CEV Moto2: nuovi, artigianali progetti dalla Spagna crescono

CEV Moto2: nuovi, artigianali progetti dalla Spagna crescono

GPE, MIR, Hune…

Commenta per primo!

Ha costretto le squadre a qualche spesa in più del preventivato, ma se non altro la creazione (anticipata di 1 anni rispetto al previsto) della classe Moto2 nel CEV ha portato un interesse non da poco a livello mediatico e… tecnico. Tanti sono i progetti in cantiere da rinomati telaisti, “artisti” della moto o anche dalle stesse squadre. Prendi un motore Honda CBR 600RR di serie, versione ’08 o ’09 (forniti da Honda Spain a prezzo “di favore”), leggi il regolamento e dai sfogo al proprio ingegno. C’è da dire che al di là di Suter, Moriwaki o Harris, nel CEV troveremo tante Moto2 “artigianali” da seguire con particolare interesse. Oggi prendiamo in esame tre progetti, a partire dalla GPE. La GPE Moto2 Voluta da Eduard Blanch, ha già corso per gran parte della stagione 2009 con Daniel Arcas sotto le insegne AJR La Selva, riuscendo anche in qualche prova a “vincere” la propria classe. Nel 2010 sono previste una decina (!) di moto al via, affidate al team interno Motorrad Competicion ed una serie di squadre clienti. Correrà con la GPE Moto2 anche Carla Caldarer, motociclista ex-campionessa del Trial intenzionata a correre nel mondiale 2010. Il progetto dell'Hune Racing Team Altro progetto per Hune Racing Team, una delle squadre pluri-decorate della classe 125 che ha deciso di fare il grande salto nella Moto2 affidandosi ad uno studio dell’Università Carlos III di Madrid, reparto MAQ-LAB. Il risultato è una Moto2 ancora “work in progress”, basata su di uno schema Yamaha, ma che arriverà pronta per il round di apertura della stagione 2010. Pilota scelto Borja Maestro, con una buona esperienza sulle spalle in tanti anni di 125cc. Il telaio della MIR Racing Per chiudere doveroso dar spazio alla MIR Racing interamente progettata, studiata, sviluppata e portata in pista a Valencia. La struttura di Julian Miralles ha basato il telaio della propria MIR Moto2 sulle specifiche Honda CBR 600RR, mentre per quanto concerne la parte aerodinamica ci si è rivolti al Politecnico di Valencia. La MIR è già scesa in pista a Cheste, con una carenatura provvisoria di una CBR, e potrebbe esser condotta nel CEV da Angel Rodriguez, un nome garanzia di velocità e successo (recordman di vittorie tra 125 e Supersport in Spagna).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy