BSB: Tommy Hill parla del proprio “ritiro” dal motociclismo

BSB: Tommy Hill parla del proprio “ritiro” dal motociclismo

2013 sabbatico per il Campione BSB 2011

Commenta per primo!

Sono trascorse due settimane dalla clamorosa decisione di Tommy Hill di prendersi per il 2013 un “anno sabbatico”. Tante le ragioni che hanno portato il campione 2011 del British Superbike a questa drastica scelta (sarà padre a breve, mancanza di alternative se non correre nuovamente nel BSB, lo stress accumulato in questi anni), chiarite nel dettaglio in un’intervista rilasciata a “This is Surrey Today“, con qui riportati i passaggi più significativi.

Nella mia carriera ho fatto di tutto per diventare un pilota professionista a tutti gli effetti. Per arrivare dove sono ho sacrificato tutto nella mia vita: diventare Campione del British Superbike era la mia priorità, ma adesso c’è altro di importante a cui dare la precedenza. Ho fatto il possibile per concretizzare un altro “passo” nella mia carriera, ma non è stato possibile.

Il BSB ha un grande seguito, ma volevo di più. Correre con Suzuki nel Mondiale Superbike poteva esser un’opzione, ma non è andata in porto: prima sembrava esserci un compenso per me, poi questa possibilità è sfumata, di fatto avrei corso soltanto con i miei sponsor. Mi sarebbe piaciuto anche correre in Moto2, ma bisognava portare in dote qualcosa come 250 mila sterline: ecco, questo è molto triste.

Rispetto all’automobilismo qui (nel motociclismo) non ci sono soldi, lo dimostra il fatto che pochi piloti hanno già firmato per il BSB 2013. Tutto questo mi ha portato a prendermi un anno di riflessioni, vedremo cosa succederà in futuro“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy