CIV Moto2: stagione finita per Ferruccio Lamborghini

CIV Moto2: stagione finita per Ferruccio Lamborghini

Il pilota bolognese proverà a rientrare ad inizio 2012

Commenta per primo!

Ferruccio Lamborghini, pilota protagonista della Superstock 1000 FIM Cup (con Honda Ten Kate Junior) e del CIV Moto2 (Suter Forward Racing Junior Team) ha concluso in anticipo la stagione 2011 a causa delle cattive condizioni in cui versa la sua clavicola. Un calvario, quello del pilota emiliano, che quindi non sembra essere ancora concluso. I tre mesi di stop preventivati per l’ennesima operazione, uniti all’impossibilità di guidare in queste condizioni, lo hanno portato all’inevitabile decisione di terminare anzitempo il suo impegno nei due campionati, col l’obiettivo di ripresentarsi al meglio per l’inizio del 2012. “Lambo” qui di seguito, spiega in dettaglio gli avvenimenti ed i problemi:

“Ieri ho effettuato una visita”, dichiara Ferruccio Lamborghini, “presso uno specialista che mi è stato consigliato dal dott. Corbascio, e la situazione è apparsa sin da subito chiara. La spalla aveva gravi problemi, sebbene fosse chiaro il trauma, il punto cruciale riguardava la clavicola: in poche parole, la parte d’osso centrale, che avrebbe dovuto saldarsi dopo l’operazione e l’inserimento della placca, è praticamente morta.

Per recuperare a seguito di un’operazione del genere ci vogliono almeno tre mesi, ed in ogni caso data la situazione non sarei stato in grado di correre a Magny-Cours, ma neppure a Portimao o al Mugello. Quindi ho deciso che andrò sotto i ferri al più presto per poter essere pronto per metà gennaio 2012.”

“Sin dal momento dell’operazione dello scorso giugno, i miglioramenti sono stati costanti e visibili. Anche al Nürburgring non mi sono trovato male anche se, ovviamente, dopo due giorni di prove, l’indolenzimento si faceva sentire e dovevo ricorrere all’uso di antidolorifici per affrontare la gara. Il problema è nato a Vallelunga, non so cosa sia successo esattamente, ma da lì in poi il dolore ha iniziato ad essere importante e difficilmente sostenibile, tanto da non riuscire nemmeno ad uscire con la spalla. Questo è il motivo per cui mi sono ritirato dopo quattro giri nella gara di Imola di domenica scorsa.”

Valerio Piccini

Servizio Fotografico: Antonio Inglese – Inglishphoto.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy