BSB Snetterton Gara 2: Brookes vince ancora, Kiyonari KO

BSB Snetterton Gara 2: Brookes vince ancora, Kiyonari KO

Problema tecnico per Kiyo, Tommy Hill chiude 2°

Commenta per primo!

Quarta vittoria stagionale meritata e… fortunata per Joshua Brookes in Gara 2 del British Superbike a Snetterton. Senza commetter errori l’australiano di casa HM Plant Honda ha preso in poco tempo il comando della corsa, favorito da due eccellenti ritiri degli unici piloti, sulla carta, in grado di impensierirlo nei velocissimi rettilinei. Al 4° giro fuori per un problema tecnico, l’ennesimo ripensando a Cadwell Park, di Ryuichi Kiyonari, in quel momento secondo in classifica.

Dieci giri più tardi è stata la volta di Michael Rutter, leader della corsa proprio davanti a Brookes seppur per un risicato margine di vantaggio. Fuori “Kiyo”, fuori anche “The Blade”, a Brookes non è rimasto altro che controllare, gestire i doppiaggi ed involarsi verso la quarta vittoria in carriera nel BSB guadagnando ulteriore terreno su Tommy Hill, secondo sul traguardo. Nella classifica della “regular season” Brookes adesso ha 17 punti sul portacolori Crescent Suzuki, mentre tra i Podium Credits l’ex campione australiano di Superbike e Supersport ha guadagnato un punticino in prospettiva Showdown.

A completare il podio, con un bel balzo in avanti per la top-6, c’è Alastair Seeley, in grado di resistere a James Ellison infastidito dai doppiaggi nel finale quando aveva un passo da primato. Il vice-campione in carica ha successivamente perso terreno chiudendo quarto davanti a Michael Laverty, altro pilota Relentless Suzuki by TAS ormai certo dell’ingresso nello “Showdown” da Croft in avanti.

Da applausi la sesta posizione di Tommy Bridewell con la Honda CBR ’07 ex-Stobart del Quay Garage Racing, che ha preceduto una vecchia volpe come Chris Walker, all’esordio su SMT Honda. Irriconoscibile Stuart Easton 8° perdendo punti preziosi per la top-6, mentre è dato per disperso Yukio Kagayama, partito dalla pit lane e addirittura 21° a rischio doppiaggio: che pensi già alla 8 ore di Suzuka? Non ha di queste preoccupazioni Steve Brogan vittorioso nella classe “Evo” con la BMW ufficiale del Jentin Racing avvicinando anche Andrew Pitt, soltanto 12° senza trovare il feeling con la Yamaha R1 del team di Rob McElnea. Per Gara 3, l’ultima di questo weekend da “triple header”, Brookes scatterà dalla “pole” davanti a Seeley, Ellison, Laverty, Hill ed i delusi Rutter e Kiyonari.

Cronaca di Gara

Partono dai box Yukio Kagayama e Pauli Pekkanen, allo spegnimento del semaforo Hill ha lo spunto migliore su Rutter che riesce ad infilarsi alla prima curva con Kiyonari, Brookes, Ellison e Michael Laverty. Gruppo molto compatto con Brookes che perde un paio di posizioni, ne guadagna una Kiyonari su Hill al secondo giro in fondo al lungo rettilineo “Revett” lanciandosi alla caccia di Rutter. Proposito che dura davvero poco: al quarto giro è costretto a fermarsi per un problema tecnico alla propria Honda Fireblade, il secondo in poco tempo dopo Gara 2 a Cadwell Park.

Le speranze di casa HM Plant Honda sono così riposte su Joshua Brookes, attualmente terzo dopo aver sfilato le due Relentless Suzuki e James Ellison, in fuga invece Michael Rutter. L’australiano comprende il momento e decide al sesto giro di passare alla “Riches” Tommy Hill resistendo anche alla risposta del portacolori Suzuki Crescent con una Gixxer molto veloce in rettilineo.

Come in Gara 1 Brookes libero da avversari riesce a tenere un buon passo e aggancia Rutter, giusto quando Hill riscontra nuovi problemi di eccessiva usura del pneumatico posteriore e si vede sfilare da Seeley ed Ellison. Giusto quando si proponeva la lotta per la prima posizione il buon Rutter è costretto alla resa per un problema tecnico alla propria Ducati 1098R: dopo Kiyonari un’altra vittima di Snetterton, via libera a Brookes sempre più leader di classifica.

Josh saggiamente sembra decidere di non forzare, ma in realtà sono Seeley ed Ellison ad andare più forte e recuperano visibilmente qualcosina. Con Hickman a terra in uscita dalla “Seat” (rischiando di vedersi travolgere dagli altri piloti) si va verso il rush finale: James Ellison insieme a Tommy Hill riesce finalmente a passare Alastair Seeley quando mancano 5 giri al termine. Troppo tardi per pensare ad un riaggancio? Teoricamente no, ma si intromettono i doppiati (Heneghan, O’Brien) e questo comporta a Ellison di cambiar traiettoria vedendosi passare da Hill e Seeley.

Il vice-campione in carica prova a riprendersi un posto sul podio alla “Esses” rischiando di tamponare la Suzuki #34: niente più cambiamenti, vince Brookes davanti a Hill, Seeley, Ellison, Laverty, ottimo sesto Bridewell, Walker, Easton, Andrews. Tra le “Evo” ennesima vittoria BMW con Steve Brogan.

MCE British Superbike Championship 2010
Snetterton, Classifica Gara 2

01- Joshua Brookes – HM Plant Honda – Honda CBR 1000RR – 22 giri in 24’13.327
02- Tommy Hill – Worx Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.472
03- Alastair Seeley – Relentless Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 2.740
04- James Ellison – Swan Honda – Honda CBR 1000RR – + 3.757
05- Michael Laverty – Relentless Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 4.152
06- Tommy Bridewell – Quay Garage Racing – Honda CBR 1000RR – + 15.640
07- Chris Walker – Sorrymate.com SMT Honda – Honda CBR 1000RR – + 17.779
08- Stuart Easton – Swan Honda – Honda CBR 1000RR – + 18.417
09- Simon Andrews – MSS Colchester Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 18.860
10- John Laverty – Buildbase Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 19.131
11- Gary Mason – MSS Colchester Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 21.546
12- Andrew Pitt – Motorpoint Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 21.838
13- Steve Brogan – Jentin Racing – BMW S1000RR – + 32.999
14- Gary Johnson – AIM Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 34.969
15- Tom Tunstall – Doodson Motorsport – Honda CBR 1000RR – + 44.072
16- Hudson Kennaugh – Splitlath Motorsport – Aprilia RSV4 – + 44.287
17- Craig Fitzpatrick – Close Print Finance – Honda CBR 1000RR – + 46.654
18- Aaron Zanotti – Red Viper Spike – Suzuki GSX-R 1000 – + 48.050
19- Pauli Pekkanen – 777 RR Motorsport – Suzuki GSX-R 1000 – + 48.514
20- David Johnson – Two Brothers Racing – Kawasaki ZX 10R – + 56.866
21- Yukio Kagayama – Worx Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 59.310
22- Michael O’Brien – Motomob/O’Brien Hifi – Yamaha YZF R1 – a 1 giro
23- Steve Heneghan – Quattro Plant Honda – Honda CBR 1000RR – a 1 giro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy