BSB: Shane Byrne resta nel British Superbike con PBM

BSB: Shane Byrne resta nel British Superbike con PBM

Correrà ancora con Kawasaki accanto a Keith Farmer

Commenta per primo!

Sembrava fatta per il ritorno in MotoGP, ma alla fine Shane Byrne, campione BSB 2012, ha deciso di restare con il Paul Bird Motorsport nel British Superbike. Anche nel 2013 “Shakey” correrà sotto le insegne di Rapid Solicitors Kawasaki nel più competitivo campionato nazionale Superbike del pianeta, deciso a diventare il pilota più vincente di sempre nella storia della categoria forte dei tre titoli (2003 con Monstermob Ducati, 2008 con GSE Ducati e quest’anno con PBM Kawasaki) e delle 41 vittorie (a soli 2 successi dal record di Ryuichi Kiyonari) conquistate finora. “In queste settimane ero in una posizione invidiabile: Paul (Bird, il titolare dell’omonimo team) mi aveva offerto di correre in MotoGP o nel BSB, ma ho scelto di restare nel British Superbike“, spiega Shane Byrne. “Ho la possibilità di vincere ancora e di diventare il pilota di maggior successo nella categoria: non potevo lasciarmi scappare questa occasione. L’obiettivo sarà quello di conquistare il quarto titolo ed il maggior numero di vittorie possibile, non sarà facile, ma sono convinto con il Paul Bird Motorsport ed una competitiva Kawasaki Ninja ZX-10R di riuscirci. L’unico mio dubbio adesso riguarda la scelta del numero di gara: sono tentato di correre con l’1, ma non posso lasciare il mio fortunato 67… deciderò nelle prossime settimane“. Accanto a Shane Byrne sotto le insegne di Rapid Solicitors Kawasaki correrà a tempo pieno nel British Superbike il giovane Keith Farmer, Campione nazionale britannico Superstock 600 (2011) e 1000 (2012), promosso dalla STK1000 dove ha conquistato il titolo proprio con PBM riuscendo a ben figurare anche a Oulton Park quest’anno nel BSB, chiamato a sostituire l’infortunato Stuart Easton. “Sono ovviamente entusiasta dell’idea di correre nel BSB con Rapid Solicitors Kawasaki“, spiega Farmer. “Non posso che ringraziare Paul (Bird) per questa possibilità, farò di tutto per ripagare le attese. Correr poi accanto ad un pilota come Shakey per me sarà di grande aiuto per imparare e, se possibile, ottenere dei buoni risultati a stagione in corso“. Paul Bird, titolare dell’omonimo Paul Bird Motorsport, spera nel 2013 di conquistare l’ennesimo titolo di categoria. “Con Shakey e Keith abbiamo una squadra per puntare ai vertici della categoria. Saremo inoltre impegnati in MotoGP, presto annunceremo i programmi 2013“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy