CEV: primo bilancio per la “nuova” classe Superstock 600

CEV: primo bilancio per la “nuova” classe Superstock 600

In gara con le Moto2

Commenta per primo!

Da quest’anno per rimpolpare lo schieramento di partenza (sempre più tendente al ribasso) della classe Moto2, il promoter Dorna Sports e la RFME (Real Federación Motociclista Española) hanno deciso di ammettere nel CEV Moto2 anche la classe “Superstock 600”, finora relegate esclusivamente ai campionati regionali della penisola iberica. Rispetto all’Europeo di categoria, le STK600 del CEV, sepppur riprendendo la regolamentazione FIM Europe (ex-UEM), devono rispettare un peso minimo di moto più pilota di 240kg, al contrario dei 161kg di peso minimo imposto nell’Europeo per la sola motocicletta. In gara nel CEV Moto2 ed appartenenti ad una propria graduatoria con in palio il titolo della “RFME Copa de España de Superstock 600“, complessivamente nei primi tre round si sono presentati in griglia non più di una dozzina di piloti e con un grande protagonista. Miguel Pons, portacolori del DVRacing Grup Pons ed in sella ad una Yamaha YZF R6, ha conquistato la vittoria in tre delle quattro gare sin qui disputate (doppietta al MotorLand Aragon, trionfo ad Albacete-1), comandando la classifica di campionato con 19 lunghezze di vantaggio rispetto a Jorge Arroyo, con la Yamaha R6 dell’Andalucia Cadiz Pastrana Racing vincitore a Barcellona a seguito della squalifica per peso minimo fuori regolamento di Elena Rosell, trascorsi nel mondiale Moto2, tornata a correre nel CEV con una Kawasaki Ninja ZX-6R del Bruno Performance. Elena Rosell "start" della Superstock 600 Per il prossimo round in agenda ad Albacete è previsto uno schieramento di partenza con qualche presenza in più, con diverse squadre e piloti iscritti per preparare la prova unica del Campionato Europeo Supersport in programma sulla stessa pista, ma nel mese di ottobre.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy