BSB: dopo Croft Shane Byrne ritorna leader della classifica

BSB: dopo Croft Shane Byrne ritorna leader della classifica

Poleman e sul gradino più alto del podio di Gara 2

Commenta per primo!

Nel 2010 proprio a Croft il team HM Plant Honda aveva vissuto il week-end più difficile di tutta la stagione. Per fortuna della compagine di Neil Tuxworth, quest’anno l’esperienza di Shane Byrne è un valore aggiunto che può portare ad una rapida risoluzione dei problemi. Dopo qualche difficoltà incontrata nella giornata del venerdì, già l’indomani “Shakey” è stato in grado di conquistare la seconda pole position stagionale dopo Brands Hatch, partendo come grande favorito per le due gare in programma per domenica.

Al primo via il campione BSB 2003 e 2008 ha rispettato le attese, andando in fuga fino ad un malaugurato problema tecnico al propulsore. Con la propria Fireblade letteralmente in fumo, Byrne ha dato il massimo per riscattarsi in gara 2 cogliendo la seconda vittoria stagionale (il primo a riuscirci), la 29° in carriera che vale 25 punti utili per il campionato.

Ovviamente la prima gara è stata deludente per tutti noi, stavo dando il massimo per ottenere un ottimo risultato quando sono stato costretto a fermarmi per un problema tecnico. E’ stato davvero un peccato perchè abbiamo azzardato le slick e sembrava la scelta giusta, in più non abbiamo mai avuto di questi problemi finora.

La squadra nella sosta tra le due gare ha lavorato molto per ripristinare la moto: io al via ho pensato soltanto a dare il massimo ed è arrivata la vittoria. Ovviamente non possiamo esser completamente soddisfatti, in Gara 1 abbiamo buttato al vento un buon risultato anche se, tutto sommato, siamo pur sempre in testa al campionato“.

Proprio così: adesso Byrne con 95 punti e 8 podium credits conduce la classifica con 3 lunghezze di vantaggio su John Hopkins, sette su Stuart Easton con la possibilità di vincere ancora tra un paio di settimane a Thruxton.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy