BSB: esordio di Scassa a Cadwell Park con Padgett’s Honda

BSB: esordio di Scassa a Cadwell Park con Padgett’s Honda

Primo Shakedown del 2012 con le Fireblade

di Redazione Corsedimoto

Su uno dei tracciati più adrenalinici del pianeta inizia l’avventura nel British Superbike per il nostro Luca Scassa. Il campione italiano SBK 2008, protagonista negli ultimi anni tra World Superbike e Supersport, ha preso contatto con la CBR 1000RR Fireblade 2011 del rinomato e pluri-decorato team Padgett’s Honda, affiancato in questo test dal proprio compagno di squadra Ian Lowry (ex-Kawasaki Factory nel mondiale) e dalla coppia del team Honda Racing UK (ex-HM Plant Honda) Michael Laverty e Jon Kirkham. “The Rocker” ha scoperto subito le caratteristiche della propria Fireblade, ma soprattutto del tracciato di Cadwell Park, “Mountain” in primis…

E’ stato incredibile oggi a Cadwell Park!“, ha dichiarato Luca Scassa. “Questo è stato il primo test per la squadra e per me, quindi lo abbiamo utilizzato come shakedown e siamo tutti molto contenti. Abbiamo già delle idee sulle quali lavorare per il prossimo test, in quanto essendo molto alto ho bisogno di qualcosa che mi metta più a mio agio in sella. Questo è ciò che succede sempre alla prima uscita. Complessivamente sono contento e mi sento già abbastanza bene sulla Honda Padgetts, abbiamo fatto un buon numero di giri. Amo il tracciato ed ho iniziato a prendere confidenza dopo i molti giri della mattinata.

Per iniziare ho provato a compiere il salto al ‘Mountain’ così come appare nelle foto ma non riuscivo a farlo nella maniera corretta, ma mi sono divertito a provarci! Nel pomeriggio ho capito meglio ciò che era necessario fare ed la sensazione di staccare entrambe le ruote da terra è incredibile. Sono contento della squadra e non vedo l’ora del prossimo test!”

Dello stesso avviso anche Ian Lowry, che nel BSB ha già corso con Relentless Suzuki by TAS, Motorpoint Yamaha, MSS Colchester Kawasaki. “E’ stata una giornata incredibile e sono molto contento; le Honda non sono seconde a nessuno e sono rimasto impressionato sin dal primo momento. Questo è ciò di cui ho bisogno per la stagione e so che sarò in grado di guidare forte. E’ stata la prima uscita in pista e perciò non abbiamo spinto per ottenere il tempo, ma ora attendo con ansia il test di settimana prossima. La guida è stata più semplice di quanto mi sarei mai aspettato e dopo solo un giorno abbiamo trovato un set-up di base sul quale lavorare e migliorare.

Abbiamo compiuto sequenze di circa otto giri e nonostante il freddo della mattina, le sensazioni del pomeriggio sono state incredibili. La moto si comporta esattamente come voglio, non è un problema farla scivolar ma non abbiamo avuto nessun problema in questo frangente nel momento in cui le temperature sono cresciute. Il motore è più dolce in basso e quindi è perfetto. E’ stato un buon inizio ed è bello poter tornare in pista dopo questo lungo inverno.”

Oltre al BSB, il team Padgett’s Honda quest’anno si presenterà al via del British Superstock 1000 con i riconfermati Adam Jenkinson e Joe Dickinson più la leggenda del TT John McGuinness in diversi round del calendario 2012.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy