CIV: al Mugello in Gara 1 vittorie di Pirro, Dionisi, Pagliani, Brianti e Giannini

CIV: al Mugello in Gara 1 vittorie di Pirro, Dionisi, Pagliani, Brianti e Giannini

Prima giornata di gare del CIV al Mugello con tante emozioni e colpi di scena nelle classi Superbike, Supersport, Moto3, PreMoto3 e Sport 4T.

Il CIV (Campionato Italiano Velocità) torna in azione e lo fa nel miglior modo possibile. Corse elettrizzanti all’insegna di numerosi colpi di scena hanno caratterizzato la prima giornata di gare del Round 3-4 vissuta oggi all’Autodromo Internazionale del Mugello che ha visto la riconferma al vertice nella top class Superbike di Michele Pirro, del ritorno sul gradino più alto del podio di due grandi protagonisti della serie tricolore come Ilario Dionisi (Supersport) e Manuel Pagliani (Moto3), mentre una prima manche della PreMoto3 risoltasi soltanto all’ultimo ha premiato il sorprendente Thomas Brianti (250cc 4 tempi) e Gabriele Giannini (125cc 2 tempi) con Lorenzo Segoni nuovamente affermatosi nella Sport 4T.

MOTO3: MANUEL PAGLIANI TORNA ALLA VITTORIA – Colpi di scena, illustrissime cadute ed un grande protagonista della serie tricolore che torna sul gradino più alto del podio. Manuel Pagliani trionfa in Gara 1 del CIV Moto3 al Mugello portando in trionfo la sperimentale GEO V0 Prototype realizzata in proprio da GEO Technology su base Honda, condotta in pista nel Campionato Italiano Velocità dal MTR Moto.GP Team. Al rientro quest’anno nel CIV dopo la parentesi nel Mondiale Moto3 con il San Carlo Team Italia, il Campione 2014 dopo una perentoria pole position (l’unico a scendere sotto il muro dell’1’59”) non ha commesso la benchè minima sbavatura in tredici giri dove è successo davvero di tutto. Partito benissimo dalla prima casella, ‘Paglia‘ nelle fasi iniziali della contesa si è ritrovato a far parte di un quintetto di testa formato da Bruno Ieraci, dal rientrante Alessandro Delbianco, Nicholas Spinelli più Kevin Zannoni. Proprio quest’ultimo è stato il primo ad uscire di scena con una rovinosa caduta nel corso del secondo giro alle Biondetti, emulato da lì a poco da una paurosa carambola in piena Arrabbiata-1 con Alessandro Delbianco che ha travolto l’incolpevole Nicholas Spinelli nel tentativo di concretizzare il sorpasso. Con questo trio di attesi protagonisti subito fuori dai giochi, Ieraci e Pagliani sono andati in fuga, almeno fino al clamoroso colpo di scena registratosi alla settima delle tredici tornate previste: al comando della corsa Bruno Ieraci sbaglia-e-paga alla Bucine, favorendo così la fuga in solitaria di un attendista Pagliani. Per il pluri-Campione MiniGP si tratta del ritorno alla vittoria (l’ultima ad Imola nel 2014), la quarta in carriera nel CIV Moto3 che, in virtù dello ‘zero’ maturato da Spinelli e Ieraci, gli consente di recuperare terreno in classifica dopo il traumatico weekend vissuto a Vallelunga. A oltre 4″ effettivi da Pagliani, la lotta-a-sei senza esclusione di colpi per i restanti due gradini del podio ha premiato con la superstite FTR-TM di Miralux Pos Corse Tommaso Marcon (2°) e Mattia Casadei, terzo su KTM della Sic 58 Squadra Corse e ora nuovo capoclassifica di campionato a quota 56 punti. Sfuma di un soffio un potenziale podio alla prima con KTM per Stefano Nepa (4°, 3570 Racing Team) seguito da un convincente Alessandro Torlaschi (KTM Pro Racing Team), dall’altro alfiere della Sic 58 Squadra Corse Simone Serinaldi e Alex Triglia. Nella top-10 spazio anche per Vargas, Mazzola e Carraro, niente da fare per Celestino Vietti Ramus, costretto al ritiro nel corso del 10° giro apparentemente per un problema tecnico. Passando alla classe Moto3 Standard, affermazione di Andrea Guzzon.

Campionato Italiano Velocità 2016
Autodromo Internazionale del Mugello
CIV Moto3, Classifica Gara 1

01- Manuel Pagliani – MTR Moto.GP Team – GEO V0 Prototype – 13 giri
02- Tommaso Marcon – Miralux Pos Corse – TM Moto3 – + 1.870
03- Mattia Casadei – Sic 58 Squadra Corse – KTM RC 250 GP – + 2.314
04- Stefano Nepa – 3570 Racing Team – KTM RC 250 GP – + 2.331
05- Alessandro Torlaschi – PRT – KTM RC 250 GP – + 2.350
06- Simone Serinaldi – Sic 58 Squadra Corse – KTM RC 250 GP – + 2.634
07- Alex Triglia – Bike Center – FTR Honda M312 – + 3.094
08- Salvatore Vargas – MF84 Pluston Althea – KTM RC 250 GP – + 7.466
09- Simone Mazzola – KYMCO Oral Racing Team – KYMCO Oral 250 GP EVO – + 7.596
10- Nicola Fabio Carraro – Team Minimoto Portomaggiore – Honda NSF250R – 16.243
11- Kevin Sabatucci – Gazzola Racing – KTM RC 250 GP – + 20.595
12- Luca Bernardi – PRT – Honda NSF250R – + 20.723
13- Antonio Aliberti – Costa dei Saraceni – FTR Honda M312 – + 21.661
14- Daniele Porretta – Top Talent Team – KTM RC 250 GP – + 39.687
15- Jason Dupasquier – Swiss Junior Team – KTM RC 250 GP – + 39.978
16- Maximilian Kofler – DAMTC – KTM RC 250 GP – + 1’15.628
17- Alessio Finello – Libax3 Factory Racing – Libax3 Moto3 + 1’15.663
18- Andrea Guzzon – Nuovo MCR Pasolini – Honda NSF250R – + 1’22.791 (Standard)
19- Andrea Raimondi – Reggiano – Honda NSF250R – + 1’31.407 (Standard)

SUPERBIKE: DOMINA PIRRO, STREPITOSO FERRARI, LANZI 3° – Succede di tutto in Gara 1 del CIV Superbike al Mugello, ma a vincere è sempre Michele Pirro. Il Campione in carica ha rimediato ad una partenza da dimenticare riuscendo ad aggiudicarsi la terza vittoria consecutiva in tre gare e, complici le disavventure altrui, abbozzare un primo effettivo tentativo di fuga in campionato. Ai comandi della Panigale R #51 Michelin del Barni Racing Team, il pilota e tester ufficiale Ducati MotoGP ha rimediato ad uno start al ralentì trovando già il modo nel corso dell’ottavo dei quattordici giri previsti di sferrare l’attacco per la leadership, viaggiando spedito verso la nona affermazione in carriera tra le Superbike, la diciannovesima complessiva nelle varie classi del CIV (Supersport, Superstock 1000 e 125 GP comprese). Il nativo di San Giovanni Rotondo rispetta pertanto il copione della vigilia, non si può dire lo stesso dei suoi antagonisti nella corsa al titolo che hanno vissuto una “giornataccia”: per un (temporaneo) problema tecnico registratosi nel corso del settimo giro Kevin Calia è retrocesso fino al 14° posto finale (ora a -23 nella generale), mentre dopo una combattiva prima parte di gara Niccolò Canepa (Pata Yamaha MotoXRacing) ha concluso giù dal podio, quarto a precedere il compagno di squadra Fabio Massei. Peggio è andata a Denni Schiavoni (a terra alla San Donato in piena bagarre per il comando delle operazioni) ed al poleman Matteo Baiocco, dapprima penalizzato di 20″ sul tempo totale di gara per partenza anticipata, successivamente scivolato alla Borgo San Lorenzo nel corso dell’undicesimo giro. Senza questi attesi protagonisti fanno così festa un ritrovato Lorenzo Lanzi, 3° al rientro nel CIV con la BMW S1000RR del Team Mezzo Forte di Bologna, ancor più uno strepitoso Matteo Ferrari: scattato dalla sedicesima casella, il Campione Europeo Moto3 2012 con un triennio di esperienza nel Motomondiale ha rimontato fino al 2° posto finale celebrando da rookie insieme al DMR Racing il primo podio in carriera tra le Superbike/Superstock con una prestazione da standing ovation.

Campionato Italiano Velocità 2016
Autodromo Internazionale del Mugello
CIV Superbike, Classifica Gara 1

01- Michele Pirro – Barni Racing Team – Ducati Panigale R – 14 giri
02- Matteo Ferrari – DMR Racing – BMW S1000RR – + 5.339
03- Lorenzo Lanzi – Team Mezzo Forte – BMW S1000RR – + 5.355
04- Niccolò Canepa – Pata Yamaha Official STK Team – Yamaha YZF R1 – + 6.445
05- Fabio Massei – Pata Yamaha Official STK Team – Yamaha YZF R1 – + 13.201
06- Alex Polita – Tutapista – BMW S1000RR – + 13.307
07- Ivan Goi – Barni Racing Team – Ducati Panigale R – + 13.530
08- Alessandro Torcolacci – Tutapista – Yamaha YZF R1 – + 15.417
09- Alessandro Nocco – Nuova M2 Racing – Aprilia RSV4 RF – + 18.632
10- Lorenzo Mauri – Motocorsa Racing – Ducati Panigale R – + 19.213
11- Alessio Corradi – BMW Gomma Racing – BMW S1000RR – + 21.559
12- Fabio Marchionni – Speed Action – Yamaha YZF R1 – + 23.631
13- Simone Saltarelli – Team L.R. Corse – Aprilia RSV4 RF – + 26.443
14- Kevin Calia – Nuova M2 Racing – Aprilia RSV4 RF – + 27.961
15- Francesco Ciacci – Team NB Racing Technology – BMW S1000RR – + 29.309
16- Luca Conforti – Broncos Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 46.666

SUPERSPORT: ILARIO DIONISI TORNA ALLA VITTORIA – Competitivo per tutto il weekend, in Gara 1 Ilario Dionisi ha completato l’opera. Il due volte Campione italiano di categoria, al culmine di un avvincente confronto con il poleman Nicola Morrentino (Yamaha Team Rosso e Nero), è riuscito a condurre la MV Agusta F3 675 dell’Ellan Vannin Motorsport sul gradino più alto del podio ponendo la parola fine ad un lungo digiuno di successi che perdurava addirittura dal settembre 2013 sempre al Mugello. Per il pilota capitolino si tratta della dodicesima affermazione in carriera nella categoria con Morrentino 2° beffato all’esposizione della bandiera a scacchi da soli 27 millesimi e Massimo Roccoli, dopo qualifiche altalenanti, terzo appropriandosi della leadership di campionato con la MV Agusta F3 675 del Laguna Moto Racing. Il Campione in carica ha avuto ragione soltanto al photofinish di uno scatenato Michael Canducci (Kawasaki Team Green Speed) con Davide Stirpe (MV Agusta Extreme Racing), Marco Bussolotti (Kawasaki RM Racing) a seguire davanti a Stefano Cruciani, inaspettatamente soltanto settimo su Kawasaki Puccetti. Caduto proprio sul più bello nel corso dell’ottavo giro Diego Giugovaz, finito a terra quando si ritrovava in piena corsa per il podio.

Campionato Italiano Velocità 2016
Autodromo Internazionale del Mugello
CIV Supersport, Classifica Gara 1

01- Ilario Dionisi – Ellan Vannin Motorsport – MV Agusta F3 675 – 14 giri
02- Nicola Morrentino – Team Rosso e Nero – Yamaha YZF R6 – + 0.027
03- Massimo Roccoli – Laguna Moto Racing – MV Agusta F3 675 – + 1.085
04- Michael Canducci – Team Green Speed – Kawasaki ZX-6R – + 1.140
05- Davide Stirpe – Extreme Racing Team – MV Agusta F3 675 – + 4.533
06- Marco Bussolotti – RM Racing Team – Kawasaki ZX-6R – + 7.663
07- Stefano Cruciani – Puccetti Racing Team – Kawasaki ZX-6R – + 9.016
08- Gennaro Sabatino – Renzi Corse – Kawasaki ZX-6R – + 9.060
09- Stefano Casalotti – Team Rosso e Nero – Yamaha YZF R6 – + 9.560
10- Flavio Ferroni – Renzi Corse – Kawasaki ZX-6R – + 9.932
11- Andrea Boscoscuro – Team MP Racing – Yamaha YZF R6 – + 17.441
12- Kevin Manfredi – Phoenix Racing – Suzuki GSX-R 600 – + 17.914
13- Anthony Groppi – Renzi Corse – Kawasaki ZX-6R – + 23.385
14- Matteo Ciprietti – Bike e Motor Racing – Yamaha YZF R6 – + 25.964
15- Riccardo Caruso – GAS Racing Team – Kawasaki ZX-6R – + 26.011
16- Lorenzo Gabellini – Nuovo MCR Pasolini – Kawasaki ZX-6R – + 26.054
17- Manuel Tatasciore – GMC – Yamaha YZF R6 – + 32.126
18- Alex Radman – Rs Racing Team – Kawasaki ZX-6R – + 33.079
19- Lorenzo Cintio – Terra e Moto – Yamaha YZF R6 – + 33.172
20- Marco Malone – E&E Racing Team – Honda CBR 600RR – + 40.284
21- Loris Cresson – RPM84 – Yamaha YZF R6 – + 47.293
22- Luca Pasqualotto – Bike Center – Yamaha YZF R6 – + 50.401
23- Rudy Oliva – CDM RS – Yamaha YZF R6 – + 51.604
24- Michael Coletti – Phoenix Racing – Suzuki GSX-R 600 – + 59.185

PREMOTO3: THOMAS BRIANTI A SORPRESA CON LA ROTEK – Sorprese, colpi di scena ed un volto noto sul gradino più alto del podio. Il CIV PreMoto3, la classe per eccellenza dei giovani talenti del motociclismo tricolore, continua a regalare spettacolo offrendo una prima manche thrilling risoltasi soltanto nel finale. Ad aggiudicarsi la vittoria al debutto stagionale è il tredicenne Thomas Brianti, abitualmente impegnato nel Supermotard Pit Bike, al debutto nella PreMoto3 “promosso” sempre dalla Rotek con la nuovissima PM3. A tutti gli effetti rivelazione di giornata, Brianti è riuscito a spuntarla nell’assoluta e tra le 250cc 4 tempi per una manciata di millesimi sul Campione 2T in carica Leonardo Taccini (a 0″044 con la Speed Up SF.PM316 del VL Team) e Riccardo Rossi (3° a 0″185 RMU PM3 250 ufficiale RMU Racing), entrambi penalizzati proprio alla Bucine da una difficoltosa fase di doppiaggio di Christian Faraci che ha di fatto permesso a Brianti di sfilarli all’esterno. Un epilogo al cardiopalma nella 4 tempi, non nella 2 tempi dove Gabriele Giannini (4° assoluto) ha messo a segno la terza vittoria di fila con la Honda del Flash Motor Racing Team rafforzando la leadership di campionato a scapito di Raffaele Fusco (RMU Racing Team) e Devis Bergamini (Sic 58 Squadra Corse), con quest’ordine alle sue spalle. Amaro epilogo per un grande protagonista delle prove come Pasquale Alfano, sfortunatamente rimasto fermo allo spegnimento del semaforo ed evitato da tutti i piloti, discorso analogo per il Campione Italiano MiniGP 50cc in carica Elia Bartolini ben presto uscito di scena. Da segnalare il promettente esordio dell’americano Damian Jigalov, ottavo assoluto e quinto tra le 4T con una delle numerose RMU PM3 250 ufficiali.

Campionato Italiano Velocità 2016
Autodromo Internazionale del Mugello
CIV PreMoto3, Classifica Gara 1

01- Thomas Brianti – Rotek Factory Racing – Rotek PM3 – 11 giri (4T)
02- Leonardo Taccini – VL Team – Speed Up SF.PM316 – + 0.044 (4T)
03- Riccardo Rossi – RMU Racing Team – RMU PM3 250 – + 0.185 (4T)
04- Gabriele Giannini – Flash Motor Racing Team – Honda RS125GP – + 0.589 (2T)
05- Raffaele Fusco – RMU Racing Team – RMU PGP 125 – + 8.696 (2T)
06- Devis Bergamini – Sic 58 Squadra Corse – Honda RS125GP – + 8.771 (2T)
07- Davide Baldini – RMU Racing Team – RMU PM3 250 – + 14.084 (4T)
08- Damian Jigalov – RMU Racing Team – RMU PM3 250 – + 14.243 (4T)
09- Matteo Ripamonti – Moto Club Vittuone – Honda RS125GP – + 14.293 (2T)
10- Omar Bonoli – Mazzotti Racing – RMU PM3 250 – + 14.636 (4T)
11- Nikolas Marfurt – 2C Racing – RMU PGP 125 – + 22.281 (2T)
12- Benedetto Rasa – RMU Racing Team – RMU PGP 125 – + 32.995 (2T)
13- Thomas Rossi – RMU Racing Team – RMU PGP 125 – + 33.050 (2T)
14- Alex Scorpaniti – Team Biagioli Corse – Honda RS125GP – + 35.751 (2T)
15- Gianluca Sconza – RMU Racing Team – RMU PGP 125 – + 36.701 (2T)
16- Simone Caccamo – Team Biagioli Corse – Honda RS125GP – + 50.526 (2T)
17- Mirko Gennai – Moto Club Firenze – Honda RS125GP – + 54.607 (2T)
18- Kyrian Hartmann – Hartmann Racing – RMU PM3 250 – + 1’12.705 (4T)
19- Alex Malena – 250 GP – Honda RS125GP – + 1’12.705 (2T)
20- Diego Goretti – Sic 58 Squadra Corse – Honda RS125GP – + 1’31.387 (2T)
21- Matteo Bertè – 2WheelsPoliTO – 2WheelsPoliTO 2WP03 – + 2’05.788 (4T)
22- Christian Faraci – LCD Racing – Honda RS125GP – a 1 giro (2T)
23- Mirko Sparaciari – 2C Racing – RMU PGP 125 – a 1 giro (2T)

SPORT 4T: LORENZO SEGONI BATTE 6 PILOTI – In un’incredibile finale con sette piloti a confronto, Lorenzo Segoni fa valere la sua esperienza e si assicura la seconda affermazione consecutiva nella classe Sport 4T. In sella alla sua Honda CBR500R, il volto noto del motociclismo tricolore era scappato via insieme al poleman Luigi Montella ed il vincitore di Gara 1 a Vallelunga Pedro Javier Castano Illan nelle battute iniziali della contesa, trio raggiunto nel finale da un combattivo Alfonso Coppola, Paolo Giacomini e dalla coppia del team GP Project MCS1921 su Kawasaki formata da Paolo Grassia e Manuel Bastianelli. Soltanto nell’ultimo giro Segoni è riuscito a prendere qualche metro di respiro e conquistare la seconda vittoria di fila a precedere Luigi Montella (Yamaha R3) e Alfonso Coppola, positivo terzo in rimonta. Giù dal podio, ma con l’onore delle armi, nell’ordine Bastianelli, Castano Illan e Grassia mentre con il 20° posto assoluto Nicola Bernabè è il primo dei piloti KTM sul traguardo iscritti all’analogo trofeo RC 390 Cup Italia.

Campionato Italiano Velocità 2016
Autodromo Internazionale del Mugello
CIV Sport 4T, Classifica Gara 1

01- Lorenzo Segoni – Honda – 10 giri
02- Luigi Montella – Yamaha – + 0.574
03- Alfonso Coppola – Honda – + 0.689
04- Manuel Bastianelli – Kawasaki – + 0.734
05- Pedro Javier Castano Illan – Yamaha – + 0.762
06- Paolo Grassia – Kawasaki – + 0.830
07- Paolo Giacomini – Yamaha – + 0.893
08- Luigi Ritucci – Kawasaki – + 9.899
09- Lorenzo Luciani – Kawasaki – + 22.677
10- Alessandro Berardi – Yamaha – + 33.264
11- Francesco Pastore – Yamaha – + 36.519
12- Giuliano Rovelli – Yamaha – + 36.561
13- Charles Perot – Yamaha – + 36.580
14- Francesco Prioli – Yamaha – + 37.446
15- Matteo Ceccarelli – Kawasaki – + 39.906
16- Lorenzo De Pera – Yamaha – + 41.461
17- Lorenzo Alberti – Yamaha – + 52.368
18- Francesco Calafiore – Kawasaki – + 56.911
19- Lorenzo Sommariva – Yamaha – + 1’15.011
20- Nicola Bernabè – KTM – + 1’20.309
21- Roberta Ponziani – Yamaha – + 1’20.393
22- Elia Trincheri – KTM – + 1’20.765
23- Leonardo Esposito – KTM – + 1’20.822
24- Lorenzo Betton – KTM – + 1’20.996
25- Edoardo Rovelli – Yamaha – + 1’31.650
26- Dario Tuttolomondo – Honda – + 1’34.644
27- Davide Rovelli – Yamaha – + 1’34.734
28- Leonardo Carnevali – KTM – + 1’34.774
29- Stefano Agostino – KTM – + 2’01.333
30- Roberto Costa – KTM – + 2’01.671
31- Corrado Viola – KTM – a 1 giro
32- Giovanni Bigo – KTM – a 1 giro
33- Diego Dessi – Yamaha – a 1 giro

PROGRAMMA, BIGLIETTI E DIRETTA TV – Su Sky Sport MotoGP HD (canale 208 di Sky, visibile per gli abbonati al pacchetto Sport) a partire dalle 13:55 la diretta TV delle gare di Moto3, Superbike, Supersport e PreMoto3. Per assistere dal vivo al Round 3/4 del CIV 2016 al Mugello previsto per domani l’ingresso gratuito per il Circolare Prato, supplemento di € 15,00 per l’accesso al Paddock ed alla Tribuna Centrale (Ridotto € 10,00). Omaggi per Under 16 se accompagnati da un adulto e per i Residenti nel Comune di Scarperia e San Piero (FI).

CIV: biglietti, orari e informazioni utili del Round al Mugello

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy