CIV: Imola Gara 2, in trionfo Di Giannantonio, Tamburini, Caricasulo e Vietti Ramus

CIV: Imola Gara 2, in trionfo Di Giannantonio, Tamburini, Caricasulo e Vietti Ramus

Commenta per primo!

Giornata (caldissima) di gare del Campionato Italiano Velocità all’Autodromo Internazionale ‘Enzo e Dino Ferrari’ di Imola all’insegna di numerosi colpi di scena nelle quattro categorie al via. Nella classe Moto3 si è imposto Fabio Di Giannantonio, sempre più leader complice l’uscita di scena allo start di Marco Bezzecchi. Tutto ancora in gioco tra Superbike e Supersport che ha visto i successivi rispettivamente di Roberto Tamburini e Federico Caricasulo, mentre nella PreMoto3 Celestino Vietti Ramus, con un “doppio” round d’anticipo, si è laureato Campione Italiano della 250cc 4 tempi con Leonardo Taccini leader e vincitore della 2T. Moto3: Fabio Di Giannantonio vince e scappa via, fuori Bezzecchi Una corsa che potrebbe rappresentare il definitivo punto di svolta della stagione 2015. In Gara 2 del CIV Moto3 all’Autodromo Internazionale ‘Enzo e Dino Ferrari’ di Imola Fabio Di Giannantonio si assicura la vittoria e, complice l’uscita di scena al via di Marco Bezzecchi, mette una seria ipoteca verso la conquista del titolo italiano. Tutto, di fatto, si è deciso nei primi istanti di una contesa per il gran caldo accorciata nella propria distanza a sole 11 tornate del Santerno. Scattato dalla pole e determinato a ripetere la travolgente vittoria di Gara 1 con un passo inavvicinabile per chiunque, Bezzecchi ha scontato una partenza completamente da dimenticare ritrovandosi a centro gruppo all’ingresso della celebre “Variante del Tamburello”; proprio in questa circostanza Bruno Ieraci è finito a terra e, in seconda battuta, ha preso in pieno l’incolpevole pilota riminese, costretto pertanto a subire un pesante “zero” ai fini-campionato. Con il vice-Campione CIV Moto3 in carica fuori gioco, Fabio Di Giannantonio con la Honda NSF250RW del MTR Moto.GP Team ha gestito al meglio la situazione tenendo testa nella prima parte della corsa a Dennis Foggia e Anthony Groppi per poi, nel finale, scappar via e metter al sicuro la seconda vittoria 2015 dopo Gara 1 a Vallelunga, la terza in carriera nel CIV Moto3. Grazie a questa combinazione di risultati “Diggia”, il quale prosegue l’eccezionale stato di forma ribadito dal successo di Gara 2 al Sachsenring nella Red Bull MotoGP Rookies Cup, conduce con 27 lunghezze di vantaggio su Bezzecchi con più soltanto 50 punti in palio nelle restanti due gare del Mugello in programma il 10-11 ottobre prossimi. Se la stagione volge a favore del pilota capitolino, oggi ad Imola si sono meritati l’applauso di pubblico e addetti ai lavori Dennis Foggia (RMU MM3 ufficialmente schierata da RMU Racing) e Anthony Groppi (FTR Honda M313 del Pos Corse), artefici di un bel duello risoltosi nel finale a vantaggio dell’ex protagonista della PreGP/PreMoto3 tra Spagna ed Italia. Oltre a Bezzecchi, amaro epilogo del weekend per altri due attesi protagonisti della classe Moto3 come Alessandro Delbianco e Fabio Spiranelli, caduti quasi in simultanea alla Variante Bassa al termine del quarto giro: l’ex Campione Europeo Minimoto in ingresso per una scivolata, “Spira” in uscita complice un highside. Senza di loro si è prodotto in una brillante performance il giovanissimo Edoardo Sintoni, quarto assoluto con la FTR-TM sviluppata in forma diretta da TM Racing, così come Simone Mazzola, quinto al rientro con l’inedita Kymco Oral 250 GP nonostante un’escursione fuori pista al primo giro in piena Variante Villeneuve. Da segnalare nella top-10 la presenza di Filippo Fuligni (7°) e del trio della Sic 58 Squadra Corse di Paolo Simoncelli formata dal Campione SP 125 in carica Yari Montella (6°), Kevin Sabatucci (8°) e Tommaso Marcon, 9° a precedere Alessandro Torlaschi. Nell’Honda NSF250R Trophy promosso da E&E Organization vittoria di Luca Pasqualotto (Team Minimoto Portomaggiore) a precedere Matteo Ghidini (Flash Motor Racing Team) ed il sammarinese Andrea Zanotti (Zanotti Racing). Campionato Italiano Velocità 2015 CIV Moto3 Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola, Classifica Gara 2 01- Fabio Di Giannantonio – MTR Moto.GP Team – Honda NSF250RW – 11 giri in 22’13.826 02- Dennis Foggia – RMU Racing – RMU MM3 – + 2.155 03- Anthony Groppi – Pos Corse – FTR Honda M313 – + 2.721 04- Edoardo Sintoni – TM Racing Factory – TM Moto3 – + 8.544 05- Simone Mazzola – Kymo Oral Racing Team – Kymco Oral 250 GP – + 23.978 06- Yari Montella – Sic 58 Squadra Corse – FTR Honda M313 – + 24.610 07- Filippo Fuligni – MTR Moto.GP Team – Honda NSF250RW – + 28.691 08- Kevin Sabatucci – Sic 58 Squadra Corse – FTR Honda M313 – + 28.958 09- Tommaso Marcon – Sic 58 Squadra Corse – FTR Honda M313 – + 32.608 10- Alessandro Torlaschi – Pro Racing Team – Honda NSF250R – + 36.124 11- Lorenzo Gabellini – Kymco Oral Racing Team – Kymco Oral Evo 2014 – + 46.869 12- Luca Fabrizio – Five Racing Ciatti Team – Suter Honda MMX3 – + 53.895 13- Luca Pasqualotto – Team Minimoto Portomaggiore – Honda NSF250R – + 53.895 (NSF250R Trophy) 14- Matteo Ghidini – Flash Motor Racing Team – Honda NSF250R – + 56.388 (NSF250R Trophy) 15- Luca Savio – Libax3 Factory Racing – Libax3 – + 1’13.267 16- Andrea Zanotti – Zanotti Racing – Honda NSF250R – + 1’21.468 (NSF250R Trophy) 17- Stefano Ferrante – RMU Racing – Honda NSF250R – + 1’42.572 (NSF250R Trophy) 18- Andrea Raimondi – Lucky Racing Team – Honda NSF250R – + 1’59.962 (NSF250R Trophy) 19- Alessandro Tiveron – Renzi Corse – Honda NSF250R – a 1 giro (NSF250R Trophy) Roberto Tamburini vince tra le SuperbikeSuperbike: dominio Tamburini, Pirro ancora KO Poteva essere un weekend decisivo per l’assegnazione del titolo, ma nel CIV Superbike le due gare andate in scena ad Imola hanno completamente riaperto i giochi. Fuori gioco in Gara 1 per una scivolata, il capoclassifica di campionato Michele Pirro è nuovamente finito a terra nella seconda corsa in programma lasciando così ad Alessandro Andreozzi (3°) ed al dominatore Roberto Tamburini la possibilità di rifarsi sotto nella generale con più soltanto le due gare del Mugello da disputarsi. In difficoltà per tutto l’arco del weekend, il portacolori del Barni Racing Team in questa circostanza è partito bene (3°), ma alla conclusione del primo giro dovendo subire un sorpasso da Riccardo Russo (rivelazione del fine settimana) alla “Variante Bassa” è finito lungo lasciando in un sol colpo tre posizioni. Nel tentativo di recuperare il collaudatore Ducati MotoGP ha abbozzato un sorpasso su Sandi nella tornata seguente sempre allo stesso punto, ma con il risultato di ritrovarsi nuovamente a terra, evitato di un soffio da Perotti. Per Pirro un pesante “zero” ai fini campionato, ma grazie alle 5 vittorie sin qui maturate conserva la leadership seppur avvicinato a 21 lunghezze da Andreozzi (positivo 3°), a -23 da uno strepitoso Roberto Tamburini. Battuto in Gara 1 dall’idolo di casa Kevin Calia (oggi 2° da wild card con la Aprilia RSV4 RF di Nuova M2 Racing), nella seconda manche in programma il riminese ha monopolizzato la scena con la BMW S1000RR ottimamente preparata dal Team MotoxRacing aggiudicandosi la prima vittoria stagionale nel CIV Superbike, sufficiente per sperare in un riaggancio in classifica nonostante l’assenza del primo round (subentrò a Vizziello soltanto in occasione della tappa di Vallelunga). Con Tamburini e le due Aprilia condotte da Calia e Andreozzi sul podio, porta a termine l’esordio con la Yamaha R1 del G.M. Racing in 4° posizione un convincente Riccardo Russo, Campione italiano Superstock 600 2012 abitualmente impegnato nel Mondiale Supersport, trovatosi a meraviglia con moto, squadra e categoria. Il pilota campano, nonostante una serie di escursioni fuori-pista, ha così preceduto Federico Sandi (5°) e Luca Marconi, sesto in volata a scapito di Alex Polita (passato da Yamaha a BMW questo weekend con il 2R Racing) e di Fabrizio Perotti, ottavo in rimonta. Oltre a Pirro, fuori gioco in Gara 2 nuovamente Jeremy Guarnoni (al penultimo giro per un problema tecnico) ed il Campione in carica Ivan Goi, scivolato nel corso della nona delle tredici tornate previste. Campionato Italiano Velocità 2015 CIV Superbike Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola, Classifica Gara 2 01- Roberto Tamburini – Team MotoxRacing – BMW S1000RR – 13 giri in 23’47.740 02- Kevin Calia – Nuova M2 Racing – Aprilia RSV4 RF – + 6.390 03- Alessandro Andreozzi – Nuova M2 Racing – Aprilia RSV4 RF – + 19.409 04- Riccardo Russo – G.M. Racing – Yamaha YZF R1 – + 24.428 05- Federico Sandi – AP Racing Team – Ducati Panigale R – + 30.501 06- Luca Marconi – Team Trasimeno – Yamaha YZF R1 – + 35.981 07- Alex Polita – 2R Racing Antonellini – BMW S1000RR – + 36.190 08- Fabrizio Perotti – Tutapista Racing Team – BMW S1000RR – + 36.394 09- Lorenzo Mauri – Motocorsa Racing – Ducati Panigale R – + 38.213 10- Giovanni Baggi – Fullout Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – + 58.424 11- Alessio Corradi – DMR Racing Team – BMW S1000RR – + 1’03.187 12- Enrico Pasini – CDM RS – BMW S1000RR – + 1’03.385 13- Ricardo Saseta – MCS Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’21.683 14- Andrea Poggi – Team 88 Racing – BMW S1000RR – + 1’22.971 Supersport: doppietta di Caricasulo, Roccoli sempre più leader Non ci sono state particolari sorprese nella seconda gara in programma del CIV Supersport ad Imola. Al ritorno nel Campionato Italiano Velocità da wild card (e da Campione in carica), Federico Caricasulo ha messo a segno una superlativa doppietta in sella alla Honda CBR 600RR preparata da Evan Bros ed iscritta sotto le insegne del Pata Honda Junior Team. In trionfo ieri in una rocambolesca Gara 1, il talentuoso pilota ravennate si è ripetuto comandando la contesa dal primo all’ultimo giro eccezion fatta per un breve “scambio” di posizioni con Andrea Mantovani (successivamente costretto al ritiro per problema tecnico) alla terza delle tredici tornate previste. “Carica” è così il grande protagonista di Imola, al contempo ha di che gioire Massimo Roccoli, con il secondo posto in grado di rimediare allo “zero” subito ieri per problema tecnico, viaggiando spedito verso la conquista del quarto titolo italiano di categoria. Con la MV Agusta F3 675 del Laguna Moto Racing è stato in grado di precedere sul traguardo un sempre più convincente Augusto Fernandez (17enne Campione European Junior Cup in carica, alla sua prima stagione tra le 600cc 4 tempi già sul podio nel CIV e poleman a Misano nell’Europeo Superstock 600), rafforzando ulteriormente la leadership di campionato a quota 131 punti contro di 102 di Roberto Mercandelli (5° oggi) ed i 100 di Marco Bussolotti (9°) con più soltanto le due gare del Mugello in programma il prossimo mese di ottobre. Tra gli attesi protagonisti il pluri-Campione in carica Stefano Cruciani (Puccetti Kawasaki) ha nuovamente concluso in quarta piazza mentre Diego Giugovaz, sul podio ieri in Gara 1, è sesto con la Honda CBR 600RR della Scuderia Improve. Campionato Italiano Velocità 2015 CIV Supersport Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola, Classifica Gara 2 01- Federico Caricasulo – Pata Honda Junior Team – Honda CBR 600RR – 13 giri in 24’56.670 02- Massimo Roccoli – Laguna Moto Racing – MV Agusta F3 675 – + 4.035 03- Augusto Fernandez – Pata Honda Junior Team – Honda CBR 600RR – + 4.069 04- Stefano Cruciani – Puccetti Racing Team – Kawasaki ZX-6R – + 7.658 05- Roberto Mercandelli – Team R.M 93 – Yamaha YZF R6 – + 8.165 06- Diego Giugovaz – Scuderia Improve Firenze Motor – Honda CBR 600RR – + 12.937 07- Gennaro Sabatino – Renzi Corse – Kawasaki ZX-6R – + 18.755 08- Ilario Dionisi – Ellan Vannin Motorsport – MV Agusta F3 675 – + 19.194 09- Marco Bussolotti – Team Velocisti – Kawasaki ZX-6R – + 19.381 10- Luigi Brignoli – Extreme Racing by Carraro – MV Agusta F3 675 – + 19.782 11- Stefano Casalotti – Team Rosso e Nero – Yamaha YZF R6 – + 25.041 12- Mattia Cassani – Laguna Moto Racing – MV Agusta F3 675 – + 26.282 13- Luigi Morciano – Ellan Vannin Motorsport – MV Agusta F3 675 – + 26.791 14- Samuele Cavalieri – Twelve Racing – Honda CBR 600RR – + 27.234 15- Andrea Bolognesi – Team Green Speed – Kawasaki ZX-6R – + 31.929 16- Lorenzo Favi – De.Do.Max Racing Team – MV Agusta F3 675 – + 34.058 17- Kevin Chili – Twelve Racing – Honda CBR 600RR – + 39.474 18- Luca Ottaviani – SRS Corse – Yamaha YZF R6 – + 44.647 19- Alex Radman – Rs Moto – Kawasaki ZX-6R – + 49.177 20- Lorenzo Cintio – Terra e Moto – Yamaha YZF R6 – + 56.764 21- Federico Boscolo – S.S. 309 Chioggia – Yamaha YZF R6 – + 59.930 22- Edoardo Mazzuoli – BR Corse – Kawasaki ZX-6R – + 1’15.265 23- Alessandro Calgaro – Alex Team Italia – Honda CBR 600RR – + 1’25.169 Celestino Vietti Ramus Campione 2015PreMoto3: Celestino Vietti Ramus Campione 2015 della 250cc 4 tempi Il primo Campione Italiano 2015 incoronato nel CIV non poteva che esser lui. Celestino Vietti Ramus, 13enne talentuoso pilota coassolese, con l’ennesima gara-capolavoro vissuta da assoluto dominatore si è assicurata la settima affermazione in otto gare e, con un (doppio) round d’anticipo, il titolo tricolore della classe 250cc 4 tempi. Già Campione Europeo Minimoto Junior A nel 2011, in trionfo nel Campionato Italiano MiniGP 50cc 2013, “Celin” con la RMU PM3 250 ufficialmente schierata da RMU Racing ha dato nuovamente prova del proprio valore per tutto l’arco della stagione dopo un positivo 2014 d’esordio nella PreMoto3 125cc 2 tempi, 3° giocandosi più volte la vittoria con piloti di ben altra esperienza nella serie. Passato quest’anno alle 4 tempi, una volta superato un infortunio rimediato nei test invernali CVR ha letteralmente dominato la scena, ancor più questo weekend ad Imola: di media 2″ più veloce a giro rispetto al gruppo, superiorità ribadita dai 22″ di vantaggio sul 2° in Gara 1, addirittura 24″ oggi dove è stato persino in grado di tenere un ritmo a tratti sul 2’06”. Celestino Vietti Ramus succede così nell’albo d’oro a Stefano Nepa (7° oggi e 4° tra le 4T), mentre resta tutto in gioco nella 2 tempi: grazie all’odierna vittoria di classe, Leonardo Taccini (Honda del VL Team gestito da Michel Fabrizio) si è portato a quota 142 punti contro i 120 di Alex Triglia (RMU Racing, 2°). Da segnalare il podio di classe 4T di Nicholas Spinelli e Kevin Zannoni, così come due sfortunati ritiri di grandi protagonisti del weekend: Simone Serinaldi (a terra al 1° giro dopo l’eccezionale vittoria di Gara 1 all’esordio con Sic 58 Squadra Corse) e Filippo Momesso, grande protagonista della 4T con la sperimentale 2WheelsPoliTO 2WP02 spinta dal propulsore KTM 250 SX-F, progettata e sviluppata da un gruppo di studenti del Politecnico di Torino. Campionato Italiano Velocità 2015 CIV PreMoto3 Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola, Classifica Gara 2 01- Celestino Vietti Ramus – RMU Racing – RMU PM3 250 – 11 giri in 23’23.250 (4T) 02- Leonardo Taccini – VL Team – Honda RS125GP – + 24.441 (2T) 03- Alex Triglia – RMU Racing – RMU PGP 125 – + 26.653 (2T) 04- Nicholas Spinelli – RMU Racing – RMU PM3 250 – + 27.413 (4T) 05- Kevin Zannoni – De.Do.Max Racing Team – RMU PM3 250 – + 30.812 (4T) 06- Riccardo Rossi – Sic 58 Squadra Corse – Honda RS125GP – + 32.116 (2T) 07- Stefano Nepa – Nepa Racing Team – RMU PM3 250 – + 33.419 (4T) 08- Manuel Mazzullo – Faber Racing Team – Honda RS125GP – + 38.585 (2T) 09- Matteo Bertè – Italia Riders Oscar Bellini – RMU PGP 125 – + 46.963 (2T) 10- Luca Bernardi – TeaminAction – RMU PGP 125 – + 47.125 (2T) 11- Benedetto Rasa – Nuovo MCR Pasolini – RMU PGP 125 – + 1’00.321 (2T) 12- Marco Carusi – Rossocromo Racing – Metrakit PreGP 125 R – + 1’02.557 (2T) 13- Andrea Longo – Reparto Corse Longo – Metrakit PreGP 125 R – + 1’17.317 (2T) 14- Simone Caccamo – Sesto Pista Racing – RMU PGP 125 – a 1 giro (2T) Per il Campionato Italiano Velocità prossimo appuntamento dal 9 all’11 ottobre all’Autodromo Internazionale del Mugello, ultimo “doppio round” 2015 con prevista anche la finalissima al “Mugellino” della Coppa FMI Junior Minimoto. Servizio Fotografico: Mauro Mazzero

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy