CEV Moto2 Jerez Gara: vince Marinelarena, Porto 3°, Ramos Campione

CEV Moto2 Jerez Gara: vince Marinelarena, Porto 3°, Ramos Campione

Trionfo tutto iberico in Moto2

Commenta per primo!

Alejandro Marinelarena vince e convince, con il secondo posto Hafizh Syahrin si riconferma tra i piloti da seguire con un occhio di riguardo nel mondiale Moto2 2014, Sebastian Porto 3° ritrova otto anno dopo un podio “europeo”, ma a Jerez de la Frontera nell’atto conclusivo del CEV Moto2 la festa è tutta per Roman Ramos, nuovo Campione della formula 600cc 4 tempi monomotore Honda e monogomma Michelin. Classe ’91 di Santa Maria de Cayon, da diversi anni protagonista della classe Moto2 nel Campeonato de España de Velocidad con diverse comparsate nel mondiale di categoria da wild card e “sostituto” d’eccezione (quest’anno al Sachsenring con la Speed Up dell’Argiñano & Ginés Racing Team e al Motorland Aragón di Alcañiz con la MotoBI/TSR del Team JiR), Ramos si è potuto accontentare oggi del quinto posto sul traguardo per concretizzare un trionfo senza precedenti nella storia del CEV, 100 % “Made in Spain”: pilota, moto (la Ariane2 realizzata da ArianeTech Ingeniería) e squadra (Team Stratos). Meritato trionfo per Ramos in una stagione che lo ha visto conquistare due vittorie (Gara 1 ad Aragón e Albacete-1) e otto podi nelle prime otto gare disputate, destinato l’anno prossimo a difendere la tabella #1 nel CEV Moto2, passando tuttavia alla KALEX del TSR Motorsport. Con Ramos, ArianeTech ed il Team Stratos in trionfo, l’odierna gara a Jerez de la Frontera ha visto nuovamente salire sul gradino più alto del podio Alejandro Marinelarena, con la KALEX 2012 ex-Redding del TargoBank CNS Motorsport giunto alla quarta affermazione stagionale (due con Suter, altrettante con KALEX) e a soli 6 punti dal titolo, congedandosi al meglio dal Campeonato de España de Velocidad in attesa di disputare il mondiale 2014 con Tech 3. Sempre nella serie iridata correrà il malese Hafizh Syahrin, secondo oggi con la KALEX del Team Stylobike iscritta sotto le insegne del Petronas Raceline Malaysia, distanziando l’ex vice-Campione del Mondo 250cc (e vincitore quest’anno del campionato argentino Supersport) Sebastian Porto, terzo con la KALEX del TSR Motorsport ritrovando un podio nel Vecchio Continente che gli mancava da otto anni, nello specifico dal secondo posto a Phillip Island nella classe 250cc 2005. Quarta vittoria per Alejandro Marinelarena Apprezzabile rientro nel motociclismo che conta per l’argentino atteso al via di diverse gare mondiali da wild card l’anno prossimo (round di casa al Circuito Termas de Rio Hondo in primis), altrettanto da rimarcare il quarto posto del giovane elvetico Jesko Raffin (Pons KALEX) ed il sesto del nostro Luca Vitali, all’esordio assoluto in Moto2 con una seconda Ariane2 del Team Stratos già tra i protagonisti della categoria. Bella prestazione dell’ex pilota del mondiale 125cc ed Europeo Superstock 600 (portacolori del Team Italia FMI nel 2012) in vista di un 2014 ai vertici della serie, ha proseguito l’apprendistato nella “middle class” anche Federico Fuligni, dopo il 14° posto di Valencia nuovamente a punti (1, 15°) con la Suter MMX2 del sodalizio tra Elle2 Ciatti e Gresini Racing. Nella classe Superstock 600, introdotta quest’anno per rimpolpare lo schieramento del CEV Moto2, vittoria per Ferran Casas (Suzuki GSX-R 600 del FC Team 57) con Miquel Pons vincitore della “RFME Copa de España de Superstock 600”, 24° assoluto e 6° di classe il nostro Marco De Luca in sella alla Yamaha R6 del Bike e Motor Racing Team. Cronaca di Gara Grazie ad un sensazionale crono di 1’43″909 Alejandro Marinelarena scatta dalla pole affiancato in un’internazionale prima fila tutta-KALEX da Hafizh Syahrin e Sebastian Porto, apre la seconda il capoclassifica di campionato Roman Ramos che potrà amministrare un “tesoretto” di 20 punti in campionato per laurearsi Campione CEV Moto2 2013. Allo spegnimento del semaforo Syahrin sembra avere il miglior spunto, ma è proprio Marinelarena a conquistare l’hole-shot alla staccata della “Expo 92” davanti al già menzionato “Pescao”, Ramos, Porto, Raffin, Mahias, Hernandez e Poyatos. Non ci sono ulteriori stravolgimenti di classifica, almeno fino alla consueta ultima curva: Marinelarena arriva fuori traiettoria, ci si infila Syahrin, i due sfiorano il contatto con il malese che riesce ad approffittare della situazione e guadagnare la testa della corsa, fa lo stesso Porto alle loro spalle a scapito di Ramos per la terza piazza. Il capoclassifica di campionato sembra incontrare più problemi del previsto in queste prime battute ella contesa, alla “Peloqui” al secondo giro dà strada anche a Jesko Raffin ritrovandosi ora a stretto contatto con un combattivo Lucas Mahias con la Suter MMX2 vestita dei colori dell’Equipe de France. Tutt’altra vita per Alejandro Marinelarena, costretto a vincere e… sperare: per prima cosa il futuro portacolori Tech 3 nel mondiale di categoria decide al quarto giro di rompere gli indugi su Syahrin per la leadership alla “Dry Sac”, ma finisce fuori traiettoria dovendo riaccordarsi alla KALEX verde-azzurra Petronas. Stesso punto, medesima manovra, questa volta nel corso del 5° giro il sorpasso riesce all’originario dell’Aragona quando si è ormai giunti ad 1/3 della distanza di gara. Dopo questa perfezionistica manovra di Marinelarena la corsa si “addormenta” un pò in termini di spettacolarità, ma si “risveglia” proprio al giro di boa: al 9° giro alla “Dry Sac” tre iscritti della classe Superstock 600 si ritrovano a terra con conseguente rischio di lasciare dell’olio in piena traiettoria, ma i piloti di testa transitano per quel punto senza alcun tipo di problema. Positivo esordio per Luca Vitali, sesto Sfrutta quest’occasione Hafizh Syahrin per ridurre in poche curve di mezzo secondo il gap da Marinelarena, ma quest’ultimo ci mette poco a ristabilire le distanze anche con Sebastian Porto (saldamente al terzo posto) e Roman Ramos, ora sesto lasciando strada per la quinta piazza a Lucas Mahias pensando esclusivamente al campionato. Le uniche preoccupazioni dei grandi protagonisti della corsa sono i doppiaggi negli ultimi giri, ma fortunatamente non sortiscono alcuna problematica per il vincitore Alejandro Marinelarena, per Hafizh Syahrin e Sebastian Porto rispettivamente 2° e 3° a completare il podio, ma soprattutto per Roman Ramos, quinto sul traguardo e Campione CEV Moto2 2013. CEV Repsol Moto2 2013 Circuito de Jerez, Classifica Gara 01- Alejandro Marinelarena – TargoBank Motorsport – KALEX Moto2 – 17 giri in 29’51.169 02- Hafizh Syahrin – Petronas Raceline Malaysia – KALEX Moto2 – + 0.869 03- Sebastian Porto – TSR Motorsport – KALEX Moto2 – + 3.207 04- Jesko Raffin – Pons Racing – KALEX Moto2 – + 18.773 05- Roman Ramos – Team Stratos – Ariane2 – + 29.820 06- Luca Vitali – Team Stratos – Ariane2 – + 32.524 07- Santiago Hernandez – TSR Motorsport – KALEX Moto2 – + 32.556 08- Edgar Pons – Pons Racing – KALEX Moto2 – + 33.185 09- Russell Gomez – H43 Team Nobby Talasur Blumaq – AJR Moto2 – + 33.907 10- Angel Poyatos – Halcourier MS – Suter MMX2 – + 35.116 11- Lukas Trautmann – MS Factory Racing – IAMT RP2 – + 41.675 12- Andres Gonzales – MR Griful – AJR Moto2 – + 45.559 13- Valentin Debise – Promoto Sport Team – TransFIORmers Moto2 – + 45.570 14- Pedro Rodriguez – Halcourier MS – Suter MMX2 – + 57.802 15- Federico Fuligni – Ciatti Gresini – Suter MMX2 – + 57.876 16- James Folkard – Team FTR Palmeto – FTR Moto M212 – + 1’13.497 17- Ferran Casas – FC Team 57 – Suzuki GSX-R 600 – + 1’13.896 (STK600) 18- Alexander Mateos – Team Torrento – Yamaha YZF R6 – + 1’14.141 (STK600) 19- Jorge Arroyo – Andalucia Cadiz Pastrana Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 1’43.015 (STK600) 20- Santiago Mangas – Kawasaki Palmeto PL Racing – Kawasaki ZX-6R – + 1’45.757 (STK600) 21- Miquel Pons – dVRacing Grup Pons – Yamaha YZF R6 – + 3’51.690 (STK600) 22- Marcus Woodbine – Wilson Racing – Harris Moto2 – a 1 giro 23- Samuel Rankin – H43 Team Nobby Talasur Blumaq – AJR Moto2 – a 1 giro 24- Marco De Luca – Bike e Motor Racing Team – Yamaha YZF R6 – a 1 giro (STK600) 25- Jose David Guzman – KRS Team – Kawasaki ZX-6R – a 1 giro (STK600) 26- Robert Gull – Team Stratos – Ariane2 – a 5 giri Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy