BSB: si cercano correttivi per fronteggiare la crisi

BSB: si cercano correttivi per fronteggiare la crisi

Pochissime squadre hanno definito i programmi 2010

Commenta per primo!

Per sintetizzare al meglio l’attuale situazione di crisi economica che imperversa anche nel British Superbike, basta riportare un fatto eclatante. Siamo ai primi di novembre ed in vista del 2010 pochissime squadre hanno già sostanzialmente definito i programmi, mentre alcuni top team (vedi GSE Racing, vedi HM Plant Honda) sono ancora alla ricerca di finanziatori per completare il budget.

Una situazione che nel BSB non si è quasi mai verificata, nè con la recente gestione Dorna, nè tantomeno con l’arrivo del MSVR di Jonathan Palmer dalla scorsa stagione. La crisi si fa sentire, eccome, e a dispetto di altri campionati nazionali ed internazionali in UK stanno già prendendo correttivi a breve termine per sopperire a questa monumentale problematica.

Nelle scorse settimane è stato deciso che nel 2010 tutti i team avranno a disposizione soltanto 1 moto per pilota, che dovrebbe nelle intenzioni abbassare di una discreta percentuale i costi da affrontare in un campionato.

Altra mossa che potrebbe presto esser attuata è quella di limitare i test esclusivamente ad un evento organizzato dalla MSVR, una sorta di “GP zero” che potrebbe proporsi anche come presentazione del campionato.

La soluzione che sembra teoricamente la più valida in prospettiva è l’introduzione della “BSB Evolution“, nuova regolamentazione che sostituirà la “Cup” per i piloti indipendenti nel 2010 e, dalla stagione successiva, diventare addirittura la classe regina del British Superbike. Va detto che già diverse squadre hanno proposto a Jonathan Palmer di anticipare questo passaggio già dall’anno prossimo…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy