CEV Moto3 Valencia Gara 2: doppietta Quartarano, Maria Herrera leader

CEV Moto3 Valencia Gara 2: doppietta Quartarano, Maria Herrera leader

Migno 6° primo tra i piloti italiani

Commenta per primo!

Tra sette giorni nella “Finale” a Jerez de la Frontera ben sette piloti, racchiusi in soli 20 punti, si giocheranno il titolo del più competitivo campionato nazionale Moto3 del pianeta. Questo il verdetto di Gara 2 del CEV Moto3 al Circuit de la Comunitat Valenciana Ricardo Tormo che ha sancito una sensazionale doppietta del 14enne talentuoso pilota francese Fabio Quartarano, autore di un weekend semplicemente perfetto con la conquista della pole (la seconda consecutiva dopo Navarra) e di una doppietta da assoluto ed indiscusso mattatore in sella alla FTR Honda M312 del Wild Wolf Racing. Classe ’99 (!) di Nizza, vittorie e riconoscimenti prestigiosi nella PreGP iberica con RMU Racing, alla sua stagione d’esordio nel Campeonato de España de Velocidad Quartarano è stato capace alla gara di debutto a Barcellona di salire sul podio (2°) e, grazie a questa doppietta nelle due odierne gare andate in scena a Cheste, ritrovarsi in piena corsa per il titolo di categoria con più soltanto 12 punti da recuperare rispetto alla testa della classifica. Superba prestazione di Quartarano, non l’unico tra i grandi protagonisti del CEV Repsol a Valencia. Giù dal podio per un problema tecnico (radiatore) in Gara 1, nel pomeriggio Maria Herrera si è rifatta con gli interessi in Gara 2 conquistando un secondo posto preziosissimo con la KTM RC 250 R del Monlau Competición, ritrovandosi ora in testa alla classifica di campionato con 102 punti all’attivo. Ennesima impresa della velocissima motociclista di Toledo vittoriosa quest’anno al Motorland Aragón di Alcañiz ed al Circuito de Navarra (prima rappresentante del gentil sesso a conquistare un’affermazione assoluta nel Campeonato de España de Velocidad), sempre più vicina a scrivere una nuova pagina di storia del motociclismo “in rosa”. Maria Herrera capoclassifica di campionato Ci proverà tra sette giorni a Jerez dove, tuttavia, dovrà vedersela con sei agguerriti rivali nella corsa al titolo: a -1 figura Alejandro Medina (4° in Gara 2 con la KTM del Team LaGlisse), a -8 il proprio compagno di squadra Marcos Ramirez, costretto ad una “Remontada” conclusasi in dodicesima posizione a seguito di una caduta al via frutto di un contatto con Emiliano Lancioni e Hiroki Ono alla “Doohan”. Ripartito il protagonista della Red Bull MotoGP Rookies ha finito per conquistare quattro punticini, scivolando dalla 1° alla 3° posizione in campionato seppur davanti ad Adrian Martin (3° con la KALEX-KTM del team Aspar), Fabio Quartarano (come detto a -12 dalla vetta), Jorge Navarro (6° a -16) e Bryan Schouten, soltanto in grado di raccimolare 8 punti oggi a Cheste con la FTR Honda del Dutch Racing Team in attesa di salire in sella alla Mahindra del CIP Moto per il mondiale 2014. Gara 2 ha riproposto ai vertici della categoria il nostro Andrea Migno, così come nella prima manche sesto sul traguardo con la FTR Honda M312 del GMT Racing distanziando Livio Loi (wild card d’eccezione dal mondiale con la KALEX-KTM del Marc VDS Racing Team, proprio a Valencia sul podio lo scorso anno), primo ed unico italiano in zona punti. Alessio Castelli con la terza KTM Monlau ha concluso 24° vincendo la volata con Lorenzo Petrarca (FTR Honda del Team Elle2 Ciatti) e Luigi Morciano (KTM Motorrika). Tra sette giorni il gran finale a Jerez per l’ultima prova del CEV 100 % “Made in Spain” prima dell’anticipato passaggio a serie europea targata FIM per il 2014. Cronaca di Gara Allo spegnimento del semaforo puntualmente Maria Herrera dalla seconda casella ha lo spunto migliore, ma alla “Doohan” come un missile Fabio Quartarano si riporta in testa mentre dietro si registra un “patatrac” con inevitabili ripercussioni nella corsa al titolo: a seguito di un contatto si ritrovano a terra Emiliano Lancioni, Hiroki Ono, ma soprattutto il capoclassifica Marcos Ramirez, costretto ad indovinare una “Remontada” dal fondo del gruppo. Un’opportunità unica per Maria Herrera che chiude il primo giro in terza piazza preceduta da Alejandro Medina e Fabio Quartarano, a seguire Remy Gardner, Adrian Martin, Jorge Navarro e Andrea Migno in settima posizione. In questa prima fase della contesa Quartarano non ha lo stesso “passo” per ripetere la fuga di Gara 1, viene infatti sopravanzato in pieno rettilineo anche da Maria Herrera scivolando in un lampo al sesto posto. La giovane motociclista di Toledo, in compagnia di Medina, abbozza un tentativo di fuma testimoniato da due tornate consecutive su ottimi livelli per questa fase interlocutoria della corsa: 1’41″496, immediata replica un giro più tardi in 1’41″467, è l’effettiva ombra della KTM #55 condotta da Medina. Andrea Migno primo tra i piloti italiani Prontamente al quarto giro arriva in 1’41″183 la risposta di Quartarano che si porta in quinta posizione e, frutto della bagarre tra Medina ed Herrera, si ricompatta il gruppo: ad 1/3 della distanza di gara sono infatti in fila indiana Maria (riportatasi al comando), Medina, Gardner, Quartarano, Navarro e Migno, più staccato Livio Loi, wild card d’eccezione dal mondiale di categoria sul tracciato dove concluse sul podio lo scorso anno sempre nel CEV e con la KALEX-KTM del Marc VDS Racing Team. Al settimo giro Alejandro Medina alla “Terol” si trova nelle condizioni di rilevare da Maria Herrera il comando delle operazioni, ma è Quartarano il pilota del giorno: sfila Gardner, fa lo stesso su Maria alla curva 11, prova ad approfittarne lo stesso figlio d’arte con il risultato di perder l’anteriore della propria KTM all’ingresso della “Adrian Campos” ritrovandosi a terra. La regia mostra il replay di questa caduta, ma si perde la scalata al vertice di Quartarano che si prende la leadership nel corso dell’ottavo giro, seppur di un soffio su Medina e Maria Herrera. Proprio quest’ultima, sfruttando le doti velocistiche della propria KTM Monlau ed un gran giro in 1’40″686, si ripropone al comando una tornata più tardi, ma alla solita curva “Doohan” all’interno deve cedere due posizioni in un sol colpo a vantaggio di Quartarano e Medina. In questo momento il portacolori del Wild Wolf Racing inizia la fuga in solitaria verso la prima doppietta in carriera nel CEV, lasciando agli avversari soltanto la bagarre per la seconda posizione. Alessio Castelli Tanti sono i pretendenti a questo risultato, su tutti Maria Herrera che al 15° giro, con decisione, alla curva 11 attacca-e-passa Medina sorpreso da questa brillante manovra. Con quest’attacco la rivelazione del CEV 2013 si assicura il secondo posto seppur distante dall’imprendibile Fabio Quartarano, mentre la corsa per il più basso gradino del podio è ad appannaggio di Adrian Martin, terzo in volata su Medina, Navarro ed il nostro Andrea Migno, 6° e primo tra i piloti italiani. In rimonta Marcos Ramirez è 12°, Alessio Castelli 24° precede Lorenzo Petrarca (25°) e Luigi Morciano (26°). CEV Repsol Moto3 2013 Circuit de la Comunitat Valenciana Ricardo Tormo, Classifica Gara 2 01- Fabio Quartarano – Wild Wolf Racing – FTR Honda M312 – 18 giri in 30’30.171 02- Maria Herrera – Junior Team Estrella Galicia 0,0 – KTM RC 250 R – + 2.079 03- Adrian Martin – O.I.D. Team Aspar – KALEX KTM – + 2.472 04- Alejandro Medina – Team Calvo – KTM RC 250 R – + 2.703 05- Jorge Navarro – Cuna de Campeones – MIR Racing Moto3 – + 2.929 06- Andrea Migno – GMT Racing – FTR Honda M312 – + 3.216 07- Livio Loi – Marc VDS Racing Team – KALEX KTM – + 7.675 08- Gabriel Ramos – Kiefer Racing – KALEX KTM – + 15.318 09- Gabriel Rodrigo – dVRacing RBA – KTM RC 250 R – + 15.954 10- Bryan Schouten – Dutch Racing Team – FTR Honda M312 – + 17.530 11- Luca Grunwald – Freudenberg Racing Team – KTM RC 250 R – + 18.071 12- Marcos Ramirez – Junior Team Estrella Galicia 0,0 – KTM RC 250 R – + 29.085 13- Scott Deroue – RW Racing GP – KALEX KTM – + 29.190 14- Albert Arenas – Team Stylobike – FTR Honda M312 – + 29.905 15- Joan Mir – MIR Racing – MIR Racing Moto3 – + 30.022 16- Tatsuki Suzuki – CIP Moto – Honda NSF250R – + 35.618 17- Borja Quero – Halcourier MS – FTR Honda M312 – + 36.928 18- Daniel Saez – Team JJSaez – Honda NSF250R – + 36.957 19- Max Enderlein – Freudenberg Racing Team – KTM RC 250 R – + 37.308 20- Bradley Ray – Team Larresport – Honda NSF250R – + 37.524 21- Maximilian Kappler – Caretta Technology RTG – FTR Honda M312 – + 38.653 22- Aizat Malik – Touchline SIC Ajo – KTM RC 250 R – + 39.793 23- Enzo Boulom – Equipe de France – Honda NSF250R – + 40.079 24- Alessio Castelli – Junior Team Estrella Galicia 0,0 – KTM RC 250 R – + 40.089 25- Lorenzo Petrarca – Elle2 Ciatti – FTR Honda M312 – + 40.473 26- Luigi Morciano – Motorrika – KTM RC 250 R – + 42.511 27- Marc Garcia – Bianchi Motor Sport – BMS Moto3 GP – + 42.568 28- Soushi Mihara – H43 Team Nobby Talasur Blumaq – KTM RC 250 R – + 45.398 29- Xavier Cardelus – Cardelus Racing Team – FTR Honda M312 – + 45.494 30- Kenta Fujii – F.C.C. TSR Honda – TSR3 Honda – + 1’03.697 31- Sara Sanchez – Team Larresport – Honda NSF250R – + 1’03.831 32- Corey Turner – Corza Racing – FTR Honda M312 – + 1’19.634 33- Ryan Watson – Watson Works Racing – Honda NSF250R – + 1’32.690 Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy