CEV Moto2 Valencia Gara: seconda vittoria di Hafizh Syahrin

CEV Moto2 Valencia Gara: seconda vittoria di Hafizh Syahrin

Il malese batte Marinelarena e Ramos

Commenta per primo!

Correrà nel mondiale a tempo pieno nel 2014 sempre con il Team Stylobike, KALEX ed il supporto di Petronas, ma Hafizh Syahrin, giovane e promettente pilota malese già con cinque (convincenti) apparizioni nella serie iridata a cominciare dal sensazionale 4° posto assoluto a Sepang nel 2012, c’è tanta voglia di archiviare questo suo biennio di formazione agonistica nel CEV Moto2 nel miglior modo possibile. Autore quest’anno della prima pole (a Barcellona) e della prima vittoria (ad Albacete) in carriera nel Campeonato de España de Velocidad, al Circuit de la Comunitat Valenciana Ricardo Tormo “Pescao” si è ripetuto al culmine di una spettacolare gara con tre legittimi pretendenti alla vittoria. Gestendo al meglio gli pneumatici Michelin sulla distanza, nel finale il portacolori Petronas Raceline Malaysia ha trovato lo spunto giusto per sferrare l’attacco decisivo per la vittoria su Alejandro Marinelarena, autore di un’apprezzabile “Remontada”, ma costretto ad alzare bandiera bianca nei confronti del determinatissimo pilota malese giunto alla seconda affermazione stagionale, bel biglietto da visita da presentare l’anno prossimo nel mondiale di categoria. Con Syahrin nuovamente sul gradino più alto del podio, la contesa a Valencia ha sortito anche effetti nella corsa al titolo di categoria con tutto posticipato di sette giorni a Jerez de la Frontera. Ad un passo dal sfruttare il secondo match-point campionato a disposizione, Roman Ramos con la Ariane2 del Team Stratos ha perso terreno negli ultimi giri lasciando il secondo posto ad Alejandro Marinelarena, reduce da 7 giorni particolarmente impegnativi (mondiale Moto2 con Blusens Avintia, test a Jerez con Tech 3 per il 2014 e CEV a Valencia), ma con la KALEX 2012 ex-Redding del TargoBank CNS Motorsport in grado di sfiorare la vittoria e tenere aperti i giochi-campionato scontando tuttavia 20 punti di svantaggio da Ramos con più soltanto la “finale” di Jerez in programma. Se Hafizh Syahrin, Alejandro Marinelarena e Roman Ramos hanno monopolizzato la contesa, ha concluso al quarto posto il colombiano Santiago Hernandez (fratello di Yonny, pilota Ducati Pramac MotoGP), più fortunato rispetto al compagno di squadra in TSR Motorsports ed ex-vice-Campione del Mondo 250cc Sebastian Porto, al rientro nel motociclismo europeo con il titolo argentino Supersport in tasca, suo malgrado costretto al ritiro nei primi giri dopo il 3° crono assoluto nelle qualifiche ed un combattivo start. Sfortunato Sebastian Porto Porto cercherà di rifarsi tra pochi giorni a Jerez (e nelle due programmate wild card mondiali per il 2014), lasciando così oggi a Valencia un piazzamento nella top-5 a Russell Gomez (5° con la AJR del H43 Team Nobby Talasur Blumaq) seguito da Angel Poyatos (Suter Halcourier MS), Jesko Raffin (7° su Pons KALEX) ed Elena Rosell, risalita in sella ad una Moto2 dopo l’esperienza “mondiale” del 2012, ottava con la Suter del PL Racing a precedere Andres Gonzales e l’ex Speed Up e Technomag CIP della serie iridata Valentin Debise, decimo con la sperimentale TransFIORmers già intravista nel mondiale da wild card a Brno. Con Oscar Climent 11° seguito dall’ex protagonista della Red Bull MotoGP Rookies Cup Lukas Trautmann (12°), in zona punti all’esordio tra le Moto2 ha concluso Federico Fuligni, buon 14° con una Suter MMX2 ex-Gresini Racing schierata dal Team Elle2 Ciatti, mentre Andrea Zappa è 25° (4° di classe) con una Honda CBR 600RR iscritta dal Tecnica Moto Racing Team nella Superstock 600 vinta da Javier Francisco Hidalgo (Kawasaki Ninja ZX-6R del Bruno Performance). Cronaca di Gara Scatta nuovamente dalla pole position il malese Hafizh Syahrin affiancato in prima fila dal capoclassifica Ramon Ramos (al secondo “match point” campionato) ed il rientrante Sebastian Porto, dalla seconda Alejandro Marinelarena, costretto a vincere per sperare di rientrare in corsa per il titolo di categoria. Allo spegnimento del semaforo, nonostante un buono spunto della Ariane2 #40, è Syahrin a conquistare l’hole-shot alla staccata della “Aspar” su Ramos, Porto, Hernandez e Marinelarena, il portacolori del Team Stratos non aspetta e già alla “Doohan” attacca-e-passa il malese per la leadership. La corsa prosegue ed il pilota a farsi più notare è l’ex vice-Campione del Mondo 250cc Sebastian Porto, al curvone 13 autore di una spaventosa sbacchettata che spalanca la porta a Marinelarena, riuscendo a stare in sella per miracolo. L’argentino perde progressivamente terreno, non Ramos e Syahrin che ingaggiano subito un bel duello lasciando a 1″4 Marinelarena in bagarre con il sorprendente Lucas Mahias, a seguire Santiago Hernandez ed il già menzionato Sebastian Porto. Al terzo dei 19 giri previsti è sempre lotta aperta tra Ramos e Syahrin con quest’ultimo che riuscirà a sferrare l’attacco decisivo per il primato soltanto al sesto passaggio, iniziando la fuga per una potenziale seconda vittoria nel CEV Moto2. Si mettono bene le cose per “Pescao”, non per Ramos: la bagarre con il pilota patrocinato da Petronas ha permesso a Marinelarena di rifarsi sotto, non proprio il massimo pensando al campionato. Syahrin, Ramos e Marinelarena al giro di boa della contesa sono racchiusi più soltanto in 1″7, sconta 4″6 dalla quarta posizione Santiago Hernandez, a seguire Russell Gomez quinto precede Poyatos, Raffin, Climent, Gonzales ed Elena Rosell 10° con il nostro Federico Fuligni 15°. Federico Fuligni in zona punti Giunti a 6 giri dal termine visivamente i piloti di testa iniziano a “scivolare” sul posteriore proprio a cominciare dal leader Syahrin che, anche a causa di un doppiaggio, lascia per strada tutto il vantaggio acquisito ed alla curva 5 si vede sorprendere da Ramos ce si riporta in testa. In un lampo si ricompatta il terzetto di testa con Ramos, Syahrin e Marinelarena in piena corsa per la vittoria, in difficoltà adesso c’è ora “Pescao”: alla curva 4 con più soltanto 4 giri da completare si vede passare da uno scatenato Marinelarena, tanto determinato da concretizzare il sorpasso su Ramos in un lampo, perso dalla regia televisiva. La situazione cambia repentinamente per un finale dall’alto tasso di spettacolarità: Syahrin si porta in seconda posizione proprio all’inizio dell’ultimo giro e, senza indugi, attacca-e-passa Marinelarena per la leadership. Alejandro risponde con una staccata tutta di traverso alla “Nieto”, alla “Curva de la Afición” i due rischiano il contatto, ma è il malese il più deciso tanto da aggiudicarsi la vittoria davanti a Marinelarena e Ramos: per il campionato tutto si deciderà tra 7 giorni a Jerez de la Frontera. CEV Repsol Moto2 2013 Circuit de la Comunitat Valenciana Ricardo Tormo, Classifica Gara 01- Hafizh Syahrin – Petronas Raceline Malaysia – KALEX Moto2 – 1’36.847 02- Alejandro Marinelarena – TargoBank Motorsport – KALEX Moto2 – + 0.388 03- Roman Ramos – Team Stratos – Ariane2 – + 0.642 04- Santiago Hernandez – TSR Motorsports – KALEX Moto2 – + 8.360 05- Russell Gomez – H43 Team Nobby Talasur Blumaq – AJR Moto2 – + 17.082 06- Angel Poyatos – Halcourier MS – Suter MMX2 – + 18.286 07- Jesko Raffin – Pons Racing – KALEX Moto2 – + 18.426 08- Elena Rosell – PL Racing Moto2 – Suter MMX2 – + 33.976 09- Andres Gonzales – MR Griful – AJR Moto2 – + 38.184 10- Valentin Debise – TransFIORmer Team – TransFIORmers Moto2 – + 40.039 11- Oscar Climent – Team Climent – MIR Racing Moto2 – + 40.360 12- Lukas Trautmann – MS Factory Racing – IAMT RP2 – + 48.344 13- Pedro Rodriguez – Halcourier MS – Suter MMX2 – + 48.937 14- Federico Fuligni – Elle2 Ciatti – Suter MMX2 – + 49.563 15- Edgar Pons – Pons Racing – KALEX Moto2 – + 53.528 16- Juan Solorza – Team Calvo – Suter MMX2 – + 59.679 17- Javier Francisco Hidalgo – Bruno Performance – Kawasaki ZX-6R – + 1’01.781 (STK600) 18- Lucas Mahias – Equipe de France – Suter MMX2 – + 1’07.866 19- Antonio Alarte – PL Racing Moto2 – Suter MMX2 – + 1’16.617 20- Robert Gull – Team Stratos – Ariane2 – + 1’17.112 21- Jesus Alconchel – Transtasa Macisa – Yamaha YZF R6 – + 1’23.340 (STK600) 22- Antonio Train – TMR Competicion – Yamaha YZF R6 – + 1’24.172 (STK600) 23- Saeed Al Sulaiti – QMMF Racing Team – Moriwaki MD600 – + 1’24.672 24- Nasser Al Malki – QMMF Racing Team – Moriwaki MD600 – + 1’24.782 25- Andrea Zappa – Tecnica Moto Racing Team – Honda CBR 600RR – + 1’26.846 (STK600) 26- Miquel Pons – dVRacing Grup Pons – Yamaha YZF R6 – + 1’26.853 (STK600) 27- Thomas Sigvartsen – H43 Team Nobby Talasur Blumaq – AJR Moto2 – + 1’27.156 28- Abian Santana – Andalucia Cadiz Pastrana Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 1’39.224 (STK600) 29- Pierre Texier – Tex Racing – Yamaha YZF R6 – + 1’39.716 (STK600) 30- Jorge Arroyo – Andalucia Caiz Pastrana Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 2’14.078 (STK600) 31- Marcus Woodbine – Wilson Racing – Harris Moto2 – a 1 giro 32- Samuel Rankin – H43 Team Nobby Talasur Blumaq – AJR Moto2 – a 1 giro Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy