CIV: al Mugello scatta la stagione 2014

CIV: al Mugello scatta la stagione 2014

Quattro classi, oltre 100 piloti al via, il gradito ritorno della gloriosa Sport Production, due gare per ciascuna delle quattro categorie ogni fine settimana, tutto in diretta TV. All’Autodromo Internazionale del Mugello il CIV, Campionato Italiano Velocità, affronta il primo di cinque “doppi round” della stagione 2014 presentando diverse tematiche d’interesse tra Superbike, la rinnovata Supersport, Moto3 e l’inedita PreMoto3. Superbike: tanti pretendenti al titolo della “top class” Promossa a pieni voti la nuova formula introdotta lo scorso anno (regolamento Superstock 1000 con pneumatici slick da 17″), la “classe regina” del CI, per il primo “doppio round” 2014 in programma al Mugello presenta un’entry list di assoluto livello con ben 29 piloti pronti a confrontarsi nelle due gare in programma tra sabato e domenica. Senza il Campione in carica Eddi La Marra, mattatore della stagione 2013 e suo malgrado costretto ad uno stop forzato dalle competizioni, nel CIV Superbike regna un sostanziale equilibrio tra i valori in campo per quanto concerne i pretendenti alla “tabella tricolore”. In trionfo nel precedente quadriennio, il Barni Racing Team punta al “pokerissimo” in partnership con Ducati Corse e Michelin affidando le due 1199 Panigale R a Ivan Goi (già bi-Campione italiano Superstock 1000) e a Manuel Poggiali, Campione del Mondo 125cc (2001) e 250cc (2003), tornato lo scorso anno alle corse e pronto per una stagione da protagonista. Archiviata una parentesi nel British Superbike, torna a sua volta nel CIV un due volte Campione Italiano (2011 e 2012) come Matteo Baiocco, tuttora tester ufficiale Ducati Corse per il progetto Superbike, al via con una Panigale del Team Grandi Corse. “Baiox” è uno dei tanti piloti già presenti nell’albo d’oro del Campionato Italiano Velocità pronti a lottare per le posizioni di vertice. Qualche nome? Alex Polita (BMW S1000RR del GM Racing Guandalini), Ivan Clementi ed il Campione CIV Moto3 2012 Kevin Calia (Aprilia RSV4 – Nuova M2 Racing), Ilario Dionisi (dalla Supersport alla Superbike sempre con una Honda della Scuderia Improve), Gianluca Vizziello (BMW – Moto X Racing), Christoffer Bergman (BWG Racing Kawasaki), Fabrizio Perotti (BMW – Tutapista Racing Team), Federico Sandi (BMW – Asia Competition) senza scordarci di Alessio Corradi, Norino Brignola e Alessio Velini. Supersport: veterani e giovani leoni a confronto Con il chiaro intento di replicare il successo della rinnovata Superbike, anche la classe Supersport cambia radicalmente riprendendo appieno la regolamentazione Superstock 600, ma senza limiti di età per i partecipanti. Il CIV Supersport 2014 presenta alcune norme restrittive in merito al numero di propulsori per affrontare le 10 gare del calendario (3, 2 a weekend per le wild card), freni (consentito l’utilizzo di materiale after-market per i dischi freno e loro componenti, pur rispettando le misure in diametro del materiale omologato), radiatore (consentito l’adozione di un radiatore supplementare a condizione che le viste, anteriore, laterali e posteriore del motociclo non vengano alterate), acquisizione dati (consentito a condizione che la centralina di acquisizione non abbia altre funzioni oltre alla registrazione dei dati), con poche modifiche consentite in linea con la regolamentazione STK600. Previsto anche il “monogomma” Pirelli: all’anteriore la 120/70 R17 SC1, mentre al posteriore le scelte per la 180/60 R17 sono le mescole SC0 e la SC1. In caso di gara bagnata, i piloti avranno a disposizione le Diablo Rain: 120/70 R17 SCR1 all’anteriore e 190/60 R17 SCR1 al posteriore. In questa nuova “formula” si confronteranno così “veterani” della 600 Supersport ed i giovani talenti della Superstock 600. Con il #1, difenderà l’ennesimo titolo italiano conseguito in carriera Stefano Cruciani (Puccetti Racing Kawasaki) a confronto con altri ex-Campioni del CIV: il recordman proprio della classe Supersport Massimo Roccoli (su MV Agusta F3 675 del Laguna Moto Racing), Andrea Boscoscuro (già Campione STK600, al via con una R6 del Team The Black Ship) ed il rientrante Ferruccio Lamborghini (MV Agusta F3 675 del BYRT by Extreme Racing). Archiviata una pluriennale esperienza nel Motomondiale e Supersport, Alex Baldolini difenderà invece i colori del Phoenix Racing su Suzuki GSX-R 600 insieme a Giuliano Gregorini e Simone Pellegrini, attesi protagonisti insieme a tanti piloti di “scuola Stock 600”: Nicola Morrentino (riconfermato in Mottini Corse), Federico Monti (Honda Floramo Monaco Racing Team), Mattia Cassani (Yamaha Terra & Moto), Tommaso Lorenzetti (Yamaha Team Rosso e Nero) e Federico Caricasulo (Honda Evan Bros). Moto3: al via i Campioni di domani Al terzo anno di attività, il CIV Moto3 presenta uno schieramento senza precedenti con ben 27 giovani talenti del motociclismo italiano ai nastri di partenza e l’apporto di numerose case costruttrici con progetti inediti: Kymco Oral, Peugeot Scooters Italia, TM Racing, RMU e Rumi. A caccia della “tabella tricolore” di Andrea Locatelli (Campione 2013, promosso al Mondiale di categoria con il San Carlo Team Italia) una vasta schiera di legittimi pretendenti al titolo: protagonisti consolidati della “entry class” come Michael Coletti (riconfermato al Team Minimoto-Portomaggiore) e Stefano Valtulini (passato al Kymco Oral Cruciani Team in sella all’inedita Oral CR014A1), ma anche gli alfieri del MT Racing Honda Manuel Pagliani (in evidenza nella Red Bull MotoGP Rookies Cup), Simone Mazzola e l’esordiente Fabio Spiranelli con le FTR M313 ex-CBC Corse del Mondiale. Da seguire dopo un esaltante 2013 l’ex Campione Italiano PreGP 250 Fabio Di Giannantonio (Kymco Oral Cruciani Team) e l’ultimo Campione Italiano 125cc Lorenzo Dalla Porta, al via con l’inedito progetto Peugeot-Oral-FTR voluto da Peugeot Scooters Italia. A proposito di novità tecniche, ritorno in grande stile per la Rumi con due Moto3 affidate ad Alessandro Delbianco e la neozelandese Avalon Biddle, esordio assoluto invece per la RMU P M3 con la 16enne Cecilia Masoni. Sarà invece Matteo Romeo a portare al debutto la sperimentale FTR motorizzata TM, mentre il Sic 58 Squadra Corse di Paolo Simoncelli affiderà due FTR Honda M313 a Mattia Casadei e Nicodemo Matturro. Sempre “Powered by Honda” Lorenzo Petrarca e Filippo Fuligni (Elle2 Ciatti), Riccardo Rossi, Flavio Ferroni e Lorenzo Gabellini (Delta Racing) più Alessio Castelli, alfiere del Monlau Competición di Emilio Alzamora nel CEV Moto3 2013, al ritorno in madrepatria con una FTR Honda del Twelve Racing. PreMoto3: la grande novità 2014 Tra le classi propedeutiche di maggior successo nella penisola iberica, la PreMoto3 (ex-PreGP), dopo un biennio di “rodaggio” nella Coppa Italia con una media di 36 iscritti per evento ed il riuscito “esperimento” nell’ultimo round del CIV 2013 proprio al Mugello, è stata promossa al Campionato Italiano Velocità con i piloti delle due classi (125cc 2 tempi, 250cc 4 tempi) che si confronteranno in pista nelle consuete due gare tra sabato e domenica. Al Campionato Italiano PreMoto3 125 e 250 potranno prender parte i giovani “Talenti Azzurri” possessori delle licenze Junior e Miniyoung (con 13 anni compiuti), mentre su valutazione della Commissione Sportiva Nazionale potranno essere ammessi piloti con 13 anni da compiere durante il 2014 nati dal 1999 al 2001. Tra gli attesi protagonisti, nella PreMoto3 125 il team Sic 58 Squadra Corse di Paolo Simoncelli si è assicurato i primi due classificati della stagione 2013: il Campione in carica Tony Arbolino ed il “runner up” (vincitore ad Imola) Kevin Sabatucci, entrambi attesi al via in sella a due competitive Honda RS125GP vestite con i colori San Carlo. Legittimi pretendenti al titolo, i due piloti Sic 58 Squadra Corse dovranno confrontarsi con lo squadrone RMU Racing: con le P-GP 125 ufficiali esordiranno dalla MiniGP 50cc il Campione Italiano in carica (e vice-Campione Europeo 2013) Celestino Vietti Ramus, Kevin Zannoni (3° lo scorso anno) e Alex Triglia. Sempre su RMU, ma schiera dal VL Team, esordirà Nicholas Spinelli, mentre il Team Rossocromo Racing affiderà le proprie Metrakit a Giorgio Benfante, Matteo Bacci e Daniele Porretta. Passando alla PreMoto3 250 4 tempi, promosso al CEV Moto3 Nicolò Bulega (alfiere della VR46 Riders Academy) è caccia aperta ai talenti di domani: RMU Racing affiderà le proprie P-M3 a Bruno Palazzese Ieraci (3° lo scorso anno tra le PreGP 125, ammesso alla Red Bull MotoGP Rookies Cup 2014) e Stefano Ferrante. Sempre in sella ad una RMU, da seguire con interesse due “Talenti Azzurri”: Stefano Nepa (N.R.T. – Nepa Racing Team) e Dennis Foggia (VL Team), al ritorno in Italia dopo una positiva parentesi in Spagna nella MiniGP 80cc della RFME Copa de España de Velocidad, già vice-Campione Italiano MiniGP 50cc nel 2012. SP: torna la gloriosa Sport Production Una gradita novità per il CIV 2014. La Sport Production, classi 125cc 2 tempi (SP 125) e 250cc 4 tempi (SP 250), è stata promossa dalla Coppa Italia al programma del Campionato Italiano Velocità. La SP affiancherà così le altre quattro classi (Superbike, Supersport, Moto3, PreMoto3) al via, tre delle quali dichiaratamente designate come “palestra” per i giovani piloti. Il passaggio della Sport Production al CIV, possibile grazie ad una ristrutturazione dei trofei monomarca, non modifica il format iniziale che sarà sempre articolato su 5 round, con prove cronometrate al sabato e gara singola la domenica (al Mugello partenza alle 12:45 con 10 giri da percorrere). La Federazione Motociclistica Italiana e il Comitato Velocità puntano così a rilanciare la Sport Production quale classe propedeutica della specialità, grazie anche alla revisione dell’età minima richiesta, riportata agli originali 14 anni. National Trophy Accanto alle classi del CIV, confermato l’abbinamento con il National Trophy organizzato dal Moto Club Spoleto. Tra i trofei più importanti e apprezzati delle due ruote tricolori, il National Trophy 2014 presenta uno schieramento di partenza di ben 80 piloti equamente suddivisi tra le classi 600 Supersport e 1000 Superbike. Tra i piloti confermati al via, specialisti dei Trofei Monomarca (ma non solo) come Letizia Marchetti, Gianno Colazzo, Luca Del Canuto e Stefano Manieri, decisi a mantenere la “tabella rossa” riservata ai campioni in carica. Per il weekend del Mugello il semaforo verde delle due gare è previsto alle 10:45 (National Trophy 100 Superbike) e 11:25 (National Trophy 600 Supersport): tutte le informazioni, aggiornamenti e livetiming sul National Trophy 2014 sono disponibili sul sito ufficiale del Trofeo, www.nationaltrophy.it. Trofei E&E Honda Accanto al Campionato Italiano Velocità, quest’anno si affiancheranno i Trofei E&E Honda: NSF250R Trophy (integrata al CIV Moto3) e la CBR 600RR Cup. Promossi dalla E&E Organization, i Trofei Honda prevedono una quota d’iscrizione (3.450 € per la CBR 600RR Cup, 3.750 € per la NSF250R Trophy) che garantisce una fornitura di materiale e di servizi di uguale o maggior valore, e, in seguito all’iscrizione, non sono imposti acquisti obbligatori prima dell’inizio del Trofeo. Per quanto concerne l’NSF250R Trophy, si conferma lo standard del 2013 con 10 partenze inserite nella gara Moto3 del CIV. La quota di iscrizione di 3.750 € comprende l’iscrizione a tutte le gare, le prove libere del venerdì, due treni di pneumatici Pirelli, un kit di lubrificanti Castrol a gara, una catena Regina, un comando gas Domino ed un servizio fotografico Oliver per tutte le gare. Confermato il montepremi gara in denaro mentre sono previsti sconti e premi in materiale da parte di Arrow, Braking, Nissin, Pirelli, Vertex e Rewin. Passando alla CBR 600RR Cup, sono ammesse le moto a partire dal modello 2007 in poi. Nel “pacchetto” da 3.450 € sono inclusi l’iscrizione a tutte le gare (4 + 1 doppia per un controvalore di € 1.500,00), due treni di pneumatici Pirelli (€ 780,00), un kit lubrificanti Castrol a gara (€ 750,00/1000,00 tot.), un kit corone Sunstar (€ 100,00), una catena Regina (€ 150,00), un comando gas Domino (€ 100,00), una protezione leva freno Racing Bike (€ 100,00), un filtro aria Sprint Filter (€ 85,00) ed un servizio fotografico Oliver per ogni gara. Arrow, Bitubo, Braking, Cruciata, Pirelli, Racing Bike, Rewin e Termorace offrono sconti sull’acquisto e/o premi in materiale per chi utilizza in gara i loro prodotti. Il montepremi (in denaro e in materiale) raggiunge il valore complessivo di circa € 20.000 a categoria per le classi impegnate nel CIV. Programma, Orari, Diretta TV, Biglietti del 1°-2° Round al Mugello Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy