CEV Moto3 Valencia Gara 1: ritorno vincente di Ramirez, Foggia 2°!

CEV Moto3 Valencia Gara 1: ritorno vincente di Ramirez, Foggia 2°!

Marcos Ramirez torna nel CEV Moto3 e conquista la vittoria, Dennis Foggia è 2° al debutto, Lorenzo Dalla Porta 5° con Stefano Manzi 7° in rimonta.

All’insegna dello spettacolo e di numerosi colpi di scena si apre la stagione 2016 del CEV Moto3 con un, strano da dirsi, inedito vincitore sul gradino più alto del podio e con i nostri portabandiera a tratti grandi protagonisti. Marcos Ramirez, tornato quest’anno nella formula 250cc 4 tempi dopo una vittoriosa parentesi nella Superstock 600 (integrata nel contesto del CEV Moto2) e qualche apparizione nel Mondiale Supersport, si è assicurato la prima vittoria in carriera nel CEV Moto3 al debutto con la KTM RC 250 GP gestita dal sodalizio tra Team Stratos e Leopard Racing a precedere due rookie: il nostro Dennis Foggia (2° con la KTM dello Junior Team VR46 Riders Academy) e Jeremy Alcoba, 3° su Honda Monlau in volata a scapito di Ayumu Sasaki (44 millesimi) con Lorenzo Dalla Porta quinto.

Rispettando le tematiche d’interesse della vigilia, la seconda edizione del Mondiale Junior FIM si è aperta con molteplici emozioni ed un combattivo gruppetto di testa formato da 6-7 piloti in costante bagarre. Da questa guerra fratricida ne è uscito fuori sulla distanza Marcos Ramirez, dai trascorsi vittoriosi nella Red Bull MotoGP Rookies Cup e con un titolo CEV Moto3 sfiorato (nel 2013 con Honda Monlau), tornato nella formula 250cc 4 tempi con un contratto siglato soltanto due settimane or sono ed in grado di regalare al Leopard Junior Team Stratos una spettacolare vittoria. Per il diciottenne di Conil si tratta della prima affermazione in carriera nel ‘Mundialito’ in una giornata che ha sancito una sorta di ricambio generale mettendo in mostra il potenziale velocistico di Dennis Foggia: ‘Missiletto’, al debutto nel CEV Moto3 ereditando la KTM della VR46 in trionfo lo scorso anno con Nicolò Bulega, ha disputato una gara di testa e senza commettere la benchè minima sbavatura assicurandosi un brillante secondo posto da ‘deb’.

Vittoria alla prima con Leopard Junior Stratos per Marcos Ramirez
Vittoria alla prima con Leopard Junior Stratos per Marcos Ramirez

Una performance niente male per il pilota capitolino tornato a correre in Spagna (nel 2013 concluse ad ex-aequo in testa alla graduatoria della MiniGP iberica) dopo una positiva stagione nel CIV Moto3 con RMU Racing ed un contratto in tasca con la VR46 Riders Academy di Valentino Rossi, in grado di battere nel confronto diretto un nuovo ‘fenomeno’ del motociclismo iberico come Jeremy Alcoba (con il team Honda Monlau di Emilio Alzamora passato dalla PreMoto3 alla Moto3 e già sul terzo gradino del podio!), a sua volta vincitore per soli 44 millesimi della volata con Ayumu Sasaki. In questo gruppetto ha perso contatto nel finale dopo esser scattato dalla pole ed una piccola sbavatura Lorenzo Dalla Porta, 5° su Husqvarna LaGlisse, con una top-10 che premia anche Stefano Manzi: scattato dalla 22esima casella, il diciassettenne pilota riminese al ritorno nel CEV dopo la parentesi Mondiale con il Team Italia ha concluso 7° in qualità di miglior Mahindra sul traguardo e, a tratti, risultato il più veloce in pista.

Sempre a proposito dei nostri portabandiera, gran gara con un amaro epilogo per Tony Arbolino (Honda Sic 58 Squadra Corse), finito a terra al 7° giro in piena curva 8 preceduto da Rory Skinner quando si stava ricongiungendo con i sei piloti di testa, 1 punticino all’attivo per Filippo Fuligni (KTM 42Motorsport) grazie al 15° posto finale, a seguire Yari Montella è 17° (Honda Sic 58 Squadra Corse), il giovanissimo Stefano Nepa è 19° (14 anni appena compiuti, al debutto nel CEV con la Mahindra del 3570 Racing Team), chiude 21° Walter Sulis con la Moto3 motorizzata Honda del glorioso Team Pileri preceduto da Alex Viu (Honda Larresport), vittorioso dell’inedita classe Moto3 Production. Corsa di fatto mai iniziata invece per Marco Bezzecchi mentre Davide Pizzoli, a seguito di un contatto al via con Masaki, è finito a terra in prossimità della curva ‘Doohan’: da questa carambola che ha coinvolto altri 4 piloti il pilota del 42Motorsport di Alex Rins ne è uscito illeso, nella speranza di rifarsi alle 15:00 in Gara 2.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy