CEV Superbike Aragon Gara 1: Morales piega Barragan in volata

CEV Superbike Aragon Gara 1: Morales piega Barragan in volata

Spettacolare Gara 1 del CEV Superbike in Aragona: Carmelo Morales torna alla vittoria beffando al photofinish per soli 53 millesimi Santiago Barragan.

Il “Re” della categoria è tornato, ma che fatica! In Gara 1 del CEV Superbike andata in scena al MotorLand Aragón di Alcañiz Carmelo Morales si è assicurato la prima, perentoria affermazione stagionale riuscendo ad avere la meglio soltanto in volata e per l’inezia di 53 millesimi rispetto a Santiago Barragan, secondo e beffato all’esposizione della bandiera a scacchi dopo essersi inventato un sorpasso capolavoro al quindicesimo nonchè ultimo giro della corsa. Autore ieri della pole position, ‘Carmelito‘ ha corso di testa e di ‘manetta‘ per aggiudicarsi il primo trofeo del 2016, gestendo al meglio la Yamaha YZF-R1M del Team LaGlisse al fine di assicurarsi un’affermazione preziosa pensando alla classifica di campionato dopo lo zero subito, non per proprie colpe (bensì per il cedimento strutturale dello pneumatico posteriore Michelin…), lo scorso mese di aprile a Cheste. Con una R1M che pagava un (piccolo) dazio motoristico nel lungo rettifilo da oltre 1 chilometro opposto alla corsia dei box, Morales ha dovuto inventarsi qualcosa per fronteggiare la concorrenza delle missilistiche BMW preparate dal team EasyRace condotte da Barragan e Scheib, facendo la differenza soprattutto sul “misto” dei primi 2 settori del MotorLand Aragón.

Scattato non benissimo dalla pole tanto da vedersi sorprendere all’holeshot dal quattro volte iridato Endurance Anthony Delhalle (successivamente quarto in solitaria sul traguardo), Morales nei primi giri ha subito il doppio-attacco di Barragan e Scheib, lasciandoli “sfogare” prima della zampata finale. Al giro di boa della contesa il cinque volte Campione del CEV ha infatti sorpassato Scheib per la seconda posizione, completando l’opera al 9° dei 15 giri previsti con un deciso attacco su Barragan alla curva 5. Proprio ‘Santi‘, complice un errore di Scheib alla curva 12 nel corso della decima tornata, si è rivelato l’avversario più ostico da battere, al quale ha saputo resistere trovando opportune contromisure per fronteggiare il tentativo (riuscito) di riaggancio nel rush finale. Ritrovatisi affiancati nell’ultimo giro, Barragan ha sorpassato il #31 inventandosi un sorpasso mai visto prima alla curva 14: quando sembrava tutto fatto, Morales all’interno del curvone che immette sul rettilineo dei box è riuscito a riportarsi davanti e, per soli 53 millesimi, transitare da vincitore sul traguardo.

La grinta e la determinazione di Morales ha così fatto la differenza consegnandogli in un sol colpo 25 preziosi punti per la classifica e la vittoria numero 37 in carriera nel CEV, 32 delle quali conseguite proprio tra le ‘big bikes‘ (Superbike, Stock Extreme o Formula Extreme). Di fatto l’esperto pilota iberico si riappropria del riconoscimento di ‘Re‘ della serie aspettando la rivincita Gara 2 in programma alle 14:00 dove Santiago Barragan, ora secondo nella generale a -5 dal compagno di squadra Maximilian Scheib (3°), vorrà rifarsi ed andare a caccia di una vittoria che nel CEV gli manca ormai da un lustro a questa parte. Rispettati ampiamente i pronostici per quanto concerne il podio, il quattro volte Campione del Mondo Endurance Anthony Delhalle ha condotto la Suzuki GSX-R 1000 del JEG Racing di Juan Eric Gomez in quarta posizione assoluta a precedere Niko Makinen, quinto e con la R1M del Team Stratos nuovamente vincitore della graduatoria ‘Privados’ seguito da Oscar Climent (Yamaha CRT Motorsport) e dall’argentino Diego Pierluigi (Yamaha Quixote Yamalube). Niente da fare per Eeki Kuparinen, finito a terra giusto a tre giri dal termine per un proprio errore alla curva 7.

FIM CEV Superbike European Championship 2016
MotorLand Aragón
Classifica Gara 1

01- Carmelo Morales – Yamaha LaGlisse – Yamaha YZF R1 – 15 giri
02- Santiago Barragan – TargoBank EasyRace SBK – BMW S1000RR – + 0.053
03- Maximilian Scheib – TargoBank EasyRace SBK – BMW S1000RR – + 7.734
04- Anthony Delhalle – JEG Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 29.039
05- Niko Makinen – Leopard Yamaha Stratos – Yamaha YZF R1 – + 35.600
06- Oscar Climent – CRT Motorsport – Yamaha YZF R1 – + 39.744
07- Diego Pierluigi – Quixote Yamalube – Yamaha YZF R1 – + 40.558
08- Pierre Texier – TEX Racing – Kawasaki ZX-10R – + 49.837
09- Tiago Magalhaes – Oneundret Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1’01.804
10- Chris Cotton – JEG Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’03.086
11- Guillermo Llano – Leopard Yamaha Stratos – Yamaha YZF R1 – + 1’09.936
12- Thierry Mulot – JEG Ducati Motor – Ducati Panigale – + 1’27.355
13- Michael Møller Pedersen – Chronos Corse – Aprilia RSV4 RF – + 1’34.756
14- Valter Patronen – Motomarket Racing – BMW S1000RR – + 1’56.578
15- Mika Höglund – Leopard Yamaha Stratos – Yamaha YZF R1 – a 1 giro
16- Philippe Le Gallo – Yamaha LaGlisse – Yamaha YZF R1 – a 1 giro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy