BSB: Tyco Suzuki con Brookes e Seeley verso l’esordio 2012

BSB: Tyco Suzuki con Brookes e Seeley verso l’esordio 2012

Primi test non particolarmente positivi per le GSX-R

di Redazione Corsedimoto

Nuovi colori, vecchi problemi. Così si può riassumere il pre-campionato 2012 del team Tyco Suzuki, conosciuto in precedenza come Relentless Suzuki by TAS, dallo scorso anno formazione di riferimento Suzuki GB nel British Superbike, Road Racing e British Motocross MX1. La squadra di Hector e Philipp Neil, alla ricerca del primo titolo BSB, ha lavorato a pieno regime nel corso dell’inverno nello sviluppo (non facile) delle due Suzuki GSX-R 1000 preparate secondo le specifiche BSB 2012. Il principale “scotto” da superare è consistito nell’adattare le due “Gixxer” alla centralina elettronica MoTeC M170 imposta dall’organizzatore, consentendo ai piloti di gestire al meglio il carattere “rude” della moto senza controlli elettronici quali traction e launch control e sistema anti-wheelie. Joshua Brookes, alla seconda stagione consecutiva con TAS Suzuki, e Alastair Seeley (al ritorno nel BSB fresco di vittoria del British Supersport), nell’ultima sessione di test pre-campionato a Snetterton hanno trovato qualche soluzione rispetto alle precedenti prove tra Kirkistown e Brands Hatch, anche se la classifica al momento non sembra premiare il duo Tyco Suzuki. “Sono stati dei test frustranti“, ha ammesso senza tanti giri di parole l’australiano. “Abbiamo lavorato senza soste provando tante novità per la GSX-R: modifiche al link posteriore per gestire meglio gli pneumatici, nuovo impianto frenante, gestione della centralina elettronica… Di certo è andata meglio rispetto a Brands Hatch, anche se non possiamo ritenerci pienamente soddisfatti. Gli fa eco Alastair Seeley, al ritorno nel British Superbike sempre con TAS Suzuki dopo aver ben impressionato nel 2010 (1 vittoria a Brands Hatch ed il sesto posto nella classifica di campionato). “Mi sono trovato meglio a Snetterton rispetto a Brands Hatch, anche se resta del lavoro da ultimare. Abbiamo stravolto la messa a punto delle sospensioni per gestire meglio gli pneumatici sulla distanza di gara. Questo è il nostro principale problema, non ci resta che aspettare le gare per verificare se siamo riusciti a trovare una soluzione.” Il team Tyco Suzuki by TAS nell’ambito del BSB affiderà di volta in volta una Suzuki GSX-R 1000 nel British Superstock 1000 ad uno dei suoi due piloti del programma Road Racing, Guy Martin e Conor Cummins, aggregati al team nella doppia sessione di test ufficiali tra Brands Hatch e Snetterton.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy