BSB: esordio difficile con Yamaha per Alex Lowes

BSB: esordio difficile con Yamaha per Alex Lowes

Fuori dalla zona punti nel weekend di Donington Park

Commenta per primo!

Saltare da una moto all’altra a stagione in corso non è mai facile, anche per un talento come Alex Lowes, alla ricerca di “stabilità” e, se vogliamo, di una certa continuità di risultati dopo eccezionali exploit e numerose battute d’arresto nell’ultimo periodo. Archiviata anzitempo l’avventura con MSS Colchester Kawasaki, a Donington Park il 20enne di Lincoln è salito in sella alla Yamaha YZF R1 del Rob Mac Racing (oggi “Motorpoint Yamaha”), una moto mai provata prima con la quale non sembra aver trovato subito un buon feeling almeno a giudicare dai risultati.

Fuori dal “Q3” nelle qualifiche del sabato (19°), nelle due gare non è andato oltre una modesta 16° posizione nella prima manche ed un ritiro (scivolata) nella seconda. Non proprio il massimo per un talento che farà strada, ma che nel presente è chiamato a ritrovare la retta via…

Ho cercato di fare del mio meglio, ma è stato proprio un weekend sfortunato“, ammette Alex. “Se devo vedere il bicchiere mezzo pieno, sul piano velocistico siamo riusciti a metter in mostra a tratti il nostro potenziale. In Gara 2, dopo l’incidente al via, sono riuscito a recuperare giro dopo giro e avevo un bel passo da top-10, ma purtroppo sono stato costretto al ritiro per un problema tecnico. Andrà meglio a Silverstone“.

Senza dubbio Alex Lowes cercherà di riscattarsi tra 10 giorni a Silverstone, tracciato dove ha corso nel 2010 da wild card nel Mondiale Supersport e, quest’anno, addirittura con Castrol Honda in Superbike sostituendo l’infortunato Jonathan Rea, archiviando il weekend anzitempo per una brutta caduta in Gara 1.

Va detto che Lowes in 12 mesi ha cambiato cinque moto (Yamaha YZF R6, Honda CBR 1000RR “Evo”, Kawasaki Ninja ZX-10R, Honda CBR 1000RR Superbike e Yamaha YZF R1) correndo in quattro differenti classi e/o categorie (British Superbike, BSB “Evo”, British Superbike e Mondiale SBK): se non un record (Rutter nella sola stagione 2009 aveva cambiato 5 moto), poco ci manca.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy