CEV 125 Barcellona Gara: vince Alex Rins, Fenati sul podio

CEV 125 Barcellona Gara: vince Alex Rins, Fenati sul podio

Penalizzato Bagnaia, 3° sul traguardo

Commenta per primo!

Colpi di scena a ripetizione per la terza prova stagionale del CEV 125. Al Circuit de Catalunya di Barcellona, dove vinse lo scorso anno all’esordio tra le 125 da Gran Premio, Alex Rins conquista la seconda vittoria 2011 mettendo a segno un colpo importante in prospettiva campionato. Sul tracciato di casa il pupillo di Emilio Alzamora si era ritrovato in bagarre per tutta la distanza di gara con il suo compagno di squadra al Team Catalunya Caixa Repsol, Alex Marquez. Un confronto acceso che si è risolto soltanto a pochi metri dal traguardo, con il fratellino del Campione del Mondo 125cc in carica che ha commesso un banale errore a due curve dalla bandiera a scacchi ritrovandosi mestamente a terra.

Fuori gioco Alex Marquez, vince dunque Rins che allunga in classifica di campionato, ora con ben 25 punti di vantaggio grazie a due successi ed un secondo posto nelle prime tre gare stagionali. Al di fuori del contesto per la vittoria ha concluso in un’ottima seconda posizione il vice-campione italiano in carica nonchè attuale leader del CIV Miroslav Popov, schierato sempre dall’ElleGi Racing, pronto ad esordire nel mondiale tra due settimane in occasione del Gran Premio d’Italia al Mugello.

Buone notizie anche sul fronte tricolore con Romano Fenati terzo favorito dalla penalizzazione inflitta dalla direzione gara ad un altro italiano, Francesco Bagnaia, complice un sorpasso in regime di bandiera gialla. Con il pilota del Team Catalunya Caixa Repsol scivolato in 16° posizione, Fenati con la Aprilia del Team Italia Gabrielli ha centrato il primo podio nel CEV sfiorato nelle precedenti prove di Jerez e Motorland Aragon (4° per una manciata di centesimi), in attesa settimana prossima di dare l’assalto alla leadership nel Campionato Italiano Velocità con la “doppia” di Misano Adriatico.

Per completare il bilancio dei nostri portabandiera a Barcellona Niccolò Antonelli (Team Italia Gabrielli) dopo prove da protagonista ha concluso 9° davanti ad Andrea Mantovani (Ellegi Racing), Paolo Giacomini è 19° con Massimo Parziani (Faenza Racing) e Manuel Tatasciore (Tey Racing) usciti di scena nelle fasi iniziali della corsa. Da segnalare l’ottimo esordio di Syunya Mori, talento scoperto da Noboru Ueda che ha concluso sesto davanti alla motociclista più veloce della penisola iberica, Ana Carrasco, settima con la rosa Aprilia RSA del team Hype Energy, il tutto a 14 anni appena compiuti…

CEV Buckler 125 GP 2011
Barcellona, Classifica Gara

01- Alex Rins – Team Catalunya Caixa Repsol – Derbi RSW 125 – 15 giri in 28’43.455
02- Miroslav Popov – ElleGi Racing – Aprilia RSW 125 – + 16.146
03- Romano Fenati – Team Italia Gabrielli – Aprilia RSW 125 – + 18.157
04- Eric Granado – MIR Racing – Aprilia RSW 125 – + 23.052
05- Juanfran Guevara – Team Murcia Pramac – Aprilia RSW 125 – + 24.220
06- Syunya Mori – Team Nobby – Honda RS125R – + 35.262
07- Ana Carrasco – Hype Energy Gobayu.com – Aprilia RSA 125 – + 35.270
08- Daniel Ruiz – Larresport – Honda RS125R – + 37.478
09- Niccolò Antonelli – Team Italia Gabrielli – Aprilia RSW 125 – + 42.545
10- Andrea Mantovani – ElleGi Racing – Aprilia RSW 125 – + 52.171
11- Pedro Rodriguez – Turismo de Aragon DVJ – Aprilia RSW 125 – + 55.005
12- Morgan Berchet – Provence Moto Sport – Aprilia RSW 125 – + 57.915
13- Renald Castillon Gioanni – Equipe de France Vitesse – Honda RS125R – + 59.692
14- Ruben Gonzales – Wild Wolf MS – Aprilia RSW 125 – + 59.862
15- Sergio Mora – Heavy Rent Racing – Aprilia RSW 125 – + 1’12.885
16- Francesco Bagnaia – Team Catalunya Caixa Repsol – Derbi RSW 125 – + 1’17.340
17- Agusti Levy – L.K.V. SAG – Honda RS125R – + 1’18.272
18- Aitor Cremades – Team Quinto Almoradi – Aprilia RSW 125 – + 1’51.853
19- Paolo Giacomini – Team Italia Gabrielli – Aprilia RSW 125 – + 1’54.676
20- Alejandro Esteban – Bradol Angeles Gomez – Honda RS125R – a 1 giro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy