BSB Snetterton Gara 2: ancora una vittoria per Shane Byrne

BSB Snetterton Gara 2: ancora una vittoria per Shane Byrne

Batte Alex Lowes, nuova top 10 per Matteo Baiocco

Commenta per primo!

Ha giocato d’azzardo in Gara 1, ha rimesso le cose a posto nella seconda manche. A “Snetterton 300” è sempre Shane Byrne l’uomo del giorno nel British Superbike, uscito vincitore da un acceso duello a suon di tempi record sul “passo” (ma con zero sorpassi) con Alex Lowes, riconfermandosi sempre più leader e “mattatore” di questo primo scorcio di campionato. Alla settima affermazione stagionale su dieci gare, la 48esima in carriera (primatista assoluto nella graduatoria “All Times”) nel BSB, “Shakey” si è divincolato bene dai vari ostacoli emersi nel percorso di una seconda manche a Snetterton caratterizzata dall’ormai consueto ingresso della Safety Car (subito al termine del primo passaggio per il contatto tra Kirkham e Harms con la Honda CBR di quest’ultimo a fuoco!) e da una sfida testa-a-testa con Joshua Brookes ed il già menzionato vincitore di Gara 1 Alex Lowes. L’australiano, a tratti l’unico in grado di metter i bastoni fra le ruote al tri-Campione BSB, si è auto-escluso da questa lotta per un’escursione fuori-pista in fondo al “Bentley Straight” nella seconda parte di gara, dovendosi nuovamente accontentare dell’ennesimo piazzamento a podio, terzo sul traguardo. Con l’australiano di casa TAS Suzuki fuori dai giochi, il testimone è passato ad un determinatissimo Alex Lowes autore di una “falsa partenza” dalla pole (addirittura sesto alla prima curva) a cui ha posto rimedio con un passo-gara forsennato, ma senza trovar quel “spunto” per contrastare un “Shakey” in formissima. Ennesima vittoria per il portacolori PBM Kawasaki, ennesima riproposizione di un podio che rispecchia appieno la graduatoria della “Main Season” con Byrne in fuga con 207 punti e nel computo dei “Podium Credits”, lasciando a 32 lunghezze Lowes, a -35 figura Brookes. Secondo posto per Alex Lowes Non c’è stato verso in questa seconda (soporifera) Gara 2 di ritrovare in corsa per la vittoria Ryuichi Kiyonari, soltanto quarto nella “sua” Snetterton tenendo testa ad un sempre più convincente James Westmoreland (Hawk/Buildbase BMW) ed al sempreverde Chris Walker (sesto con la Ninja ZX-10R di Quattro Plant Kawasaki), mentre James Ellison non è andato oltre la nona piazza falcidiato da un’innumerevole serie di problemi alla propria R1. Con l’ex vice-Campione del BSB ai margini della top-10, ha difeso al settimo posto i colori Milwaukee Yamaha l’australiano Josh Waters a scapito di Dan Linfoot (ottavo in rimonta), mentre il nostro Matteo Baiocco ha nuovamente concluso in decima piazza mostrando incoraggianti progressi nello sviluppo della Ducati 1199 Panigale R in configurazione BSB del Rapido Sport Racing. Il bi-Campione italiano Superbike in carica, bravo a regolare la TAS Suzuki di PJ Jacobsen, spera così di riconfermare e possibilmente migliorare questi risultati tra due settimane a Brands Hatch, teatro del sesto appuntamento stagionale. Cronaca di Gara Grazie all’1’48″996 siglato nella prima manche Alex Lowes “conserva” la pole affiancato in prima fila da Joshua Brookes, Shane Byrne e James Ellison, scatta soltanto dalla quinta casella Ryuichi Kiyonari autore di un’anonima Gara 1, non prendono il via per problemi fisici Keith Farmer e Martin Jessopp più un irriconoscibile Michael Rutter. Temperature elevate nell’ordine dei 25° (45° dell’asfalto), con queste condizioni lo start premia Shane Byrne su Ellison, Brookes, Westmoreland, Kiyonari ed un Lowes partito malissimo, subito Brookes si porta in seconda piazza alla “Montreal” mentre “Shakey” prova a scappar via. Il poleman Lowes prontamente pone rimedio a questa sua “falsa partenza” collocandosi in quarta piazza, ma in piena “Williams” si registra un pauroso crash: Kirkham è vittima di un highside, la sua BMW travolge l’incolpevole Robbin Harms con, a sua volta, la propria Honda Fireblade che va a fuoco! Inevitabile l’ingresso della Nissan GT-R Safety Car che neutralizza la contesa dopo soltanto un giro con Byrne leader su Brookes, Ellison, Lowes, Westmoreland, Kiyonari e Walker, quattordicesimo Baiocco con più soltanto 18 piloti in gara. Fortunatamente non vi sono conseguenze fisiche per Jon Kirkham e Robbin Harms, si potrà così ripartire al 5° dei 16 giri previsti con Byrne che ricompatta il gruppo, forse fin troppo: al restart Brookes è a ruota, Lowes subito alla “Riches” sfila Ellison per la terza piazza con quest’ultimo che perde progressivamente (ed inspiegabilmente) terreno. E’ un buon momento per le Samsung Honda con Kiyonari che si riprende la quinta piazza su Walker alla “Agostini” lanciandosi ora all’inseguimento di Westmoreland e del terzetto di testa formato nell’ordine da Byrne, Brookes e Lowes mentre Ellison transita sul traguardo addirittura in dodicesima posizione. Kiyo riuscirà a concretizzare il sorpasso nel corso del settimo giro alla “Montreal”, niente da fare invece per Danny Buchan, arrivato lunghissimo alla “Murrays” con il risultato di volare a terra. Al giro di boa della contesa tutte le attenzioni sono doverosamente riservate nel confronto che vale la vittoria: Byrne, Brookes e Lowes sono racchiusi in un fazzoletto e viaggiano su un ritmo insostenibile per chiunque testimoniato dai 3″ di svantaggio accusati in soli 4 giri da Kiyonari. Ryuichi Kiyonari giù dal podio Aspettando il “rush finale” della contesa, la regia indugia sul confronto che vale la settima piazza tra Jacobsen, Smrz, Linfoot e Waters con Baiocco poco staccato ed in piena rimonta, tanto da lasciarsi alle spalle (tra gli altri) Hickman, Bridewell, Costello ed un James Ellison sempre più in difficoltà. Giunti all’undicesimo giro Jakub Smrz, protagonista fino a quel momento di un buon weekend, perde l’anteriore della propria Padgett’s Honda alla “Murrays” ed è costretto a salutare la compagnia. Guadagna così una posizione Baiocco (ora 10° con Jacobsen nel mirino), ma ben presto si torna nelle posizioni di testa: in una staccata al limite in fondo al “Bentley Straight” Brookes, per evitare Byrne davanti a sé, è costretto a raddrizzare la traiettoria e percorrere le vie di fuga della “Brundle”. Ripartirà, ma soltanto in terza posizione ed ormai fuori dalla corsa per la vittoria lasciando campo aperto al duello tra Byrne e Lowes. I due restano a stretto contatto distanziati non più di 4/10, bisognerà pertanto attendere l’ultimo giro per l’assalto alla vittoria di Alex Lowes. Il talentuoso pilota di Lincoln le prove tutte, ma “Shakey” chiude ogni traiettoria assicurandosi la settima affermazione stagionale su dieci gare sin qui disputate, Alex Lowes si arrende ed è secondo, dopo l’errore Brookes chiude 3° a precedere Kiyonari, Westmoreland e Walker mentre il nostro Matteo Baiocco conquista la seconda top-10 di giornata. MCE Insurance British Superbike Championship 2013 Snetterton 300, Classifica Gara 2 01- Shane Byrne – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 16 giri in 30’48.141 02- Alex Lowes – Samsung Honda – Honda CBR 1000RR – + 0.245 03- Joshua Brookes – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 7.018 04- Ryuichi Kiyonari – Samsung Honda – Honda CBR 1000RR – + 7.868 05- James Westmoreland – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 8.587 06- Chris Walker – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 12.961 07- Josh Waters – Milwaukee Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 18.218 08- Dan Linfoot – Lloyds British GBmoto Racing – Honda CBR 1000RR – + 21.370 09- James Ellison – Milwaukee Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 21.483 10- Matteo Baiocco – Rapido Sport Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 22.773 11- PJ Jacobsen – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 24.121 12- Tommy Bridewell – Bathams Honda – Honda CBR 1000RR – + 24.420 13- Peter Hickman – Lloyds British GBmoto Racing – Honda CBR 1000RR – + 30.132 14- Lee Costello – Halsall Racing – Kawasaki ZX-10R – + 31.720 15- Jenny Tinmouth – Two Wheel Racing – Honda CBR 1000RR – + 1’18.389

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy