BSB Thruxton Gara 2: Camier non si batte, si vede Brookes

BSB Thruxton Gara 2: Camier non si batte, si vede Brookes

Sesto trionfo per Camier, primo podio per l’australiano

Commenta per primo!

Il campionato è chiuso. Senza avversari, tra infortuni e problematiche altrui, Leon Camier ha conquistato la sesta vittoria stagionale nel British Superbike su otto gare disputate, portando a 38 i punti di vantaggio sul compagno di squadra James Ellison, che da buon scudiero ha chiuso nuovamente in seconda posizione completando l’ennesima doppietta del team Airwaves Yamaha in questa stagione. Questo è il British Superbike 2009, apparentemente una riproposizione con volti, colori e moto differenti rispetto alla scorsa stagione, ma con una superiorità più netta e chiara di quella mostrata da Shane Byrne lo scorso anno. “Shafter”, maturato notevolmente quest’inverno, si è adattato alla perfezione alla nuova Yamaha R1: in più è velocissimo, tanto che lui stava già realizzando il classico Warm Up quando stavano arrivando gli inseguitori.

Tra questi c’è, come detto, James Ellison, ma soprattutto Joshua Brookes, che finalmente ha regalato una corsa straordinaria, chiusa in terza posizione per il primo podio nella personale carriera nel British Superbike. L’ex protagonista dei mondiali Superbike e Supersport ha realizzato dei sorpassi capolavoro, sfiorando la seconda posizione e percorrendo la “Woodham Hill” a velocità doppia rispetto agli avversari, punto più tecnico e veloce del tracciato di Thruxton. Insomma, il campionato per Josh inizia da qui, mentre sembra esser finito quello di altri attesi protagonisti.

Stuart Easton è quarto a precedere il positivo Michael Rutter (che si merita la riconferma in Crescent Suzuki anche se, come ammesso dal team manager Jack Valentine, c’è bisogno di un pilota “vincente” come Guintoli) e Simon Andrews, autore nuovamente di una bella manche con la Kawasaki del team MSS Colchester. Ancora fuori invece per un problema tecnico per Chris Walker (due su due gare!) e pochi punti per Karl Harris, mostratosi per la propria aggressività e per un errore che ha portato solo problemi alla propria CBR 1000RR quando, nel tentativo di passare Andrews, ha letteralmente “tagliato” la variante Club saltando sui cordoli.

Prossimo appuntamento per il British Superbike è il 21 giugno a Snetterton, circuito dove sulla carta risultano ancora favoriti i piloti Airwaves Yamaha, specialmente Leon Camier che sembra non solo imprendibile, ma anche imbattibile.

ViSK British Superbike Championship in association with Pirelli 2009
Thruxton, Classifica Gara 2

01- Leon Camier – Airwaves Yamaha – Yamaha YZF R1 – 20 giri in 25’25.643
02- James Ellison – Airwaves Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 3.505
03- Joshua Brookes – HM Plant Honda – Honda CBR 1000RR – + 3.640
04- Stuart Easton – Hydrex Honda – Honda CBR 1000RR – + 5.693
05- Michael Rutter – Worx Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 6.632
06- Simon Andrews – MSS Colchester Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 8.089
07- Glen Richards – HM Plant Honda – Honda CBR 1000RR – + 11.365
08- Ian Lowry – Relentless Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 11.648
09- Karl Harris – Hydrex Honda – Honda CBR 1000RR – + 14.344
10- Julien Da Costa – MSS Colchester Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 17.324
11- John Laverty – Buildbase Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 21.427
12- Gary Mason – Quay Garage – Honda CBR 1000RR – + 25.302
13- Graeme Gowland – Motorpoint/Henderson Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 33.961
14- Martin Jessopp – Riders Racing – Honda CBR 1000RR – + 34.061
15- Peter Hickman – Ultimate Racing – Yamaha YZF R1 – + 34.260
16- Tom Tunstall – Hardinge Doodson Motorsport – Honda CBR 1000RR – + 34.561
17- Jason O’Halloran – SMT Honda – Honda CBR 1000RR – + 34.905
18- Alastair Fagan – Red Viper Racing – Honda CBR 1000RR – + 52.764
19- Victor Cox – STP/JHS Racing – Honda CBR 1000RR – + 53.017
20- Aaron Zanotti – Red Viper Racing – Honda CBR 1000RR – + 1’00.568
21- Matt Bond – MIST Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – a 1 giro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy