BSB Thruxton Gara 2: vince Shane Byrne (e la bandiera rossa)

BSB Thruxton Gara 2: vince Shane Byrne (e la bandiera rossa)

Doppio ingresso della SC e bandiera rossa nel finale

Commenta per primo!

Shane Byrne scrive nuovi primati nella storia del British Superbike, ma sono la Nissan GT-R Safety Car e la bandiera rossa le due grandi protagoniste della seconda manche andata in scena sul velocissimo tracciato di Thruxton, teatro del secondo appuntamento stagionale. Una doppia neutralizzazione al 2° ed al 9° giro, conseguenza delle cadute rispettivamente di un irriconoscibile Ryuchi Kiyonari e Lee Costello, ha anticipato la definitiva interruzione della contesa nel corso del 14esimo passaggio dovuta al contatto (con annesso brutto volo al seguito) tra Tommy Bridewell e Karl Harris, obbligando il direttore di gara Stuart Higgs a consegnare la terza vittoria stagionale su quattro manche disputate a Shane Byrne, sempre più leader del campionato (15 i punti di vantaggio su Alex Lowes, 2°), ma soprattutto sempre più recordman della categoria. Dopo aver raggiunto a quota 43 affermazioni Ryuichi Kiyonari in Gara 1, con questo successo “Shakey” sale in solitaria al comando della graduatoria “All Time” per vittorie conseguite, 44 di cui ben 7 delle quali conquistate proprio a Thruxton. In una delle sue (tante) piste per eccellenza, il portacolori del Paul Bird Motorsport con la propria Kawasaki Ninja ZX-10R ha resistito al comando di Gara 2 dal primo all’ultimo giro, transitando sul traguardo in testa nel corso del tredicesimo e, complice la bandiera rossa, decisivo passaggio in vantaggio rispetto ad Alex Lowes (2°), James Ellison (3°) e Joshua Brookes (4°), combattivo terzetto di inseguitori impossibilitato a sferrare l’attacco decisivo nel finale. 400 presenze per Michael Rutter Tutto rimandato quindi al 6 maggio prossimo sul celebre tracciato di Oulton Park anche per il nostro Matteo Baiocco, non classificato nell’ordine d’arrivo (fermo nel corso del 12° giro), suo malgrado costretto a rimediare un doppio-zero con la propria Ducati 1199 Panigale R nel gran giorno di Shane Byrne e di Michael Rutter, in Gara 2 giunto alla sua 400esima presenza nel BSB. Una vera giornata da record per due dei migliori interpreti nella storia della categoria. Cronaca di Gara Grazie all’1’16″152 siglato nella trionfale Gara 1 Shane Byrne scatta dalla pole con accanto in prima fila il proprio (sfortunato) compagno di squadra Keith Farmer, Alex Lowes e James Ellison, dalla sesta casella Joshua Brookes, dalla sesta fila invece il nostro Matteo Baiocco affiancato da un nome illustre quale Ryuichi Kiyonari. Doverosa menzione per Michael Rutter, 10° in griglia alla sua 400esima presenza nel British Superbike. Allo spegnimento del semaforo è Keith Farmer a sorprendere il proprio team-mate Byrne, ma questi riesce a passare al comando all’uscita della “Allard” con Lowes 3°, Ellison 4° a precedere Brookes, Rutter, Walker, Kirkham e Bridewell. Con quest’ordine i piloti transitano al primo settore, non al secondo con Farmer che lascia in un sol colpo due posizioni a vantaggio di Lowes ed Ellison già costretti ad inseguire a quasi 1″ il fuggitivo Byrne. Si mettono bene le cose per “Shakey”, tutt’altra vita per Kiyonari, a terra in pieno “rettilineo” (si fa per dire) dei box obbligando i commissari all’ingresso della Safety Car. Corsa neutralizzata al secondo giro con Byrne leader su Lowes, Ellison, Brookes, Farmer, Rutter, Walker, Kirkham e Bridewell, si riparte al 5° passaggio con Byrne che nuovamente ha lo spunto migliore, tiene testa a Lowes braccato da Ellison e Brookes, rischia l’impossibile Farmer in uscita dalla variante in sequenza della Campbell-Cobb favorendo la risalita di Rutter fino alla quinta posizione. Mentre Ellison e Brookes ingaggiano un bel confronto che vale la quarta piazza, Byrne prova a scappar via, ma ancora una volta è fermato dalla Nissan GT-R Safety Car, nuovamente in pista nel corso del 9° giro a seguito della caduta (l’ennesima) di Lee Costello, dolorante alla “Seagrave” e soccorso addirittura dall’ambulanza. Podio per James Ellison Seconda neutralizzazione della corsa con Byrne leader su Lowes, Ellison, Brookes e Rutter, si ripartirà per una gara “sprint” di soli 9 giri con “Shakey” che si fa trovare pronto mantenendo la leadership sui suoi più diretti inseguitori. Prevedibilmente si forma ben presto un poker di testa formato da Byrne, Lowes, Ellison e Brookes in corsa per la vittoria, ma questa corsa non s’ha da fare: 14° giro, Bridewell e Harris giungono al contatto con la Kawasaki di “Bomber” che va contro le gomme di protezione a bordo pista, inevitabile l’esposizione della bandiera rossa da parte della direzione gara. La corsa viene così conclusa anzitempo con l’ordine d’arrivo basato sulle posizioni nel corso del 13° giro, l’ideale per consentire a Shane Byrne di celebrare la personale 44esima affermazione in carriera a scapito di Lowes, Ellison, Brookes e Rutter, classificato 19° il nostro Matteo Baiocco. MCE Insurance British Superbike Championship 2013 Thruxton, Classifica Gara 2 01- Shane Byrne – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 13 giri in 18’39.335 02- Alex Lowes – Samsung Honda – Honda CBR 1000RR – + 0.245 03- James Ellison – Milwaukee Yamaha – Yamaha YZ R1 – + 0.656 04- Joshua Brookes – Tyco Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.757 05- Michael Rutter – Bathams Honda – Honda CBR 1000RR – + 1.819 06- Keith Farmer – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 1.908 07- Chris Walker – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 2.173 08- Jon Kirkham – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 2.489 09- James Westmoreland – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 3.274 10- Peter Hickman – Lloyds British GBmoto Racing – Honda CBR 1000RR – + 3.810 11- PJ Jacobsen – Tyco Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 4.259 12- Jakub Smrz – Padgett’s Honda – Honda CBR 1000RR – + 5.256 13- Howie Mainwaring – MH Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 5.538 14- Martin Jessopp – Riders Motorcycles – BMW S1000RR – + 6.642 15- Robbin Harms – Doodson Motorsport – Honda CBR 1000RR – + 6.660 16- Josh Waters – Milwaukee Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 6.839 17- Aaron Zanotti – Aaron Zanotti Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 8.713 18- Jenny Tinmouth – Two Wheel Racing – Honda CBR 1000RR – + 11.271

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy