CEV Moto3 Albacete Gara: vince Adrian Martin, 6° Andrea Migno, 7° Luca Marini

CEV Moto3 Albacete Gara: vince Adrian Martin, 6° Andrea Migno, 7° Luca Marini

Spettacolare gara della Moto3

Commenta per primo!

Una gara tiratissima ha riportato sul gradino più alto del podio Adrian Martin, vincitore del quarto appuntamento stagionale del CEV Moto3 al Circuito de Albacete, ma soltanto in volata per l’inezia di 45 millesimi di vantaggio su Jorge Navarro, 76 su Alejandro Medina, terzo a completare un podio tutto iberico dopo aver vissuto un “sabato italiano” grazie alla pole position di Andrea Migno, sesto oggi sul traguardo. Tornato quest’anno nel Campeonato de España de Velocidad per rilanciare la propria carriera dopo un problematico triennio vissuto nel Motomondiale, il 21enne pilota valenciano è rimasto costantemente nel plotoncino di quattro piloti di testa sferrando il doppio-attacco decisivo per il primato soltanto all’ultimo giro: dapprima un deciso sorpasso su Alejandro Medina (KTM del Team LaGlisse) alla “Santiago Herrero” che immette sul rettilineo dei box, alla successiva staccata un chirurgico attacco comprensivo di “sportellata” ai danni della MIR Racing di Jorge Navarro, sin dalle prime fasi di gara al comando della contesa. Con questa doppia-manovra, e dopo esser riuscito a chiuder tutte le porte rispondendo colpo-su-colpo agli assalti degli avversari, il portacolori del Team Aspar con la propria KALEX-KTM ha fatto sua la seconda affermazione stagionale dopo Gara 2 a Montmelò riscattando una serie di battute d’arresto (tre “zero” su cinque gare sin qui disputate) che lo hanno costretto ad inseguire in campionato. Un successo preziosissimo per Martin, ora quarto nella generale a 13 punti dal nuovo leader Bryan Schouten (4° con la FTR Honda M312 preparata da Ten Kate Racing Products ed iscritta dal Dutch Racing Team), con 100 punti ancora in palio nelle restanti quattro gare da disputare tra Navarra, la “doppia” di Valencia ed il gran finale di Jerez del prossimo mese di novembre. In una classifica “corta” con quattro piloti racchiusi in 13 punti c’è anche spazio per Marcos Ramirez, alfiere del Monlau Competicion di Emilio Alzamora soltanto ottavo sul traguardo ritrovandosi a -2 dal leader Schouten, e per Jorge Navarro, con la MIR Racing Moto3 spinta dal monocilindrico Honda ora a 10 lunghezze dalla vetta arrivando ad un soffio dalla vittoria, scavalcando in classifica Maria Herrera che non è andata oltre il tredicesimo posto finale. Andrea Migno sesto e primo dei piloti italiani Nonostante un podio completamente spagnolo, nelle 19 tornate della contesa a tratti il tricolore è comparso di prepotenza nelle posizioni che contano della classifica. Scattato per la prima volta in carriera dalla pole, Andrea Migno con la FTR Honda M312 del GMT Racing è rimasto costantemente nel poker di testa formato da Navarro, Martin e Medina, salvo poi perder il “treno giusto” per l’assalto finale a due giri dal termine portando a termine la corsa in sesta piazza. Settimo all’esordio nel CEV ha invece concluso Luca Marini, attualmente secondo nel CIV con la FTR Honda del Twelve Racing, parte integrante per tutto l’arco della contesa del gruppetto degli inseguitori formato anche da Michael Ruben Rinaldi (9° con la MGP3O schierata da Mahindra Racing, a tratti tra i più veloci in pista) ed inizialmente dal capoclassifica del Campionato Italiano Velocità Andrea Locatelli, volato a terra nel corso del terzo giro alla curva “Santiago Herrero” che immette sul rettilineo dei box coinvolgendo l’incolpevole Albert Arenas (vincitore di Albacete-1), costretto a questo amaro epilogo per evitarlo. Restando in “Casa Italia”, il rientrante Luigi Morciano, dopo prove da protagonista (leader delle seconde qualifiche del “Gruppo B”, quinto in griglia) all’esordio con la KTM RC 250 R del Team Motorrika, ha concluso undicesimo, apprezzabile rimonta per Stefano Valtulini (da 33° a 16° sfiorando la zona punti), a seguire Alessio Castelli (KTM Monlau) è 24° con Federico Fuligni 30°. Per il CEV prossimo appuntamento il 21-22 settembre prossimi al Circuito de Navarra, mentre ad inizio ottobre sempre ad Albacete è in agenda la prova unica del Campionato Europeo Moto3 dove si rinnoverà la sfida tra i migliori prospetti del motociclismo iberico ed italiano. Cronaca di Gara Per la terza volta in un biennio di storia del CEV Moto3 è un italiano a scattare dalla pole: Andrea Migno, grazie all’1’33″696, si presenta davanti a tutti nello schieramento di partenza affiancato in prima fila da Bryan Schouten e Jorge Navarro, dalla seconda (5°) il rientrante Luigi Morciano, dall’ottava casella il capoclassifica del CIV Moto3 Andrea Locatelli, a seguire Luca Marini (13°), Michael Ruben Rinaldi (15°), Alessio Castelli (26°), Stefano Valtulini (33°) e Federico Fuligni (34°). Allo spegnimento del semaforo Migno conserva la pole e conquista l’hole-shot alla staccata della prima curva “Bernard Tramont” su Martin, Medina, Navarro, Arenas e Locatelli, si arriva alla curva “Aspar” e, per un contatto, si ritrovano a terra Emiliano Lancioni e Fabio Quartarano. Fuori gioco 2 dei 40 partenti, là davanti Adrian Martin alla “Angel Nieto” forza l’attacco su Migno, ma questi prontamente risponde e chiude il primo dei 19 giri in testa. Stesso punto, seconda tornata della contesa, questa volta riesce l’attacco a Martin con il nostro portabandiera ora impensierito da Navarro il quale riesce nel sorpasso alla curva 9. Sono almeno una dozzina i piloti in fila indiana a comporre un effettivo “plotone” di testa, tra questi non mancano Locatelli, Marini e Rinaldi, mentre al comando al terzo giro si colloca Jorge Navarro con la MIR Racing. Luca Marini settimo Il valenciano figlio d’arte prova subito a scappar via, ma è un pensiero a dir poco utopistico in questa fase di gara: a ruota ci sono Martin, Migno, Medina e Ramirez in rimonta, purtroppo non più Andrea Locatelli, a terra alla “Santiago Herrero” che immette sul rettilineo dei box obbligando Albert Arenas a finire nelle vie di fuga e, di conseguenza, ad incappare in una caduta per evitarlo. Primo colpo di scena della contesa, ma la gara è apertissima: Navarro e Martin dettano il passo, dietro a loro Medina ha sfilato Migno, a seguire ben figura Remy Gardner, quinto assoluto a precedere Bryan Schouten (in 1’33″963 il più velocein pista), Rinaldi, Ramirez e Marini. Con posizioni invariate si arriva ad 1/3 della distanza di gara con Navarro che resiste in testa davanti a Martin, Medina e Migno, nel “secondo gruppo” Rinaldi recupera posizioni su posizioni presentandosi a ridosso di Gardner e Schouten braccati a loro volta da Ramirez e Marini. Il portacolori Mahindra all’ottavo giro conquista infatti la quinta piazza mostrando un passo gara che potrebbe presto permettergli di ricucire il gap dal poker in fuga. Giunti all’undicesimo giro Alejandro Medina rompe gli indugi e passa Martin per la seconda piazza puntando il mirino sul leader Navarro, questa bagarre premia il quintetto di inseguitori che riduce a meno di 1″ lo svantaggio con più soltanto 7 tornate del Circuito de Albacete da percorrere. Mentre Maria Herrera in solitaria naviga in dodicesima posizione, il poker di testa riguadagna un buon margine nei confronti del quintetto i inseguitori ora capeggiato da Schouten con Rinaldi che passa in un sol colpo nel corso del 15° giro dalla 5° alla 9° posizione a vantaggio di Luca Marini, ora ottavo e secondo pilota italiano in graduatoria preceduto soltanto da Andrea Migno, 4° e tuttora in piena corsa per la vittoria. A tre giri dal termine la classifica non cambia, al contrario si evidenziano nuovi valori in campo: Schouten ha ormai ripreso Navarro, Martin, Medina e Migno, perde progressivamente terreno Rinaldi che si stacca dal terzetto formato da Gardner, Marini e Ramirez in bagarre tra loro. Michael Ruben Rinaldi su Mahindra Penultimo giro, il primo a rompere gli indugi è Medina su Martin nella staccata in fondo al rettilineo dei box, con la decisa risposta del portacolori Aspar alla “Santiago Herrero” che immette sul (breve) rettifilo dei box. Martin è aggressivo come non mai, inizia l’ultimo giro e lascia per ultimo i freni alla curva 1 conquistando il comando delle operazioni proprio al momento giusto: Navarro e Medina abbozzano un tentativo di risposta, ma Adrian chiude tutte le porte e vince al photofinish la volata con soli 45 millesimi di vantaggio su Navarro, 76 su Medina, giù dal podio il nuovo capoclassifica di campionato Bryan Schouten con Remy Gardner ed i nostri Andrea Migno e Luca Marini a seguire. CEV Repsol Moto3 2013 Circuito de Albacete, Classifica Gara 01- Adrian Martin – O.I.D. Team Aspar – KALEX KTM – 19 giri in 30’07.220 02- Jorge Navarro – Cuna de Campeones – MIR Racing Moto3 – + 0.045 03- Alejandro Medina – Team Calvo – KTM RC 250 R – + 0.076 04- Bryan Schouten – Dutch Racing Team – FTR Honda M312 – + 0.165 05- Remy Gardner – Team Calvo – KTM RC 250 R – + 0.378 06- Andrea Migno – GMT Racing – FTR Honda M312 – + 0.923 07- Luca Marini – Twelve Racing – FTR Honda M312 – + 1.034 08- Marcos Ramirez – Junior Team Estrella Galicia 0,0 – KTM RC 250 R – + 1.190 09- Michael Ruben Rinaldi – Mahindra Racing – Mahindra MGP3O – + 7.937 10- Jules Danilo – Cygnet Racing Furygan – KALEX KTM – + 10.666 11- Luigi Morciano – Motorrika – KTM RC 250 R – + 11.258 12- David Sanchis – Team Aspar – KALEX KTM – + 17.600 13- Maria Herrera – Junior Team Estrella Galicia 0,0 – KTM RC 250 R – + 17.630 14- Eduardo Alayon – KRP/Racing Steps Foundation – KRP M3-02 Honda – + 17.716 15- Xavi Vierge – Team Venezuela – Honda NSF250R – + 17.912 16- Stefano Valtulini – Five Racing AX52 – Honda NSF250R – + 20.164 17- Bradley Ray – Team Larresport – Honda NSF250R – + 20.376 18- Gabriel Rodrigo – DVRacing RBA – KTM RC 250 R – + 26.070 19- Borja Quero – MIR Racing – MIR Racing Moto3 – + 28.628 20- Max Enderlein – ADAC Sachsen Leistungszentrum – Honda NSF250R – + 28.745 21- Xavier Cardelus – Cardelus Racing Team – FTR Honda M312 – + 30.833 22- Klaus Heidel – ADAC Sachsen Leistungszentrum – Honda NSF250R – + 31.029 23- Kyle Ryde – KRP/Racing Steps Foundation – KRP M3-02 Honda – + 32.421 24- Alessio Castelli – Junior Team Estrella Galicia 0,0 – KTM RC 250 R – + 43.365 25- Alexandre Sirerol – J.Costa Competition – Honda NSF250R – + 43.375 26- Aizat Malik – Touchline SIC Ajo – KTM RC 250 R – + 43.655 27- Enzo Boulom – Provence Moto Sport – KALEX KTM – + 43.916 28- Loris Cresson – LC84 Promotion – Honda NSF250R – + 55.133 29- Ryan Watson – Watson Work Racing – Honda NSF250R – + 1’15.551 30- Federico Fuligni – Team Elle2 Ciatti – FTR Honda M312 – a 2 giri Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy