BSB Snetterton Gara 1: Hill vince e rafforza la leadership

BSB Snetterton Gara 1: Hill vince e rafforza la leadership

Laverty e Brookes sul podio, fuori gli italiani

Commenta per primo!

Il Campione in carica Tommy Hill è il primo due-volte vincitore del British Superbike 2012. Ai comandi della Yamaha YZF R1 preparata da SMR Performance, il capo-classifica di campionato ha battuto nella prima di due manche in programma sul tracciato “300” di Snetterton Michael Laverty (2° con Samsung Honda, al primo podio stagionale) e Joshua Brookes (3° con TAS Suzuki) conquistando la personale 14esima affermazione nella categoria, rafforzando il primato della “Main Season” a quota 123 punti, 15 di vantaggio sul poleman australiano. Scattato dalla prima fila dello schieramento di partenza, Hill ha preso il comando delle operazioni al 6° giro riuscendo a distanziare i suoi più diretti inseguitori nella fase decisiva della contesa, quanto basta per staccare Michael Laverty bravo a rispondere agli assalti di Joshua Brookes, ritrovandosi in pole per Gara 2 grazie al giro più veloce in 1’49″343. Con la classifica di campionato che premia Hill, leader a 123 seguito da Brookes (108) e Byrne (88, fermato da un problema elettrico alla propria PBM Kawasaki), sempre più interessante il confronto per la top-6 con 7 piloti racchiusi in soli 11 punti: da Lowry (4° in campionato, 8° in rimonta dalla 19esima posizione in griglia) a Seeley (escursione fuori pista al primo giro per evitare Kirkham, caduto per un contatto con Linfoot) ci sono anche Easton, Laverty, Walker e Noriyuki Haga, quarto riuscendo proprio in volata a battere per 29 millesimi un Alex Lowes protagonista con la Honda CBR 1000RR del Team WFR. In piena “corsa-Showdown” non manca nemmeno Tommy Bridewell, ottimo 6° con la BMW S1000RR del Supersonic Racing Team, formazione italiana che porta anche Patric Muff in 9° piazza, salvando di fatto una Gara 1 da dimenticare per i nostri colori. Luca Scassa, 9° in griglia, è giunto al contatto al terzo giro con Graeme Gowland nella bagarre per l’ottava posizione: cercherà il riscatto in Gara 2 ritrovandosi in seconda fila dello schieramento di partenza. Prosegue il momento sfortunato per Alex Polita, KO alla sesta delle 16 tornate previste, con una Ducati 1199 Panigale che in versione “BSB Evo” proprio non va… Cronaca di Gara Per la sesta volta in carriera Joshua Brookes scatta dalla pole grazie all’1’48″490 siglato nel “Q3” più combattuto di sempre nella storia del British Superbike: a 1/1000 Michael Laverty, a 0″034 Tommy Hill. Completa la prima fila Graeme Gowland, scatta 6° Noriyuki Haga, 9° Luca Scassa con Alex Polita 25°. Tutto è pronto a “Snetterton 300”, condizioni climatiche ottimali e, con 1/4 d’ora di ritardo, finalmente si parte: allo spegnimento del semaforo ottimo spunto del poleman Brookes, ma alla “Riches” è Laverty a conquistare l’hole-shot con Hill 3°, Haga 4° su Lowes, seguono Byrne, Easton, via via tutti gli altri con Gowland partito malissimo. Si arriva alla “Agostini” e si registra subito il primo botto della corsa: Linfoot stringe Kirkham, questi si ritrova a terra con Seeley e Smart costretti ad un’escursione fuori pisti per evitarlo. Gioie e dolori per il team Samsung Honda: la corsa prosegue e la CBR #7 di Laverty è al comando su Brookes, Hill e Haga, non c’è Easton che nonostante una buona partenza è costretto a rientrare ai box per un problema tecnico alla propria PBM Kawasaki. Si chiude così il primo giro, posizioni invariate con Scassa che si segnala in 8° posizione in piena bagarre con Gowland, 21esimo Alex Polita. Nelle fasi iniziali della contesa, inusitatamente, si inizia una “fase di studio”: pochi sorpassi, ma buoni tempi sul giro con la composizione di un gruppo a sei piloti per il primato: Laverty, Brookes, Hill, un determinatissimo Haga, Byrne e Alex Lowes, più staccati tutti gli altri con Bridewell già 7° in rimonta su Westmoreland, Rutter, Muff e Walker. Non c’è in questo gruppetto il nostro Luca Scassa, ben presto arriva la spiegazione: al 3° giro, all’altezza (ironia della sorte) della curva intitolata a Giacomo Agostini, non inquadrato dalla regia si ritrova a terra per un contatto con Graeme Gowland, salutando così antitempo la compagnia. Brutta notizia per i nostri colori, ma la gara entra definitivamente nel vivo: Byrne passa Haga per la quarta posizione, l’inizio della fine per “Shakey”, costretto a breve a rientrare in corsia box sempre per un problema di natura elettrica alla propria Kawasaki. Gara 1 da dimenticare per il Paul Bird Motorsport, “zero” importante per le ambizioni-campionato di Byrne, spiraglio di “fuga” per Tommy Hill: al sesto giro abbozza alla “Esses” un doppio-sorpasso su Laverty e Brookes, ci riprova e ci riesce alla tornata seguente guadagnando la 1° posizione che mai più lascerà. Compreso il momento, Brookes decide di sferrare l’attacco per la seconda posizione a scapito di Laverty alla “Riches”, ci prova subito anche nei confronti di Hill con una staccata impossibile alla “Montreal”: rischio tamponamento dietro l’angolo, ma per fortuna finisce soltanto per perdere il 2° posto a favore di Laverty. Questi due protagonisti del BSB danno vita ad un bel duello per il ruolo di “runner-up” (e per 2 addizionali “podium credits” utili in prospettiva Showdown), altrettanto per il 4° posto con Alex Lowes che sfila Noriyuki Haga per la “medaglia di legno” di Gara 1. Niente da fare per Alex Polita, costretto al ritiro alla sesta delle 16 tornate previste: week-end, per usare un eufemismo, sin qui “da dimenticare”. A cinque tornate dalla bandiera a scacchi Hill è in fuga, dietro Laverty risponde alla “Esses” ad un deciso sorpasso di Brookes alla “Riches”, alle loro spalle si conferma Lowes al 4° posto davanti ad Haga, Bridewell ed un combattivo terzetto composto da Lowry (che rimonta dalla 19esima posizione in griglia!), Walker e Muff. Le ultime emozioni della contesa le concedono Alex Lowes e Noriyuki Haga: i due non si risparmiano nella bagarre per il 4° posto, proprio in volata per 29 millesimi la spunta Nitronori, primo tra gli esclusi da un podio che premia nell’ordine Hill, Laverty e Brookes. MCE Insurance British Superbike Championship 2012 Snetterton 300, Classifica Gara 1 01- Tommy Hill – Swan Yamaha – Yamaha YZF R1 – 16 giri in 29’22.601 02- Michael Laverty – Samsung Honda – Honda CBR 1000RR – + 1.234 03- Joshua Brookes – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 6.847 04- Noriyuki Haga – Swan Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 10.304 05- Alex Lowes – Team WFR – Honda CBR 1000RR – + 10.333 06- Tommy Bridewell – Supersonic Racing Team – BMW S1000RR – + 16.360 07- Chris Walker – Pr1mo Bournemouth Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 20.503 08- Ian Lowry – Padgett’s Racing – Honda CBR 1000RR – + 20.524 09- Patric Muff – Supersonic Racing Team – BMW S1000RR – + 20.692 10- Barry Burrell – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 21.674 11- Dan Linfoot – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 24.084 12- James Westmoreland – Team WFR – Honda CBR 1000RR – + 29.574 13- Luke Quigley – GBmoto Racing – Honda CBR 1000RR – + 30.387 14- Michael Rutter – MSS Bathams Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 37.855 15- Tristan Palmer – GBmoto Racing – Honda CBR 1000RR – + 41.875 16- Alastair Seeley – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 47.005 17- Aaron Zanotti – A-Plant Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’05.899 18- John Laverty – Splitlath Redmond – Aprilia RSV4 – + 1’12.279 19- Jenny Tinmouth – Hardinge Sorrymate.com Honda – Honda CBR 1000RR – + 1’37.641 20- Abdulaziz Binladin – Moto Rapido Racing – Ducati 1199 Panigale – a 1 giro Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy