CIV Superstock 600 Misano Gara 2: storica vittoria di Vladimir Leonov

CIV Superstock 600 Misano Gara 2: storica vittoria di Vladimir Leonov

Commenta per primo!

Per la prima volta nella storia di un prestigioso campionato nazionale un pilota russo sale sul gradino più alto del podio. Trattasi di Vladimir Leonov, 24enne originario di Doneck (nei pressi di Mosca), in trionfo per la seconda gara del CIV Superstock 600 al Misano World Circuit grazie ad una sequenza di tornate veloci nelle battute finali della contesa, comprensivi del nuovo record del tracciato di 1’40″667, abbastanza per raggiungere e superare il fuggitivo Dino Lombardi. Prima vittoria nel CIV, la seconda a Misano dopo il trionfo nelle scorse settimane nella “Coppa dei 2 Paesi Italia-Russia” nell’ambito del World Superbike, Leonov ora presenta con pieno merito e titolo le proprie ambizioni di successo finale di campionato con la Yamaha R6 preparata dal Yakhnich Motorsport, facendo valere l’esperienza di un biennio trascorso nel Motomondiale tra 250 GP e Moto2.

Dopo il successo di Gara 1 non si è ripetuto Dino Lombardi, secondo, ma pur sempre detentore della “targa tricolore” con 78 punti, avvicinato ora proprio da Leonov a 55 punti contro i 52 di Luca Vitali, quarto sul traguardo in rimonta con la R6 del Forward Racing Junior Team. A completare il podio Riccardo Russo, protagonista nelle prime fasi della corsa, costretto successivamente ad accontentarsi della terza piazza con la Yamaha preparata dal Team Trasimeno con i colori del Team Italia FMI, aspettando tempi migliori.

Distanti 14″ dalla vetta si sono dati battaglia senza esclusione di colpi per la “medaglia di legno” Luca Vitali, il protagonista dell’AMA SuperSport Joey Pascarella (3° ieri, Elle2 Ciatti Racing) e Francesco Cocco (Martini Corse) con proprio il figlio d’arte ad avere la meglio limitando i danni in un week-end particolarmente difficile a Misano Adriatico. Bilancio in passivo anche per Giuliano Gregorini, soltanto 15° sul tracciato dove vinse la prova del campionato europeo, preceduto sul traguardo anche da Federico Monti, 7° davanti a Nicola Morrentino (Elle 2 Ciatti), Christian Gamarino (primo tra i piloti non-Yamaha con la Kawasaki GoEleven) e Federico Dittadi (Team Riviera FCC) 10° a completare la top-10. A terra Daniele Aloisi e Franco Morbidelli, punteranno al riscatto tra poco meno di un mese per la “doppia” del Mugello.

Cronaca di Gara

Allo spegnimento del semaforo è Russo ad avere lo spunto migliore, guadagna il comando delle operazioni su Lombardi, Leonov, Monti, Morbidelli, via via tutti gli altri con Alessia Polita sfortunatamente a terra alla prima variante per un contatto. La gara della Stock 600 propone subito l’esatta dimensione certificandone i valori in campo: Lombardi, Russo e Leonov in bagarre per il primato, più staccati Monti, Morbidelli, Cocco, Pascarella e Vitali in corsa per la “medaglia di legno”.

Le prime emozioni il terzetto di testa le riserva subito al secondo giro con Russo che rischia il “tamponamento” in pieno curvone su Lombardi, ma il buon portacolori del team Martini Corse riesce a mantenere la leadership e guadagnare qualche metro di vantaggio per riprender fiato. A terra al terzo giro Franco Morbidelli, tra i protagonisti del secondo gruppo capeggiato da Federico Monti con Francesco Cocco subito dietro.

Giunti al quarto giro Lombardi porta a 1″ il margine su Russo favorito da un significativo 1’41″046, replicato in 1’41″070 la tornata successiva. Davvero un martello il pilota di Benevento, perde un pò il treno Riccardo Russo che si vede passare in staccata della “Quercia” anche da Vladimir Leonov per la seconda posizione. Passando al secondo gruppetto, Joey Pascarella guadagna la quarta piazza ai danni di Francesco Cocco, ma in corsa per questo piazzamento ci sono anche Dittadi, Vitali, Monti, Gamarino, Aloisi e Morrentino.

Meno cinque alla bandiera a scacchi, a sorpresa Leonov ha recuperato lo svantaggio su Lombardi proponendo un duello per la vittoria inatteso soltanto pochi giri or sono. Il russo ex-Moto2 ferma i cronometri sull’1’40″667, nuovo record della pista, sfruttando questo momento favorevole riesce nel sorpasso alla staccata della “Quercia” e si porta al comando. Per il rush finale è così lotta aperta tra Leonov e Lombardi, Russo si mantiene in terza posizione a 5″, più staccati Vitali, Cocco e Pascarella non si risparmiano nel confronto per la quarta posizione; non c’è più invece Daniele Aloisi, caduto a tre tornate dalla bandiera a scacchi.

L’epilogo non riserva sorprese: Vladimir Leonov conquista la vittoria staccando Dino Lombardi (sempre più leader del campionato), Riccardo Russo sale sul terzo gradino del podio, a seguire Luca Vitali, Joey Pascarella, Francesco Cocco, Federico Monti, Nicola Morrentino, Christian Gamarino e Federico Dittadi a completare la top-10. In campionato Lombardi conduce ora con 78 punti contro i 55 di Leonov ed i 52 di Vitali aspettando la prossima tappa in calendario il 23 e 24 luglio per la “doppia” all’Autodromo Internazionale del Mugello.

Campionato Italiano Velocità Superstock 600 2011
Misano Adriatico, Classifica Gara 2

01- Vladimir Leonov – Yakhnich Motorsport – Yamaha YZF R6 – 13 giri in 22’01.078
02- Dino Lombardi – Martini Corse – Yamaha YZF R6 – + 3.814
03- Riccardo Russo – Team Trasimeno – Yamaha YZF R6 – + 10.851
04- Luca Vitali – Forward Racing Junior Team – Yamaha YZF R6 – + 14.178
05- Joey Pascarella – Elle2 Ciatti – Yamaha YZF R6 – + 14.375
06- Francesco Cocco – Martini Corse – Yamaha YZF R6 – + 14.558
07- Federico Monti – Fuori di Testa – Yamaha YZF R6 – + 15.086
08- Nicola Morrentino – Elle 2 Ciatti – Yamaha YZF R6 – + 15.506
09- Christian Gamarino – GoEleven – Kawasaki ZX-6R – + 17.740
10- Federico Dittadi – Team Riviera FCC – Yamaha YZF R6 – + 18.488
11- Paolo Toccacieli – Maranga WRM – Kawasaki ZX-6R – + 21.162
12- Marco Ravaioli – M2 Racing – Yamaha YZF R6 – + 27.652
13- Benito Tarantino – Spnea – Kawasaki ZX-6R – + 28.215
14- Stefano Casalotti – Team Rosso e Nero – Yamaha YZF R6 – + 28.306
15- Giuliano Gregorini – RCGM Faber Team – Yamaha YZF R6 – + 28.444
16- Salvatore Torrisi – N.B. Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 29.720
17- Stefano Togni – UISP Persicetana – Yamaha YZF R6 – + 33.847
18- Emanuele Viglieno – Valerna Racing – Yamaha YZF R6 – + 37.718
19- Luca Salvadori – Bike Service Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 39.434
20- Vincenzo Lagonigro – Centaurus – Yamaha YZF R6 – + 39.502
21- Luca Tosetto – Spinea – Kawasaki ZX-6R – + 39.892
22- Marco Ferroni – Ragno – Kawasaki ZX-6R – + 40.312
23- Rosario Paratore – Elle 2 Ciatti – Yamaha YZF R6 – + 41.738
24- Fabio Marchionni – Marchionni Racing – Yamaha YZF R6 – + 43.385
25- Mattia Cassani – Team Riviera FCC – Yamaha YZF R6 – + 44.561
26- Filippo Benini – Gas Racing Team – Honda CBR 600RR – + 49.276
27- Tedi Basic – RCGM Faber Team – Yamaha YZF R6 – + 50.785
28- Alessio Sportoletti – Spoleto – Yamaha YZF R6 – + 54.810
29- Manuel Grandi – Cattolica – Yamaha YZF R6 – + 1’01.026
30- Francesco Cavalli – Gentlemen’s – Kawasaki ZX-6R – + 1’04.888
31- Daniel Tibaldo – Hatria Racing – Yamaha YZF R6 – + 1’14.506

Servizio Fotografico: Antonio Inglese – Inglishphoto.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy