BSB: i primi test dicono Lowes, Byrne e Kiyonari a ruota

BSB: i primi test dicono Lowes, Byrne e Kiyonari a ruota

Giornata di test ufficiali MSVR a Donington Park

Giovedì 14 marzo lo storico tracciato di Donington Park ha ospitato la prima giornata di test ufficiali MSVR (acronimo di MotorSportVision Racing) del British Superbike 2013. Tutti, o quasi, i team presenti, loro malgrado costretti a girare soltanto lo stretto indispensabili per le basse temperature (di poco superiori allo 0°) con addirittura la comparsata della neve nel primo pomeriggio. Il gelo di Donington Park ha di fatto reso poco invitante lo scender in pista, tanto che Joshua Brookes e PJ Jacobsen, coppia del team Tyco Suzuki by TAS, sono rimasti a braccia conserte in corsia box evitando di prendersi rischi inutili dopo le cadute di settimana scorsa nei test privati a Kirkistown. Con la coppia TAS ai box, l’assenza di Michael Rutter (fuori gioco per infortunio) e diverse squadre che annunceranno i programmi soltanto per i prossimi test tra Snetterton e Brands Hatch Indy, sono stati complessivamente 21 i piloti a prender contatto con l’asfalto di Donington Park con tre grandi protagonisti subito al comando: in rigoroso ordine di classifica Alex Lowes, Shane Byrne ed il rientrante Ryuichi Kiyonari. Shane Byrne Campione in carica Promosso “ufficiale” Honda Racing UK con il team Samsung Honda di Neil Tuxworth diretto da Havier Beltran, Alex Lowes nella seconda sessione di prove ha staccato il miglior riferimento cronometrico in 1’31″283 confermando le sensazioni positive del primo test con la blue Fireblade #22 dei giorni scorsi a Cadwell Park. Mattatore lo scorso anno a Silverstone e tra i sei eletti per lo Showdown, Lowes ha così mostrato subito propositi ambizioni e credenziali per puntare al titolo di categoria anche a scapito dei due pluri-Campioni Shane Byrne e Ryuichi Kiyonari, con quest’ordine rispettivamente in seconda e terza posizione nella classifica combinata dei tempi. “Shakey”, Campione in carica e nuovamente al via con la Kawasaki Ninja ZX-10R del Paul Bird Motorsport, ha completato soltanto 19 giri tenendo per buoni i riferimenti acquisiti nei (discussi) test privati a Cartagena dove, senza la (mono)centralina elettronica MoTeC M170 imposta dal regolamento, ha provato per la prima volta le sospensioni K-Tec che equipaggeranno la sua Ninja nella stagione 2013. Ryuichi Kiyonari al rientro nel BSB Ha mostrato subito un bel potenziale velocistico anche Ryuichi Kiyonari, l’ombra di sè stesso nella sua ultima apparizione nel BSB datata 2011, apparentemente tornato ad esser il “King Kiyo” che tutti riconosciamo questa volta con i colori Samsung in luogo della tradizionale veste cromatica arancio-nera HM Plant. Il recordman di successi (43 affermazioni in gara) e tri-Campione (2006, 2007 e 2010) ha staccato il terzo crono di giornata in 1’31″876 scontando sì poco meno di 6/10 dal nuovo team-mate Lowes, ma abbastanza per lasciar intendere di esser tornato quel pilota fenomenale a tratti imbattibile nel biennio 2006-2007. Escluso dal terzetto di testa e primo dei piloti sopra il muro dell’1’32” ha invece terminato le prove di Donington Park Tommy Bridewell, rivelazione del 2012 con BMW Supersonic, oggi portacolori del rinnovato Bathams Honda (ex-Quay Garage Racing) e subito protagonista a precedere il giovane Campione britannico Superstock 1000 in carica Keith Farmer (Kawasaki PBM), James Westmoreland (passato da Honda WFR a Builbase/Hawk BMW) e Jakub Smrz, new-entry dell’ultim’ora con Padgett’s Honda a seguito della dipartita del team Splitlath Redmond. “Kuba” ha staccato il settimo crono nonostante sia stato sfortunato protagonista di una scivolata all’altezza della “Coppice”, medesima sventura occorsa in giornata tra gli altri anche a Jon Kirkham (trasferitosi da Samsung Honda a Buildbase BMW) e Dan Linfoot (oggi in GBmoto Racing Honda). Matteo Baiocco con la Panigale nel BSB Non hanno particolarmente inciso sul piano cronometrico i due nuovi piloti di Milwaukee Yamaha (ex-Swan) con il rientrante James Ellison ed il Campione australiano Superbike in carica Josh Waters rispettivamente in decima e dodicesima posizione, ma con tutte le attenuanti del caso per una giornata di test poco indicativa in vista della stagione 2013. Aspettando i prossimi test tra Snetterton e Brands Hatch ha concluso 16° (ma già a ridosso della top-10 nell’inaugurale turno di prove) con 32 tornate a referto il nostro Matteo Baiocco, al via con la Ducati 1199 Panigale R del Rapido Sport Racing, fusione tra il team Moto Rapido e Millsport Racing. Il bi-Campione italiano Superbike in carica e collaudatore ufficiale Ducati Corse conta per i prossimi test di usufruire degli ultimi aggiornamenti sviluppati a Borgo Panigale per rendere la 1199R una moto vincente nel più competitivo campionato nazionale SBK del pianeta. MCE Insurance British Superbike Championship 2013 MSVR Test Donington Park, Classifica Combinata Tempi 01- Alex Lowes – Samsung Honda – Honda CBR 1000RR – 1’31.283 (39 giri) 02- Shane Byrne – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 1’31.585 (19 giri) 03- Ryuichi Kiyonari – Samsung Honda – Honda CBR 1000RR – 1’31.876 (44 giri) 04- Tommy Bridewell – Bathams Honda – Honda CBR 1000RR – 1’32.409 (49 giri) 05- Keith Farmer – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 1’32.424 (31 giri) 06- James Westmoreland – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – 1’32.930 (41 giri) 07- Jakub Smrz – Padgett’s Honda – Honda CBR 1000RR – 1’32.956 (39 giri) 08- Danny Buchan – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 1’32.990 (58 giri) 09- Robbin Harms – Doodson Motorsport – Honda CBR 1000RR – 1’33.668 (38 giri) 10- James Ellison – Milwaukee Yamaha – Yamaha YZF R1 – 1’33.717 (44 giri) 11- Chris Walker – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 1’33.841 (19 giri) 12- Josh Waters – Milwaukee Yamaha – Yamaha YZF R1 – 1’33.899 (56 giri) 13- Peter Hickman – GBmoto Racing – Honda CBR 1000RR – 1’34.652 (36 giri) 14- Karl Harris – PR Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 1’35.115 (7 giri) 15- Jon Kirkham – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – 1’35.370 (36 giri) 16- Matteo Baiocco – Rapido Sport Racing – Ducati 1199 Panigale R – 1’35.672 (32 giri) 17- Lee Costello – Halsall Racing – Kawasaki ZX-10R – 1’35.769 (17 giri) 18- Jenny Tinmouth – Two Wheel Racing – Honda CBR 1000RR – 1’36.012 (48 giri) 19- Dan Linfoot – GBmoto Racing – Honda CBR 1000RR – 1’36.902 (31 giri) 20- Aaron Zanotti – Aaron Zanotti Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 1’37.373 (25 giri) 21- Martin Jessopp – Riders Motorcycles – BMW S1000RR – 1’37.634 (34 giri)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy