BSB Silverstone Qualifiche: Laverty beffa Hopkins per la pole

BSB Silverstone Qualifiche: Laverty beffa Hopkins per la pole

Disastro HM Plant Honda, Byrne e Kiyo fuori dalla top 10

Commenta per primo!

Nel giorno del disastro (annunciato) di casa HM Plant Honda, Michael Laverty dimostra che sì, sul rinnovato tracciato “Arena GP” di Silverstone è possibile battere un John Hopkins in stato di grazia. Il portacolori Swan Yamaha, contendente al titolo lo scorso anno con Relentless Suzuki, si è fatto perdonare l’errore al via di Gara 2 a Donington Park conquistando la seconda pole position stagionale (ed in carriera) con un buon 2’05″056, distante 1″ dai riferimenti del mondiale Superbike Il più veloce in tutti e tre i mini-turni delle qualifiche ad eliminazione “Roll for Pole”, M-Lav con la Yamaha YZF R1 ufficiale (stesso “pacchetto” di elettronica, sospensioni e propulsore del Yamaha World Superbike Team) è riuscito a spuntarla per 77 millesimi su John Hopkins, poleman nella comparsata mondiale da wild card lo scorso mese di agosto, non in grado di ripetersi nel BSB restando lontano, complici le ben note differenze di pneumatici Pirelli tra mondiale e campionato britannico, dal suo 2’04″041 record della pista per le derivate di serie.

La buona notizia per “Hopper”, oltre alla tenuta fisica della mano destra infortunata e operata recentemente in due distinte occasioni, sono le difficoltà impreviste incontrate dai diretti avversari per la corsa al titolo. Se Michael Laverty domani farà di tutto per riaprire i giochi, Tommy Hill dalla quinta posizione accusa uno svantaggio 5 decimi, spodestato dalla prima fila da un eccezionale Joshua Brookes (che gran giro, 3° con Relentless Suzuki dopo prove anonime) e un altrettanto coriaceo Michael Rutter, quarto al rientro post-infortunio di Cadwell Park, nelle posizioni che contano nonostante due coste fratturate.

Se Rutter dimostra ancora una volta il significato del suo soprannome “The Blade”, la top-10 presenta altre sorprese come Jon Kirkham, 6° e leader della Rider’s Cup (premio di consolazione per gli esclusi dello Showdown), seguito da Martin Jessopp (caduto a fine turno alle “Maggots”), Peter Hickman, Graeme Gowland 9° e poleman tra le “Evo” con Dan Linfoot buon decimo al ritorno nel BSB con Tyco Honda. Chi manca all’appello? Ovviamente il “dream team” HM Plant Honda, alla peggior qualifica stagionale e di sempre nel BSB. Shane Byrne non è andato oltre la 13° posizione, escluso dal Q2 con uno svantaggio (incredibile da dirsi) di 2″2 dalla vetta, restando a braccia conserte ai box negli ultimi cinque minuti. D’accordo che “Shakey” è il pilota dei miracoli e delle rimonte (a Thruxton da ultimo in griglia a 4°, a Donington centrato al via ha concluso 8°), ma puntare al podio in questa condizione tecnico-sportiva sembra un pensiero utopistico.

Peggio è andata a Ryuichi “ormai ex King Kiyo” Kiyonari. Nel Q1 ha evitato per soli 73 millesimi una clamorosa eliminazione (20°, ultimo posto disponibile), mentre nel Q2 si è mantenuto a 2″4 dal miglior tempo ritrovandosi 16°. Addio sogni di quarto titolo nel BSB, se ne riparlerà (se ci sarà l’occasione) nel 2012 con la rivoluzione regolamentare voluta da MSVR, già il “presente” a Silverstone con ben due nuove “SBK Evo” prive di traction control e anti-wheelie al via: James Westmoreland è 15° con la Honda del Team WFR, Gary Mason 17° con la propria Kawasaki MSS Colchester. La strada per ottimizzare il pacchetto a disposizione è ancora in salita.

MCE Insurance British Superbike Championship 2011
Silverstone, Classifica Qualifiche (Q3)

01- Michael Laverty – Swan Yamaha – Yamaha YZF R1 – 2’05.056
02- John Hopkins – Samsung Crescent Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.077
03- Joshua Brookes – Relentless Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.455
04- Michael Rutter – Rapid Solicitors Bathams Racing – Ducati 1098R – + 0.475
05- Tommy Hill – Swan Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 0.588
06- Jon Kirkham – Samsung Crescent Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.168
07- Martin Jessopp – Rapid Solicitors Bathams Racing – Ducati 1098R – + 1.169
08- Peter Hickman – Tyco Racing – Honda CBR 1000RR – + 1.305
09- Graeme Gowland – Team WFR – Honda CBR 1000RR – + 1.452 (Evo)
10- Dan Linfoot – Tyco Racing – Honda CBR 1000RR – + 1.679

La Griglia di Partenza

01- Michael Laverty – Swan Yamaha – Yamaha YZF R1
02- John Hopkins – Samsung Crescent Racing – Suzuki GSX-R 1000
03- Joshua Brookes – Relentless Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000
04- Michael Rutter – Rapid Solicitors Bathams Racing – Ducati 1098R
05- Tommy Hill – Swan Yamaha – Yamaha YZF R1
06- Jon Kirkham – Samsung Crescent Racing – Suzuki GSX-R 1000
07- Martin Jessopp – Rapid Solicitors Bathams Racing – Ducati 1098R
08- Peter Hickman – Tyco Racing – Honda CBR 1000RR
09- Graeme Gowland – Team WFR – Honda CBR 1000RR (Evo)
10- Dan Linfoot – Tyco Racing – Honda CBR 1000RR
11- Glen Richards – Team WFR – Honda CBR 1000RR (Evo)
12- Alex Lowes – Motorpoint Yamaha – Yamaha YZF R1
13- Shane Byrne – HM Plant Honda – Honda CBR 1000RR
14- Tommy Bridewell – Motorpoint Yamaha – Yamaha YZF R1
15- James Westmoreland – Team WFR – Honda CBR 1000RR (SBK 2012)
16- Ryuichi Kiyonari – HM Plant Honda – Honda CBR 1000RR
17- Gary Mason – MSS Colchester Kawasaki – Kawasaki ZX-10R (SBK 2012)
18- Chris Walker – Pr1mo Racing – Kawasaki ZX-10R
19- Ian Lowry – MSS Colchester Kawasaki – Kawasaki ZX-10R
20- Steve Brogan – Jentin Racing – Honda CBR 1000RR
21- Barry Burrell – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR (Evo)
22- Patric Muff – Tyco Racing – Honda CBR 1000RR (Evo)
23- Karl Harris – Splitlath Motorsport – Aprilia RSV4 (Evo)
24- Scott Smart – Moto Rapido – Ducati 1198R (Evo)
25- Craig Fitzpatrick – Close Print Finance – Honda CBR 1000RR (Evo)
26- Aaron Zanotti – Quattro Plant Spike Racing – BMW S1000RR (Evo)
27- David Anthony – Doodson Motorsport – BMW S1000RR (Evo)
28- James Hillier – Bournemouth Kawasaki Racing – Kawasaki ZX-10R (Evo)
29- Dan Kneen – Marks Bloom Racing – Kawasaki ZX-10R (Evo)
30- Lee Jackson – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR
31- John Simpson – Splitlath Motorsport – Aprilia RSV4 (Evo)
32- Steve Heneghan – Buy-Force.com Quattro Plant – Kawasaki ZX-10R (Evo)

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy