BSB: due podi a Croft per John Hopkins 2° in campionato

BSB: due podi a Croft per John Hopkins 2° in campionato

Adesso il “sogno campionato” è possibile per Hopper

Commenta per primo!

Un esordio a Brands Hatch così così, dovuto principalmente ad un errore in qualifica, ma da Oulton Park a Croft John Hopkins si è confermato tra i grandi protagonisti del British Superbike ormai, di diritto, tra i pretendenti alla vittoria finale di campionato. In un circuito mai visto prima se non con una GSX-R 1000 stradale, “Hopper” a Croft ha centrato due podi e punti utili per la classifica.

In Gara 1 il californiano, reduce dal successo di Oulton Park, ha concluso in seconda posizione alle spalle del proprio compagno di squadra Jon Kirkham senza rischiar nulla e scegliendo le gomme giuste per un asfalto che andava man mano asciugandosi.

Nella seconda manche “Hopper” ha conquistato il terzo posto arrivando vicino a Stuart Easton, 16 punti utili per la classifica dove è attualmente 2° a soli 3 punticini dal leader Shane Byrne, ma soprattutto vantando 8 “Podium Credits” in prospettiva Showdown.

Ho ragione di ritenermi soddisfatto“, ha ammesso John Hopkins. “Ho scelto per Gara 1 le intermedie che non avevo mai provato prima, ma con le quali mi sono trovato subito bene. Ero convinto di poter attaccare Byrne, ma poi è stato costretto al ritiro ed è entrata la Safety Car. Al restart non avevo lo stesso feeling della prima parte di gara e quando Jon (Kirkham) mi ha passato non potevo replicare. Ha guidato davvero in una maniera pazzesca, complimenti a lui, da compagno di squadra so bene com’era difficile guidare in queste condizioni con il nostro pacchetto: abbiamo realizzato una fantastica doppietta, ma lui ne aveva di più.

Per Gara 2 purtroppo non c’era la stessa fiducia, ma centrare un altro podio è sicuramente positivo per il campionato. Lascio Croft in seconda posizione a soli 3 punti dal leader, non posso che esser soddisfatto, è stata una giornata davvero positiva“.

Adesso per John Hopkins un paio di settimane di meritato riposo prima di Thruxton, tracciato mai visto prima dove, tuttavia, il team Crescent Suzuki storicamente ha sempre raccolto risultati di prestigio forte di una GSX-R 1000 velocissima nei lunghi rettilinei.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy