BSB: buon esordio per Joshua Brookes alla NW200

BSB: buon esordio per Joshua Brookes alla NW200

Sorprende tutti all’esordio alla North West 200

Commenta per primo!

Dal 2009 impegnato in pianta stabile nel British Superbike, Joshua Brookes quest’anno, di comune accordo con il team TAS Suzuki, ha coronato il proprio sogno: esordire nelle corse su strada tra Tourist Trophy e alla North West 200. Proprio nella grande classica del “Triangle” l’australiano ex-contendente al titolo mondiale Supersport ha debuttato ufficialmente nel Road Racing, sorprendendo tutti per la velocità espressa sin dalle prime prove. Impegnato nelle classi Superbike e Superstock con le GSX-R 1000 di Tyco Suzuki by TAS, nelle qualifiche ufficiali del martedì Josh era stato in grado di staccare il quinto riferimento cronometrico assoluto tra le Superbike e, a seguito di qualche problema e per l’avvento della pioggia, soltanto il 25esimo tra le Superstock. Nell’unica gara disputata da Brookes nella serata di giovedì, la prima riservata proprio alla Superstock, è stato autore di una proverbiale rimonta conclusa con il 7° posto assoluto, senza potersi ripetere nel “Race Day” di sabato per la pioggia battente che ha obbligato la direzione gara a cancellare il programma di attività al “Triangle”. “Onestamente sono rimasto sorpreso da me stesso per questi tempi e risultati“, spiega Joshua Brookes. “Nelle prove del martedì sono andato molto bene con la Superbike: è una moto che conosco bene, mi son dovuto soltanto preoccupare di conoscere il tracciato. ...e alla North West 200 Più difficile è stato l’apprendistato con la Superstock, una moto che, sebbene simile alla mia GSX-R, non conoscevo. Giro dopo giro ho trovato il feeling e penso di esser andato forte in gara. Partendo dal secondo gruppo l’intento era di seguire gli altri piloti, capire i loro punti di frenata e far esperienza, ma in realtà già dopo curve era davanti a tutti! Penso sia stata comunque una gran gara, è stato difficile per me esordire nelle corse su strada sul bagnato, ma i risultati ed i tempi sul giro (3° assoluto, ndr) sono di buon auspicio per il futuro. Peccato per quanto accaduto sabato, se non altro ho fatto esperienza e sono davvero felice per questo mio esordio“. Adesso per Joshua Brookes ancora qualche giorno di riposo prima di tornare in azione nell’evento che, per lui, vale una stagione: il Tourist Trophy all’Isola di Man…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy