CIV Supersport Misano Gara 2: Tamburini batte Roccoli e Dionisi

CIV Supersport Misano Gara 2: Tamburini batte Roccoli e Dionisi

Commenta per primo!

Il campione in carica della Supersport targata CIV, Roberto Tamburini (Yamaha Bike Service Racing), ottiene il successo nella seconda gara di questo doppio round di Misano dopo il problema tecnico che lo aveva costretto al ritiro nella manche di ieri. Questa ultima corsa di giornata è andata secondo previsioni, con un trio di testa composto dal vincitore, dalla wild-card Massimo Roccoli e da Ilario Dionisi (Scuderia Improve) che hanno sin da subito preso gran margine sugli inseguitori. Quest’ultimo è stato autore di un’ottima partenza, che gli ha permesso di conquistare la testa della corsa, persa poco dopo a causa del sorpasso subito dal pilota Kawasaki Lorenzini by Leoni.

Roccoli di lì in poi ha comandato una lunghissima fase di studio, terminata a tre giri dalla fine quando il terzetto ha cominciato a darsi battaglia sul serio. Dalla terza posizione, “Tambu” ha scoperto le carte, infilando Dionisi al terzultimo giro, al “Curvone”, ed ottenendo la leadership al passaggio seguente, grazie ad un’ottima entrata all’interno su Roccoli alla curva “Misano”. Di lì in poi, il pilota di casa è riuscito a tenere dietro il conterraneo, vincendo con un risicatissimo margine di 176 millesimi.

Quarto al traguardo, staccato di ben 16 secondi, è Alessio Velini (Honda Velmotor by xone), che è riuscito ad avere la meglio all’ultimo sul veterano Mirko Giansanti (Kawasaki Puccetti Racing). Sesto classificato è Alessio Palumbo (Honda Velmotor by xone), molto attardato a causa di un dritto nelle fasi iniziali di gara, seguito da Fabio Menghi (Yamaha VFT Racing), da Stefano Cruciani (Kawasaki Puccetti Racing), con Marco Marcheluzzo e Alessandro Bonecchi (Yamaha Bargy Design) a completare la top ten.

Alessandro Andreozzi (FTR Andreozzi Reparto Corse) è il vincitore della categoria Moto2, seguito da Danilo Marrancone (Bimota Team QDP), Mattia Tarozzi (Faenza Racing) e Federico D’Annunzio (FTR Iodaracing Project).

Cronaca di Gara

Ottimo scatto di Ilario Dionisi, seguito da Massimo Roccoli e Roberto Tamburini, con Alessio Velini quarto davanti a Alessandro Andreozzi e Alessio Palumbo. Sorpasso di Roccoli su Dionisi grazie ad un’ottima staccata al “Tramonto”, con il pilota romagnolo che guadagna la testa. Dritto di Palumbo all’impostazione del “Carro”, nel secondo giro, con il pilota Honda Velmotor che perde il quarto posto appena conquistato, rientrando in dodicesima posizione. Giro più veloce per Roberto Tamburini, che non vuole far scappare il duo di testa, replicato alla tornata seguente da Ilario Dionisi. Caduta alla curva 5, al terzo passaggio, per il pilota Moto2 Davide Fanelli (Bimota Team QDP).

Lotta per la quarta posizione tra Mirko Giansanti ed Alessio Velini, seguiti dal leader Moto2 Alessandro Andreozzi. Contatto tra Cristiano Erbacci ed Alessandro Gramigni, entrambi quindi fuori dalla corsa al quinto passaggio. Sale ad un secondo il distacco di Dionisi rispetto a Roccoli, con il pilota romano che viene incalzato da Tamburini. Giro più veloce per il pilota Lorenzini by Leoni, ma Dionisi nel passaggio seguente sembra riuscire a replicare, riportandosi prepotentemente a ridosso del leader grazie al miglior tempo di 1’40.045.

Dopo una lunghissima fase di studio, si accende la gara a quattro giri dalla fine, con Dionisi che si rifà sotto a Roccoli chiudendo il gap, seguito a ruota da Tamburini. Quest’ultimo preme su Dionisi, sopravanzandolo al giro numero sedici al “Curvone” e guadagnando subito dopo i tubi di scarico del leader. “Tambu” conquista la leadership al termine del penultimo passaggio alla curva “Misano”, difendendo la posizione appena guadagnata coi denti.

Vince quindi il campione in carica della Supersport Roberto Tamburini in volata su Massimo Roccoli, chiude il podio Ilario Dionisi, non in grado di lottare per il successo nei giri finali nonostante il piccolo ritardo al traguardo. Quarto Alessio Velini, che ha la meglio nel finale su Mirko Giansanti, con a seguire Alessio Palumbo (che conclude dietro al pilota Moto2 Alessandro Andreozzi, e davanti a Danilo Marrancone).

Campionato Italiano Supersport 2011
Misano Adriatico, Classifica Gara 2

01- Roberto Tamburini – Bike Service Racing Team – Yamaha YZF R6 – 18 giri in
02- Massimo Roccoli – Lorenzini by Leoni – Kawasaki ZX-6R – + 0.176
03- Ilario Dionisi – Scuderia Improve – Honda CBR 600RR – + 0.980
04- Alessio Velini – Velmotor by xone – Honda CBR 600RR – + 16.431
05- Mirko Giansanti – Puccetti Racing – Kawasaki ZX-6R – + 16.863
06- Alessio Palumbo – Velmotor by xone – Honda CBR 600RR – + 25.932
07- Fabio Menghi – VFT Racing – Yamaha YZF R6 – + 42.420
08- Stefano Cruciani – Puccetti Racing – Kawasaki ZX-6R – + 42.434
09- Marco Marcheluzzo – Marcheluzzo – Triumph Daytona 675 – + 42.518
10- Alessandro Bonecchi – Bargy Design – Yamaha YZF R6 – + 1’02.014
11- Simone Bugatti – Quarantaquattro Racing – Honda CBR 600RR – + 1’02.441
12- Damien Berclaz – Berclaz Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 1’25.861
13- Mattia Roncoroni – Azzate – Yamaha YZF R6 – a 1 giro
14- Oleg Pozdneev – RivaMoto – Yamaha YZF R6 – a 1 giro
15- Beniamino Gallo – Velmotor by xone – Honda CBR 600RR – a 1 giro

Valerio Piccini

Servizio Fotografico: Antonio Inglese – Inglishphoto.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy