CEV Moto3 Albacete Gara: Canet vince, Bulega sul podio, Valtulini 4°

CEV Moto3 Albacete Gara: Canet vince, Bulega sul podio, Valtulini 4°

Mir spreca e finisce a terra

Commenta per primo!

Una gara che potrebbe risultare determinante nella corsa al titolo Mondiale Junior. Al Circuito de Albacete Aron Canet si assicura la terza vittoria stagionale ed in carriera nel CEV Moto3 e, complice lo ‘zero’ rimediato per un proprio errore da Joan Mir, vola a +31 in classifica di campionato con più soltanto 125 punti in palio nelle restanti cinque gare in programma tra Navarra, Jerez de la Frontera e Valencia. Scattato dalla pole e sulla carta atteso ad una corsa da protagonista, Canet nella fase iniziale della contesa ha contenuto lo svantaggio dal rivale Mir, partito benissimo dalla seconda casella riuscendo nei primi giri a costruire un consistente vantaggio intorno al 1″. Proprio sul più bello, quando il futuro alfiere Leopard Racing nel Mondiale Moto3 sembrava prossimo a dar vita ad una fuga in solitaria, una scivolata in pieno ingresso della curva 1 nel corso del sesto giro l’ha tolto di scena. Per Mir terza battuta d’arresto del 2015 (la prima a Le Mans per una caduta in rimonta, la seconda a Montmelò per un problema elettrico alla propria Ioda TR004 motorizzata Honda by Geo Technology, decisamente la più ‘pesante’ ai fini-campionato lasciando campo aperto a Canet e, perchè no, al nostro Nicolò Bulega, secondo sul traguardo assaporando a tratti il gusto della vittoria. Una volta ritrovatosi in testa, il giovane pilota catalano è stato infatti raggiunto e, nel corso dell’undicesimo giro, superato dall’alfiere della VR46 Riders Academy, deciso a riportare l’Italia sul gradino più alto del podio a 29 gare di distanza dall’affermazione conseguita da Francesco ‘Pecco’ Bagnaia a Montmelò nel giugno 2012. Un traguardo che inizialmente sembrava alla portata del pluri-Campione italiano MiniGP e PreGP, ma una sbavatura all’uscita dell’ultima curva ed il passo-gara successivamente messo in mostra da Canet (4″5 di vantaggio effettivi, 6″ all’esposizione della bandiera a scacchi) ha relegato il miglior ‘Rookie’ del CEV Moto3 al secondo posto. Canet con la Honda NSF250RW HRC del Monlau Competición ha così messo a segno la terza vittoria stagionale dopo Le Mans e Gara 1 a Barcelona, viatico per condurre la generale con 31 lunghezze su di un ‘disperato’ Mir, 36 a scapito di Bulega che si è rifatto sotto grazie al terzo podio 2015 e quinto in carriera nel CEV Moto3. L’Italia trova così un proprio rappresentante sul podio al culmine di una corsa d’attacco che gli ha permesso di distanziare Albert Arenas (3°), ma non l’unico dei nostri in evidenza oggi ad Albacete. Scattato dalla terza fila, Stefano Valtulini con la KTM della Sic 58 Squadra Corse ha confermato il proprio potenziale velocistico già ampiamente espresso al MotorLand Aragón di Alcañiz (spettacolare 2° posto in Gara 1) transitando sul traguardo in 4° posizione, vincitore della volata con la Mahindra Aspar condotta da Aron Polanco. Con i 13 punti totalizzati ‘Valtu’ sale così al settimo posto in campionato non distante dai piloti che lo precedono come il capoclassifica della Red Bull MotoGP Rookies Cup Bo Bendsneyder (oggi 6°), Albert Arenas e Khairul Idham Pawi (7° in rimonta dopo qualifiche tormentate), meglio rispetto a Lorenzo Dalla Porta finito a terra nel corso dell’ottavo giro quando si ritrovava potenzialmente in corsa per un posto sul podio. Sempre a proposito dei nostri portabandiera, sfiorano la top-10 Tony Arbolino (11° dopo esser partito dalla 24° casella) e Lorenzo Petrarca (buon 12° posto), chiude 15° Davide Pizzoli complice un ‘ride through’ per partenza palesemente anticipata allo spegnimento del semaforo mentre Marco Bezzecchi è uscito di scena al terzo dei diciannove giri in programma. Per il CEV Moto3 prossimo appuntamento dal 2 al 4 ottobre prossimi al Circuito de Navarra. Cronaca di Gara Pista completamente asciutta allo spegnimento del semaforo delle 13:00 con Aron Canet che scatta dalla pole affiancato in prima fila da Joan Mir e dal nostro Niccolò Bulega, suo malgrado dalla seconda Davide Pizzoli anticipa di gran lunga lo start e sarà costretto, già alla chiusura del primo giro, a scontare un doveroso ride through: in rimonta porterà a termine la gara in quindicesima posizione. Là davanti sin dalle battute iniziali della contesa il leit-motiv è il duello tra Mir e Canet, con quest’ordine ai primi due posti riuscendo a costruire in un lampo un consistente vantaggio di 1″4 nei confronti di Arenas, terzo con a seguire Bulega, Dalla Porta, Masia, Bezzecchi è 9° con Valtulini 10°, Arbolino 23° in rimonta mentre finisce a terra Martin Vanhaeren con la FTR-KTM preparata da KRP. Al terzo giro, proprio quando Bezzecchi si ritrova costretto alla resa, Joan Mir trova lo spunto giusto per guadagnare un margine quantificabile in poco meno di 1″ rispetto a Canet con il maiorchino che prevedibilmente prova a scappar via anche a scapito dei piloti in bagarre per il terzo gradino del podio: al quarto giro Arenas commette una sbavatura che consente infatti ai nostri Dalla Porta e Bulega di portarsi rispettivamente in terza e quarta piazza. Si arriva al quinto dei diciannove giri previsti e si registra il colpo di scena che caratterizzerà la contesa: alla staccata della curva 1 Joan Mir sbaglia-e-paga ritrovandosi mestamente a terra, ma soprattutto impossibilitato a ripartire. Pesante ‘zero’ ai fini-campionato per l’alfiere del Team Machado, porte spalancate a Canet il quale conduce ora davanti a Bulega che, al sesto giro, riesce nell’intento di sfilare Dalla Porta. Buon momento per il rappresentante della VR46 Riders Academy e per Stefano Valtulini positivo 6°, non per Lorenzo Dalla Porta che nel corso del nono giro finisce a terra ed è costretto a salutare la compagnia. Contemporaneamente a questo errore Bulega ha di fatto ripreso Canet e riesce nell’intento di passare Canet per la leadership nel corso del decimo giro alla staccata della curva 8. Apparentemente il pluri-Campione italiano MiniGP e PreGP sembra avere del margine per abbozzare un tentativo di fuga, ma con il prosieguo della corsa si rivelerà soltanto una fase interlocutoria. Canet si tiene qualcosa nel taschino e, favorito da un errore dello stesso #46 all’uscita della curva che immette sul rettifilo dei box, torna in testa all’inizio della dodicesima tornata riuscendo da lì a poco a costruire un consistente vantaggio sul nostro portabandiera. Bulega, 2°, vede il proprio gap salire da 1″3 ai 4″ effettivi, ma trova piena consolazione nel fatto di staccare Arenas (3° in solitaria) così come gli altri inseguitori capeggiati da un convincente Stefano Valtulini, quarto e vincitore del duello con Aaron Polanco. Non ci saranno più cambiamenti all’esposizione della bandiera a scacchi con Canet per la terza volta quest’anno in trionfo davanti a Bulega e Arenas, Valtulini 4° precede Polanco, Bendsneyder, Idham Pawi (7° in rimonta), sfiora la top-10 dopo qualifiche tormentate Arbolino con Petrarca 12° e Pizzoli 15°. FIM CEV Repsol 2015 Circuito de Albacete CEV Moto3, Classifica Gara 01- Aron Canet – Junior Team Estrella Galicia 0,0 – Honda NSF250RW – 19 giri in 30’38.996 02- Nicolò Bulega – Junior Team VR46 Riders Academy – KTM RC 250 GP – + 6.098 03- Albert Arenas – LaGlisse Academy – Husqvarna FR 250 GP – + 9.895 04- Stefano Valtulini – Sic 58 Squadra Corse – KTM RC 250 GP – + 13.417 05- Aaron Polanco – Aspar Team Mahindra – Mahindra MGP3O – + 13.544 06- Bo Bendsneyder – Dutch Racing Team – FTR TKRP Honda – + 15.638 07- Khairul Idham Pawi – Honda Team Asia – TSR3 Honda – + 18.057 08- Jaume Masia – Junior Team Estrella Galicia 0,0 – Honda NSF250RW – + 26.844 09- Kaito Toba – Asia Talent Team – Honda NSF250R – + 27.063 10- Yuta Date – Asia Talent Team – Honda NSF250R – + 28.188 11- Tony Arbolino – Sic 58 Squadra Corse – KTM RC 250 GP – + 29.027 12- Lorenzo Petrarca – TMR Competicion – KTM RC 250 GP – + 30.626 13- Aleix Viu – Bradol Larresport – FTR Honda M312 – + 33.326 14- Adam Norrodin – Asia Talent Team – Honda NSF250R – + 39.669 15- Davide Pizzoli – LaGlisse Academy – Husqvarna FR 250 GP – + 40.204 16- Sena Yamada – Junior Team Estrella Galicia 0,0 – Honda NSF250RW – + 46.291 17- David Sanchis – Machado Leopard Junior Team – Ioda TR004 Honda – + 51.925 18- Lawson Walters – H43 Team Nobby Blumaq Talasur – KTM RC 250 GP – + 1’07.445 19- Loris Cresson – TMR Competicion – KTM RC 250 GP – + 1’09.351 20- Juanjo Nunez – Ongetta Junior Team – Honda NSF250RW – + 1’14.763 21- Gabriel Martinez – Motomex Worldwide – Mahindra MGP3O – + 1’33.923 Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy