BSB: Michael Rutter resta con Ducati anche nel 2011

BSB: Michael Rutter resta con Ducati anche nel 2011

Proverà a vincere il primo titolo nel British Superbike

Commenta per primo!

La stagione 2010, la 16° in carriera, per Michael Rutter nel British Superbike è andata ben oltre le personali aspettative. Dopo aver girovagato nel 2009 tra cinque differenti moto e squadre, “The Blade” ha trovato nel team Riders Motorcycles la squadra giusta per restare al top nel BSB, correndo con una Ducati 1098R “Evoluzione” sviluppata in proprio con elettronica e propulsore 2010.

Il risultato è stato quello di vedere Rutter in lotta per il campionato, vincendo due gare (a Knockhill e Silverstone), ammesso senza troppe difficoltà allo “Showdown” concludendo in quinta posizione nella classifica finale. Niente male per un pilota di 38 anni che vanta 12 vittorie alla North West 200 in carriera, completamente rinato in una squadra “piccola” a gestione familiare.

Le prestazioni di questo 2010 hanno convinto Michael Rutter a restare con la stessa moto e team anche nel 2011, provando a vincere quel titolo nel BSB che sembra ormai un tabù.

“E’ stata una grande stagione per me e per il team“, spiega Rutter. “Abbiamo vinto delle gare e siamo stati in corsa per il titolo. Certamente le cose non sono andate nel migliore dei modi nell’ultima prova di Oulton Park, ma abbiamo dimostrato a tutti che siamo avversari da non sottovalutare anche per il prossimo anno, perchè ci presenteremo con una stagione in più sulle spalle e più forti che mai“.

Prima di pensare al British Superbike 2011 il prossimo 20 novembre Rutter sarà al via del Macau Grand Prix sempre con una Ducati 1098R Riders Motorcycles, ma sotto le insegne del “Team of Paris” per esigenze di sponsor. L’obiettivo è conquistare la settima vittoria in carriera diventando così il pilota con più successi all’attivo sul Circuito da Guia, attualmente fermo a quota 6 insieme ad una leggenda come Ron Haslam.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy