CEV Moto2 Aragon Gara: dominio di Jordi Torres, Roman Ramos secondo

CEV Moto2 Aragon Gara: dominio di Jordi Torres, Roman Ramos secondo

D’Annunzio 10° primo italiano

Commenta per primo!

Con il suo più diretto avversario Alejandro Marinelarena a terra in due distinte occasioni e protagonista di un errore al primo dei 15 giri previsti, Jordi Torres, campione in carica e capo-classifica di campionato, non ha avuto problemi nel dominare la terza prova stagionale del CEV Moto2 andata in scena al “Motorland Aragon” di Alcaniz. Il pilota catalano, portacolori del pluri-decorato Team LaGlisse, ha dato vita ad un “grand chelem” senza possibilità di replica per gli avversari: con la propria Suter MMXII si è aggiudicato pole, vittoria, il giro più veloce della corsa ritrovandosi in testa dal primo all’ultimo giro. Niente da fare per la concorrenza, con il campione europeo Supersport in carica (vittorioso della finale in prova unica ad Albacete lo scorso mese di ottobre) alla personale 6° affermazione nella categoria, prossimo a correre “in casa” a Barcellona nel mondiale Moto2 da sostituto dell’infortunato Xavier Simeon con la Tech 3 ufficiale tra 7 giorni. Con “Torres como Corres” saldamente al comando della classifica, sul podio ha portato al miglior piazzamento di sempre la Ariane2 il sempre coriaceo Roman Ramos, secondo lasciandosi alle spalle Kenny Noyes (3° su Suter Palmeto, “riserva” di Hector Barbera con il team Pramac Ducati MotoGP e con due anni di esperienza nel Motomondiale), seguiti a distanza dal colombiano Santiago Hernandez, 4° complice un errore a metà gara, ma pur sempre mai così in alto in carriera nel CEV Moto2 con la AJR del Halcourier MS. Con il portacolori del Grand Prix Team Switzerland Jesko Raffin 5° con la KALEX del AJRacing a precedere il sudafricano Steven Odendaal (Suter LaGlisse) ed il malese ex-protagonista del FIM Asia Road Race Championship Hafizh Syahrin (FTR del team Petronas Stylobike), il “derby” tricolore è stato vinto da Federico D’Annunzio, 10° dopo prove complicate per diversi problemi alla propria Harris Moto2, seguito a breve distanza dal campione italiano in carica Alessandro Andreozzi, 11° con la FTR dell’omonimo team. Per il CEV Moto2 il prossimo appuntamento è in programma il 24 giugno al Circuit de Catalunya di Barcellona, proprio in casa del leader e campione in carica Jordi Torres.. Cronaca di Gara Condizioni climatiche ottimali a mezzogiorno in punto per questo terzo appuntamento stagionale del CEV Moto2 in programma al Motorland Aragon di Alcaniz. Jordi Torres scatta per la terza volta in carriera dalla pole con accanto in prima fila la Suter di Marinelarena e la sperimentale Ariane2 di Roman Ramos, indietro gli italiani: 13esimo il campione CIV Moto2 in carica Alessandro Andreozzi (iscritto da “wild card”), 18esimo con qualche problema di troppo alla propria Harris Federico D’Annunzio. Quindici giri da completare con lo spegnimento del semaforo che premia Roman Ramos, protagonista di uno scatto da “centometrista” tanto da conquistare l’hole-shot alla prima curva su Torres, Marinelarena (“spinto” proprio dal campione in carica fuori traiettoria), Noyes, Hernandez e Gomez autore di una plateale partenza anticipata con l’inevitabile conseguenza di dover scontare al secondo giro un “ride through”. Non ha di questi problemi Torres che proprio al primo giro decide di rompere gli indugi, passa alla curva 12 Ramos e si porta al comando. Marinelarena, sulla carta l’unico potenziale avversari stando ai riscontri emersi dalle prove, prova a emulare il pilota LaGlisse, ma sbaglia tutto proprio due curve più tardi alla 14: arriva lunghissimo in staccata, attraversa le vie di fuga e, per un miracolo, riuscirà a stare in sella alla Suter #92 salvo ripartire soltanto in 19esima posizione. La corsa perde così già uno degli attesi protagonisti, ma poco male: là davanti è lotta aperta per il primato tra Torres e Ramos, dietro Noyes 3° sconta già 1″, a seguire Odendaal, il malese Syahrin, Santi Hernandez, Koyama, Raffin con i nostri Andreozzi e D’Annunzio rispettivamente in 11esima e 13esima posizione al termine del primo giro di gara. La gara non sembra offrire grande spettacolo in queste prime fasi della contesa: doveroso dare uno sguardo alle retrovie con Andres Gonzales, giovane pilota del team MR Griful, che centra alla curva 12 l’australiano sul podio a Jerez Kris McLaren con il risultato di ritrovare entrambi a terra e fuori gara dopo soltanto 2 giri. Stesso punto, poco più tardi, sempre Alejandro Marinelarena si evidenzia in negativo con una scivolata nel tentativo di recuperare posizioni (era già 12° a ridosso dei nostri Andreozzi e D’Annunzio) dopo l’errore al primo via. Tutto finito? Nient’affatto: dopo la (seconda) ripartenza, al 7° giro è di nuovo a terra, questa volta alla curva 13. Incredibile. Restano così più soltanto 23 piloti in gara, ma con soltanto 1 grandissimo protagonista, quel Jordi Torres che vola a + 3″3 su Ramos avvicinato in prospettiva da Noyes, a seguire Santi Hernandez (seguito al proprio box dal fratello Yonny, pilota Avintia Blusens BQR in MotoGP) e Jesko Raffin, buon quinto con la KALEX assistita dal Gran Prix Team Switzerland, mentre i nostri Andreozzi (10°) e D’Annunzio (11°) navigano a ridosso della top-10. Non ci sono grandi emozioni, ma al 10° giro Kenny Noyes rischia di perdere in pieno curvone 11 la propria Suter con il risultato di vedersi avvicinato da Santi Hernandez. Il colombiano ci prova subito, ma in stile-Marinelarena esagera alla staccata della 14 “tagliando” tutta la via di fuga rientrando in pieno rettilineo opposto ai box. Oggettivamente è questa l’unica emozione di una corsa soporifera che premia Jordi Torres, vincitore e sempre più leader della classifica di campionato, chiude 2° Ramos davanti a Noyes, Hernandez, Raffin e Odendaal. Gli italiani? Decimo D’Annunzio, undicesimo Andreozzi. CEV Buckler Moto2 2012 Motorland Aragon, Classifica Gara 01- Jordi Torres – JHK T-Shirt LaGlisse – Suter MMX – 15 giri in 29’06.209 02- Roman Ramos – Motorrad Competicion – Ariane2 – + 4.859 03- Kenny Noyes – PL Racing Moto2 – Suter MMX – + 5.935 04- Santiago Hernandez – Halcourier MS – AJR Moto2 – + 11.336 05- Jesko Raffin – AJRacing – KALEX Moto2 – + 16.905 06- Steven Odendaal – JHK T-Shirt LaGlisse – Suter MMX – + 16.980 07- Hafizh Syahrin – Petronas Raceline Malaysia – FTR Moto M211 – + 28.413 08- Ricardo Escalante – JHK T-Shirt LaGlisse – Suter MMX – + 28.816 09- Tomoyoshi Koyama – H43 Team Nobby – GPD Tecstra – + 40.884 10- Federico D’Annunzio – Wilmax Harris Racing – Harris Moto2 – + 52.473 11- Alessandro Andreozzi – Andreozzi Reparto Corse – FTR Moto M210 – + 57.207 12- Juan Solorza – PL Racing Moto2 – Suter MMX – + 57.291 13- Oscar Climent – Federacing Team Competition – MIR Racing Moto2 – + 1’03.109 14- Angel Molero – X-Bike – AJR Moto2 – + 1’05.602 15- Eric Granado – JiR Moto2 – MotoBI – + 1’06.468 16- Russell Gomez – Halcourier MS – AJR Moto2 – + 1’10.981 17- Nasser Al Malki – QMMF Racing Team – Moriwaki MD600 – + 1’13.713 18- Francisco Alviz – Andalucia Cadiz – AJR Moto2 – + 1’14.399 19- Javier Iturrioz – MR Griful Team – AJR Moto2 – + 1’35.130 20- Carlos Cejas – Wilmax Harris Racing – Harris Moto2 – + 1’43.198 21- Ruben Fenoll – Federacing Team Competition – MIR Racing Moto2 – + 1’44.496 22- Saeed Al Sulaiti – QMMF Racing Team – Moriwaki MD600 – a 1 giro 23- Luis Mora Gonzales – H43 Team Nobby – GPD Tecstra – a 3 giri Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy