CEV Moto2 Valencia Qualifiche: Granado in pole, Cretaro tra le STK600

CEV Moto2 Valencia Qualifiche: Granado in pole, Cretaro tra le STK600

Eric Granado a Valencia diventa il primo brasiliano ad assicurarsi una pole nel CEV Moto2, a Valencia Fuligni 6° in griglia, 7° Cavalieri, Jacopo Cretaro poleman tra le STK600.

La prima pole di un pilota carioca nella storia del CEV porta la firma di Eric Granado. Il pilota brasiliano, nuovamente al via della classe Moto2 sempre con una KALEX del Promoracing che vede Raul Jara presente in qualità di Team Manager, ha avuto vita facile nel doppio-turno di qualifiche al Circuit de la Comunitat Valenciana Ricardo Tormo, teatro del primo appuntamento stagionale. Presentatosi dopo un positivo 2015 (due podi ed il sesto posto nella generale) e con brillanti responsi nei test invernali, Granado ha risposto presente all’appello dando vita a performance di tutto rispetto nei due turni in programma: 1’36″460 nella prima sessione disputatasi nella mattinata, addirittura 1’36″201 nel secondo turno con temperature più elevate, ma non abbastanza per fermare l’avanzata del pilota dai trascorsi nel Mondiale Moto3 (con Aspar e LaGlisse) e Moto2 (con il Team JiR nella seconda metà del 2012). Eric Granado si è così assicurato la prima personale pole position in carriera nel CEV Moto2 rifilando non meno di 468 millesimi a Steven Odendaal, tra i candidati al titolo in questa sua terza stagione con l’Argiñano & Ginés Racing Team (seconda con KALEX), battuto ma pur sempre in prima fila insieme al giapponese dai trascorsi iridati Tetsuta Nagashima, passato allo Junior Team Ajo Motorsport con una KALEX 2014 ex-Johann Zarco.

Di un soffio ha invece mancato la prima fila Alan Techer, terzo classificato 2015 con risultati apprezzabili con la Tech 3 del TargoBank CNS Motorsport, ora in forze al team Bruno Performance portando avanti lo sviluppo della NTS T Pro intravista nel Mondiale Moto2 con il Team JiR e Tomoyoshi Koyama in sella. Il pilota transalpino, domenica scorsa al debutto salito sul podio alla 24 Heures Moto del Mondiale Endurance a Le Mans con il pluri-titolato team F.C.C. TSR Honda, ha accusato 0″757 di gap dalla vetta, l’ultimo tra i piloti con uno svantaggio inferiore al 1″. Sale a 1″2 infatti il gap per il figlio d’arte Remy Gardner, al debutto in Moto2 già quinto assoluto con la KALEX del Team Race Experience di Sebastien Gimbert (icona dell’Endurnace), meglio dei nostri due principali portabandiera: Federico Fuligni, rimasto al Team Ciatti passando da Suter a KALEX dopo il naufragio del progetto AGP Racing nel Mondiale, è 6° in 1’37″517, Samuele Cavalieri alla prima con la KALEX del Team Stylobike (struttura che ha lanciato Florian Alt e Hafizh Syahrin) settimo in 1’37″534 ad aprire la terza fila insieme a Xavier Pinsach (Tech 3 del TargoBank CNS Motorsport) ed il compagno di squadra Ramdan Rosli vestito con i colori PETRONAS.

Jacopo Cretaro in pole nella classe Superstock 600, 18° assoluto
Jacopo Cretaro in pole nella classe Superstock 600, 18° assoluto

Sempre a proposito dei nostri portabandiera, se Gabriele Ruju ha vissuto una giornata difficile (23°) e Alex Bernardi (Suter ex-Aspar della compagine di Oliviero Cruciani) è 25°, si è preso un brillante 18° posto assoluto e la pole di classe Superstock 600 Jacopo Cretaro, schierato dal team Champi Middem in sella ad una Yamaha R6 curata dalla squadra di Manuel ‘Champi’ Herreros. Cretaro si distingue in positivo ed avvicina, con una STK600, le performance di un pilota dai trascorsi nel Mondiale Moto2 come Louis Rossi, dopo la disastrosa avventura con Yamaha GMT94 alla 24 ore di Le Mans (3 cadute in qualcosa come 15 ore di gara…) convocato all’ultim’ora dal Promoto Sport per sostituire Lucas Mahias (impegnato nel Mondiale Superbike con Kawasaki Pedercini, 10° oggi in Gara 1), qualificatosi 14° con l’originale TransFIORmers. Tra gli attesi protagonisti del weekend non è andato oltre il 32esimo tempo Michael Aquino (fratello del compianto Tommy), trentesima al debutto Ana Carrasco con la MVR M2 del Griful Team. Per ‘Lady Gas Gas’, un solo (breve) test all’attivo con la Moto2 e qualche giro con una Honda CBR 600RR stradale nel corso dell’inverno, si prospetta un esordio tutto in salita…

Classifica CEV Moto2 2016 Round 1 Valencia Qualifiche

Foto: Paco Diaz Perez

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy