BSB: conclusi i Test a Cartagena, le Yamaha R1 volano

BSB: conclusi i Test a Cartagena, le Yamaha R1 volano

Tommy Hill il più veloce, tiene il passo soltanto Brookes

Sono solo test invernali, ma dalla quattro giorni di test a Cartagena il British Superbike guadagna una certezza: le YZF R1 ufficiali del team Swan Yamaha, nuova compagine di riferimento di Iwata nella categoria, volano. Eccome se volano: Tommy Hill, contendente al titolo 2010 su Suzuki Crescent, ha presto trovato il feeling con la Yamaha spiccando in conclusione di giornata il nuovo primato del tracciato iberico in 1’32″914. Nemmeno una scivolata è riuscita a frenare l’avanzata dell’ex pilota di Yamaha e Honda Althea del mondiale Supersport, parso decisamente a suo agio con la R1 “Melandri Replica” con gli stessi dati, riferimenti ed elettronica del team Yamaha del mondiale di categoria. Al di là del “tempone” siglato da Tommy Hill, è il rendimento complessivo del team Swan Yamaha a far suonare un campanello d’allarme ai box degli avversari. Michael Laverty, altro grande protagonista della stagione 2010 su Relentless Suzuki, ha fermato i cronometri a soli 2 decimi dal compagno di squadra (1’33″1), lavorando nella messa a punto della moto riprendendo il lavoro iniziato a Calafat martedì scorso (il team Swan Yamaha ha raggiunto le altre squadre soltanto venerdì a Cartagena). Per gli avversari può esserci una prospettiva di “moderata preoccupazione”. In casa HM Plant Honda con Shane Byrne si è lavorato per tutto il giorno con praticamente lo stesso set di pneumatici viaggiando sul passo dell’1’34”. Non male, verrebbe da dire: peccato soltanto che le due R1 hanno una costanza di rendimento sull’1’33” basso… Tra Calafat e Cartagena sono così le Yamaha R1 ufficiali le “regine” di questi primi test invernali del British Superbike, anche se in Suzuki regna un moderato ottimismo. Il team Crescent ha concluso le prove in anticipo per viaggiare verso la volta di Guadix, meta dei prossimi test, con John Hopkins che ha dimostrato di aver completamente recuperato dagli acciacchi del 2010 nell’American Superbike (un delicato intervento chirurgico al polso destro che sembrava compromettergli definitivamente la carriera) ottenendo riferimenti da sicuro protagonista della stagione che scatterà il prossimo 25 aprile a Brands Hatch. Se “Hopper” è già a Guadix con un pensiero a Losail (proverà la Suzuki MotoGP il 13-14 marzo affiancando il titolare Alvaro Bautista), a Cartagena sono proseguiti per un’ulteriore giornata i test del Relentless Suzuki by TAS, nuova formazione ufficiale Suzuki GB. Il nuovo acquisto Joshua Brookes è stato l’unico a intromettersi tra le due Yamaha spiccando un ottimo 1’33″0, quasi 2 secondi meglio rispetto ai precedenti riferimenti cronometrici. Nella domenica di prove ha potuto disporre di addirittura tre GSX-R 1000: la moto “titolare” 2011, una moto “laboratorio” e la Gixxer con cui Guy Martin affronterà il TT. Insomma, sarà l’unico a difendere i colori Relentless, ma i mezzi non mancano alla squadra di Phillip Neil… Se il team Relentless Suzuki ha concluso positivamente i test di Cartagena con Joshua Brookes 2° tra le Superbike e Alastair Seeley al top tra le Supersport con la debuttante GSX-R 600 model year 2011, il team HM Plant Honda ha iniziato il 2011 in sordina. Come spesso capita la struttura pluri-campione del mondo e inglese Superbike ha badato più alla sostanza che ai tempi a sensazione, anche se Shane Byrne e, soprattutto, Ryuichi Kiyonari sono rimasti indietro rispetto ai diretti avversari per la corsa al titolo. “Shakey” è stato autore di un fuoripista a metà giornata, “King Kiyo” a suo solito non esalta nelle prove pre-campionato. Opportune verifiche da martedì a Guadix prima di tornare tutti nel Regno Unito e pensar già a Brands Hatch. MCE British Superbike Championship 2011 Test Cartagena, Classifica 4° giorno 01- Tommy Hill – Swan Yamaha – Yamaha YZF R1 – 1’32.9 02- Joshua Brookes – Relentless Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – 1’33.0 03- Michael Laverty – Swan Yamaha – Yamaha YZF R1 – 1’33.1 04- Shane Byrne – HM Plant Honda – Honda CBR 1000RR – 1’34.2 05- Ryuichi Kiyonari – HM Plant Honda – Honda CBR 1000RR – 1’35.6

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy