta per ‘Carica’, con la Honda CBR 600RR del Team Evan Bros e parte integrante del progetto ‘San Carlo Talenti Azzurri FMI’ laureatosi Campione per soli 6 punti in un 2014 che lo ha visto protagonista anche nell’Europeo Superstock 600 e, a Misano, al via del Mondiale Moto2. Con l’Italia delle due ruote che scopre una nuova stella, giù dal podio in una corsa che ha visto tante eccellenti uscite di scena (su tutti Diego Giugovaz e Luca Oppedisano mentre Michel Fabrizio non ha preso il via per un problema alla propria MV) ha portato a termine la gara in quarta posizione un convincente Gennaro Sabatino (Yamaha R6 – Team Sonic Pro Race) in volata su Ferruccio Lamborghini (MV Agusta F3 675 – BYRT Racing by Extreme), Kevin Manfredi (Honda CBR 600RR – Floramo Monaco Racing Team) e Davide Stirpe (Kawasaki ZX-6R – Scuderia Maran.ga Racing) con Nicola Morrentino (Yamaha R6 – Mottini Corse) e Alex Baldolini (Suzuki GSX-R 600 – Phoenix Racing Team) poco staccati. Campionato Italiano Velocità 2014 CIV Supersport Autodromo Internazionale del Mugello, Classifica 2 01- Massimo Roccoli – Laguna Moto Racing – MV Agusta F3 675 – 14 giri in 27’25.755 02- Stefano Cruciani – Puccetti Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-6R – + 0.109 03- Federico Caricasulo – Evan Bros S.M.A. Racing – Honda CBR 600RR – + 0.543 04- Gennaro Sabatino – Team Sonic Pro Race – Yamaha YZF R6 – + 4.438 05- Ferruccio Lamborghini – BYRT Racing by Extreme – MV Agusta F3 675 – + 4.453 06- Kevin Manfredi – Floramo Monaco Racing Team – Honda CBR 600RR – + 4.494 07- Davide Stirpe – Scuderia Maran.ga Racing – Kawasaki ZX-6R – + 4.883 08- Nicola Morrentino – Mottini Corse – Yamaha YZF R6 – + 5.323 09- Alex Baldolini – Phoenix Racing Team – Suzuki GSX-R 600 – + 5.323 10- Stefano Casalotti – Team Rosso e Nero – Yamaha YZF R6 – + 12.117 11- Agostino Santoro – Renzi Corse – Kawasaki ZX-6R – + 12.361 12- Gabriele Cottini – Scuderia Improve – Honda CBR 600RR – + 14.277 13- Andrea Bolognesi – Team Green Speed – Kawasaki ZX-6R – + 29.683 14- Mattia Gollini – Ghirlandina W e R Villa – Yamaha YZF R6 – + 32.531 15- Manuel Tatasciore – Ellan Vannin Motorsport – MV Agusta F3 675 – + 35.681 16- Federico Sanchioni – S2B Racing – Yamaha YZF R6 – + 35.738 17- Massimiliano Spedale – Gradara Corse PZ Racing – Yamaha YZF R6 – + 36.012 18- Andrea Boscoscuro – The Black Sheep Team – Yamaha YZF R6 – + 39.880 19- Alessio Tersiani – AG Motorsport Italia – Yamaha YZF R6 – + 47.349 20- Nicola Andolfatti – Kawasaki Mozzo Moto – Kawasaki ZX-6R – + 47.388 21- Giacomo Mariotti – Moto Club A Benz – Kawasaki ZX-6R – + 48.622 22- Alessandro Calgaro – Alex Team Italia – Honda CBR 600RR – + 53.915 23- Alex Radman – Rs Moto – Kawasaki ZX-6R – + 54.955 24- Francesco Cavalli – Team Sisal Punto Moto – MV Agusta F3 675 – + 55.147 25- Kenny Stefan Paita – Finon Club Racing Team – Suzuki GSX-R 600 – + 1’09.666 26- Lorenzo Cintio – Terra e Moto – Yamaha YZF R6 – + 1’19.804 27- Vincenzo Lombardo – Phoenix Racing Team – Suzuki GSX-R 600 – + 1’40.823 PreMoto3: Tony Arbolino (125cc 2 tempi) in volata su Dennis Foggia (250cc 4 tempi) Assegnati nella giornata di ieri i due titoli italiani a Tony Arbolino (125cc 2 tempi) e Stefano Nepa (250cc 4 tempi), la conclusiva gara del CIV PreMoto3 2014 all’Autodromo Internazionale del Mugello non ha mancato di riservare emozioni con ben otto giovani talenti del vivaio motociclistico tricolore di almeno 12 anni di età a confronto per la vittoria. Al culmine di una contesa tiratissima risoltasi soltanto (nel senso letterale del termine) al photofinish, il (bi) Campione Italiano della PreGP/PreMoto3 2 tempi Tony Arbolino con la Honda RS125GP preparata dalla Sic 58 Squadra Corse di Paolo Simoncelli si è assicurato l’ennesima vittoria per soli 54 millesimi a scapito di Dennis Foggia (RMU PM3 del VL Team), a sua volta in trionfo nella 250cc 4 tempi. Per il talentuoso pilota milanese un bel modo di congendarsi dalla categoria (previsto per il 2015 il passaggio alla Moto3 con già un test all’attivo con la FTR Honda della Sic 58 Squadra Corse proprio al Mugello), con la ottavo di litro che ha proiettato sul podio uno scatenato Edoardo Sintoni (con una privatissima RMU 2° di classe e 3° assoluto) e Kevin Sabatucci (Honda Sic 58 Squadra Corse) mentre con il quarto posto Celestino Vietti Ramus (RMU Racing) si è assicurato il terzo posto nella generale all’esordio nella PreMoto3 preceduto da Nicholas Spinelli (RMU VL Team). Passando alla 4 tempi, un determinatissimo Dennis Foggia ha centrato la vittoria davanti a Bruno Ieraci (RMU Racing) ed al Campione 2014 Stefano Nepa, a soli 12 anni (13 il prossimo mese di novembre) già con un prestigioso titolo italiano all’attivo. Campionato Italiano Velocità 2014 CIV PreMoto3 Autodromo Internazionale del Mugello, Classifica 2 01- Tony Arbolino – Sic 58 Squadra Corse – Honda RS125GP – 11 giri in 23’55.555 (125cc) 02- Dennis Foggia – VL Team – RMU PM3 250 – + 0.054 (250cc) 03- Edoardo Sintoni – Moto Club Ravenna – RMU PGP 125 – + 0.074 (125cc) 04- Kevin Sabatucci – Sic 58 Squadra Corse – Honda RS125GP – + 0.369 (125cc) 05- Celestino Vietti Ramus – RMU Racing – RMU PGP 125 – + 0.372 (125cc) 06- Kevin Zannoni – RMU Racing – RMU PGP 125 – + 0.375 (125cc) 07- Bruno Ieraci – RMU Racing – RMU PM3 250 – + 0.450 (250cc) 08- Stefano Nepa – DFC Racing Team – RMU PM3 250 – + 1.569 (250cc) 09- Jacopo Cretaro – Moto X Racing – MR 250 – + 7.826 (250cc) 10- Tommaso Marcon – Bike Center – Ioda TR001 – + 7.947 (250cc) 11- Nicholas Spinelli – VL Team – RMU PGP 125 – + 16.968 (125cc) 12- Alex Triglia – RMU Racing – RMU PGP 125 – + 18.137 (125cc) 13- Luca Bernardi – TeaminAction – RMU PGP 125 – + 18.249 (125cc) 14- Edoardo Negroni – Twelve Racing – Moriwaki MD250 – + 18.523 (250cc) 15- Marco Carusi – GRG Engineering – Metrakit PreGP 125 R – + 46.733 (125cc) 16- Simone Serinaldi – AMC Viterbo – Honda RS125GP – + 54.180 (125cc) 17- Leonardo Taccini – VL Team – RMU PGP 125 – + 54.455 (125cc) 18- Stefano Ferrante – RMU Racing – RMU PM3 250 – + 56.331 (250cc) 19- Salvatore Vargas – Moto Club Piccole Pesti – Honda RS125GP – + 1’35.468 (125cc) 20- Manolo Gargano – Monaco – Moriwaki MD250 – a 1 giro (250cc) 21- Nicola Settimo – 2WheelsPoliTO Racing Team – 2WheelsPoliTO DSC 250 F – a 1 giro (250cc) Servizio Fotografico: Mauro Mazzero

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy