BSB: si anima la corsa per lo “Showdown”, 4 posti disponibili

BSB: si anima la corsa per lo “Showdown”, 4 posti disponibili

Byrne e Hopkins “sicuri”, da scoprire gli altri piloti

Doverosa (e lunga) premessa per i meno avvezzi e/o attenti alle dinamiche regolamentari del British Superbike. Dallo scorso anno nella principale serie motociclistica nazionale del pianeta è stato istituito lo “Showdown”, campionato nel campionato che assegna il titolo seguendo questa regolamentazione: i 6 piloti meglio piazzati in classifica della “Main Season” (i primi 9 eventi del calendario da Brands Hatch Indy a Cadwell Park) saranno portati a quota 500 punti, più addizionali podium credits conseguiti secondo la scaletta 3-2-1 dal 1° al 3° posto per ciascun piazzamento sul podio conquistato. Questi fortunati eletti, che potranno “scartare” i due peggiori risultati della main season, concorreranno (e soltanto loro) per il titolo assoluto del British Superbike nello Showdown, mentre gli altri esclusi lotteranno per la “Rider’s Cup”, una sorta di premio di consolazione.

Complicato a dirsi, altrettanto in questo momento capire quali saranno i piloti in grado di presentarsi per gli ultimi tre eventi stagionali in corsa per la vittoria finale di campionato. Dopo i primi 4 di 9 eventi della “Main Season” la classifica sembra assicurare i primi due lasciapassare per lo Showdown a Shane Byrne e John Hopkins, rispettivamente 1° e 2° con 136 e 121 punti all’attivo con 12 e 9 addizionali podium credits.

Tutto da definire alle loro spalle, con 8 piloti realisticamente in corsa per le 4 restanti posizioni disponibili. Da escludere Stuart Easton (3° in classifica, ma costretto a chiudere anzitempo la stagione per il drammatico incidente alla North West 200), in corsa troviamo i due alfieri Swan Yamaha Tommy Hill (70 punti) e Michael Laverty (69), più il sorprendente Peter Hickman (68) che in questo momento addirittura esclude dalla top-6 il campione in carica Ryuichi Kiyonari (65).

Inseguono a breve distanza anche Michael Rutter (62), Jon Kirkham (61), Loris Baz (56) e Joshua Brookes (48), l’ultimo credibile contendente allo “Showdown”. Insomma, da qui al 29 agosto per la tappa di Cadwell Park si prospetta una bella lotta, con la possibilità per molti (vedi Kiyonari e Brookes) di giocarsi quest’estate non soltanto l’accesso alla fase decisiva del campionato, ma anche tutta una stagione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy