BSB: Supersonic lascia il British Superbike per il CIV

BSB: Supersonic lascia il British Superbike per il CIV

Protagonista nel 2012 con Tommy Bridewell e BMW

Commenta per primo!

Dopo una sola (positiva) stagione si è conclusa l’esperienza del Supersonic Racing Team nel British Superbike. La compagine di Danilo Soncini, 6° lo scorso anno all’esordio nel BSB con Tommy Bridewell rientrato con pieno merito e titolo tra i sei eletti dello “Showdown”, ha infatti deciso di tornare nell’ambito del Campionato Italiano Velocità con una Suzuki GSX-R 1000 affidata ad Alex Polita, altro “ex” del BSB. Nel 2012 il Supersonic Racing Team, senza alcun riferimento nel British Superbike, ha concluso al sesto posto con Tommy Bridewell rivelandosi quale miglior squadra BMW del campionato con diversi piazzamenti nella top-5.

Che dire, ogni anno durante l’ inverno vengo travolto dalla passione per le moto e non riesco a farne a meno, anche in questo 2013 la storia si è ripetuta puntualmente“, spiega Danilo Soncini parlando dei programmi per il CIV Superbike. “Mi sento fortunato per aver finalmente stretto l’accordo con Alex. Per l’ aspetto tecnico, ho scelto personalmente di affidarmi al migliore, secondo il mio giudizio, per la sua esperienza sulla Suzuki, vale a dire Marcello Boselli, non solo per campanilismo (siamo entrambi Parmigiani), ma perchè con lui possiamo davvero permetterci di trovare la miglior Suzuki possibile oggi nelle competizioni, allestendo le nuove moto in modo impeccabile e dar vita a questo nuovo progetto Supersonic by Boselli Races, il tutto coadiuvato ufficialmente da Suzuki Italia. Pertanto questa collaborazione sono sicuro che ci porterà ancora una volta nelle posizioni di vertice e permetterà ancora una volta di distinguerci come top team, cercando a tutti i costi la vittoria di campionato.

Ringrazio già da ora tutti i miei partner tecnici, che, come sempre, mi sono vicini e non mancano mai di supportarmi e gli sponsor che nonostante il periodo difficile continuano a credere nei nostri progetti.
Ultimo, ma non come importanza, non posso dimenticare un ringraziamento sentito, come ogni anno succede, a due miei amici, che spinti dalla passione mi sono sempre vicini e mi aiutano ad esaudire i miei sogni, che poi sono anche i loro, ma condivisi sono sempre più belli, soprattutto perchè le nostre sfide ogni anno finiscono con grandi soddisfazioni. Grazie pertanto a due “malati di gare come me”, Gian Luca Dall’Ara e Max Bravi. Seguiteci numerosi se vorrete, noi sicuramente faremo il massimo come sempre“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy