BSB: Suzuki sceglie il TAS Racing per la stagione 2011

BSB: Suzuki sceglie il TAS Racing per la stagione 2011

Supporto ufficiale a scapito di Crescent Suzuki

Commenta per primo!

Dallo scorso mese di settembre Suzuki e la propria filiale britannica Suzuki GB hanno fatto sapere di dover, inevitabilmente, tagliare parte delle spese per il motorsport, nello specifico dei programmi per il British Superbike. Due erano le strutture ufficialmente supportate fino a questa stagione: il team Crescent, compagine di Paul Denning diretta da Jack Valentine impegnata anche nella gestione della MotoGP, ed il Relentless Suzuki by TAS, da oltre 10 anni con Suzuki anche nelle Road Races.

Dopo varie valutazioni del caso, se vogliamo un pò a sorpresa, Suzuki GB ha deciso di supportare il TAS Racing, che nel 2011 sarà il solo ed unico team “ufficiale” della casa madre nel British Superbike e nel Road Racing (Tourist Trophy, North West 200, Ulster GP…) con due GSX-R 1000 in gara per una coppia di piloti ancora da ufficializzare.

Il TAS Racing rappresenterà pertanto Suzuki nel Regno Unito, con Crescent che, a quanto pare, dovrebbe proseguire l’avventura nel BSB, ma con un clamoroso cambio di marca: da Oulton Park si parla di un passaggio a Yamaha che, al momento, ha trovato più smentite che conferme ufficiali.

Aspettando di conoscere i nomi dei piloti che correranno con Suzuki TAS Racing nel 2011, il team manager Philip Neill ha voltuo esprimere la propria soddisfazione per la fiducia di Suzuki GB trovando conferma ai programmi BSB, Road Racing con anche un pensiero alla Supersport dove la casa di Hamamatsu vuole promuovere il lancio della nuova GSX-R 600.

Siamo onorati di rappresentare ufficialmente la Suzuki nel 2011 prendendo parte al BSB e alle gare internazionali del Road Racing“, spiega Neill. “Il 2010 per noi è stato il 10° anno consecutivo insieme a Suzuki, partendo dal Motocross, alle corse su strada, passando al BSB con supporto semi-ufficiale: noi siamo Suzuki in tutto e per tutto.

Tenendo conto della situazione economica attuale, abbiamo apprezzato gli sforzi di Suzuki e la loro decisione di affidare a noi l’impegno sportivo nel Regno Unito. Questo comporterà in noi un maggior impegno, cresceranno le aspettative, ma non cambierà il nostro approccio: abbiamo sempre lavorato e dato il 100 %, continueremo a farlo e tutti noi faremo del nostro meglio con la stessa mentalità“.

Quest’anno il Relentless Suzuki by TAS ha schierato Michael Laverty e Alastair Seeley nel BSB, entrambi qualificati per lo Showdown concludendo la stagione rispettivamente in 4° e 6° piazza con 2 e 1 vittoria ciascuno, ma lottando per il titolo fino all’ultima gara insieme ad un altro pilota Suzuki, Tommy Hill.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy