BSB: Shane Byrne “C’è il potenziale per far bene”

BSB: Shane Byrne “C’è il potenziale per far bene”

Shakey parla dei primi test invernali con HM Plant Honda

E’ tornato nel British Superbike per rilanciare la propria carriera dopo un biennio difficile trascorso nel mondiale Superbike con le Ducati dei team Borciani e Althea. Shane Byrne è parso subito determinato in questo suo secondo “comeback” nel BSB, questa volta con la CBR 1000RR campione in carica del team HM Plant Honda.

“Shakey” tra Calafat e Cartagena ha spiccato buoni riferimenti cronometrici (meglio del suo compagno di squadra Ryuichi Kiyonari, un pò in difficoltà) viaggiando, di passo, sull’1’34”, anche se al momento il campione 2003 e 2008 del British Superbike non sembra aver pensato granchè ai risultati in pista, bensì alla messa a punto della propria Fireblade.

La prima giornata di test a Cartagena è stata un pò frustrante, ci son state diverse interruzioni per bandiera rossa e questo ci ha compromesso più volte il nostro programma di lavoro. Alla fine siamo riusciti a girare con regolarità nella conclusiva giornata di prove, scendendo in pista sempre con lo stesso treno di pneumatici per verificare la resa sulla distanza.

Posso ritenermi soddisfatto, ma soprattutto sereno perchè la mia Fireblade va molto bene. Dopo i primi test abbiamo iniziato a lavorare sulla messa a punto, in particolare sulle sospensioni, e abbiamo già definito un programma da rispettare per le prossime prove. Con la squadra mi son trovato bene, si lavora nel miglior modo possibile e questo mi lascia fiducioso per l’inizio della stagione“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy