BSB Silverstone Prove Libere 2: John Hopkins imprendibile

BSB Silverstone Prove Libere 2: John Hopkins imprendibile

Tommy Hill paga mezzo secondo, indietro tutti gli altri

Commenta per primo!

Una sessione dominata. Grazie ai riferimenti nella messa a punto trovati nella wild card (comprensiva di Superpole e top-5 in Gara 2) dello scorso mese di agosto nel mondiale Superbike, John Hopkins ha staccato tutti nella seconda sessione di prove libere del BSB sul rinnovato tracciato “Arena GP” di Silverstone. In uno stato di grazia (un pò meno di forma, considerata la recente operazione alla mano destra…) inaugurato con la doppietta di Donington Park, “Hopper” con la Suzuki GSX-R 1000 preparata dal team Crescent si è portato in testa al campionato e al comando nel venerdì di attività a Silverstone.

Se il vantaggio in classifica è di soli 3 punti, nei confronti di Tommy Hill il margine è di oltre mezzo secondo in pista a Silverstone; non abbastanza per dormire sonni tranquilli, ma sufficiente per programmare un week-end trionfale per ipotecare la conquista del titolo già al secondo appuntamento dello “Showdown” 2011, anche perchè al di fuori del pilota Swan Yamaha non sembrano esserci avversari agguerriti e competitivi nel cammino.

Michael Laverty, fuori gioco a Donington Park per l’assurda manovra al via di Gara 2, sconta 7 decimi; non va meglio a Shane Byrne, quinto sul tracciato dove vinse il suo secondo titolo nel BSB 2008, preceduto anche da Jon Kirkham (leader della Riders’ Cup, conferma dell’ottimo livello di competitività in casa Crescent Suzuki) con alle sue spalle il convincente Peter Hickman su Tyco Honda e Graeme Gowland, ormai non più una rivelazione con la Honda “Evo” del Team WFR.

Perdono quota le ambizioni di Joshua Brookes, in apparente difficoltà a Silverstone con la Suzuki Relentless Suzuki, preceduto nella classifica dei tempi anche da un ritrovato Alex Lowes (secondo week-end da pilota Motorpoint Yamaha sul tracciato dove prese parte alla tappa del mondiale con Castrol Honda) e da Michael Rutter, ottavo nonostante due coste fratturate ed una clavicola infortunata da Cadwell Park a questa parte. Solito rendimento altalenante di Ryuichi Kiyonari, sceso dal 6° della mattinata all’undicesimo crono a 2″3 dalla vetta, non convincono (ed è comprensibile tenendo conto delle penalizzazioni regolamentari) le Superbike in configurazione 2012 di Gary Mason (14°, MSS Colchester Kawasaki) e James Westmoreland, 19° con la Honda preparata dal Team WFR, peggio rispetto alle Fireblade “Evo” della stessa formazione britannica.

MCE Insurance British Superbike Championship 2011
Silverstone, Classifica Prove Libere 2

01- John Hopkins – Samsung Crescent Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 2’06.152
02- Tommy Hill – Swan Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 0.559
03- Michael Laverty – Swan Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 0.744
04- Jon Kirkham – Samsung Crescent Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.523
05- Shane Byrne – HM Plant Honda – Honda CBR 1000RR – + 1.780
06- Peter Hickman – Tyco Racing – Honda CBR 1000RR – + 1.804
07- Graeme Gowland – Team WFR – Honda CBR 1000RR – + 1.869 (Evo)
08- Michael Rutter – Rapid Solicitors Bathams Racing – Ducati 1098R – + 2.133
09- Alex Lowes – Motorpoint Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 2.155
10- Joshua Brookes – Relentless Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 2.166
11- Ryuichi Kiyonari – HM Plant Honda – Honda CBR 1000RR – + 2.338
12- Martin Jessopp – Rapid Solicitors Bathams Racing – Ducati 1098R – + 2.364
13- Ian Lowry – MSS Colchester Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 2.392
14- Gary Mason – MSS Colchester Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 2.491 (SBK 2012)
15- Chris Walker – Pr1mo Racing – Kawasaki ZX-10R – + 2.526
16- Glen Richards – Team WFR – Honda CBR 1000RR – + 2.590 (Evo)
17- Dan Linfoot – Tyco Racing – Honda CBR 1000RR – + 2.675
18- Tommy Bridewell – Motorpoint Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 3.140
19- James Westmoreland – Team WFR – Honda CBR 1000RR – + 3.608 (SBK 2012)
20- Barry Burrell – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 4.190 (Evo)
21- Scott Smart – Moto Rapido – Ducati 1198R – + 4.546 (Evo)
22- Steve Brogan – Jentin Racing – Honda CBR 1000RR – + 4.564
23- David Anthony – Doodson Motorsport – BMW S1000RR – + 4.884 (Evo)
24- Patric Muff – Tyco Racing – Honda CBR 1000RR – + 5.007 (Evo)
25- James Hillier – Bournemouth Kawasaki Racing – Kawasaki ZX-10R – + 5.065 (Evo)
26- Karl Harris – Splitlath Motorsport – Aprilia RSV4 – + 5.349 (Evo)
27- Aaron Zanotti – Quattro Plant Laser Tools – BMW S1000RR – + 5.908 (Evo)
28- John Simpson – Splitlath Motorsport – Aprilia RSV4 – + 6.135 (Evo)
29- Craig Fitzpatrick – Close Print Finance – Honda CBR 1000RR – + 6.370 (Evo)
30- Lee Jackson – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 7.455
31- Dan Kneen – Marks Bloom Racing – Kawasaki ZX-10R – + 7.632 (Evo)
32- Steve Heneghan – Buy-Force.com Quattro Plant – Kawasaki ZX-10R – + 8.490 (Evo)

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy