BSB Brands Hatch Indy Gara 2: doppietta di Shane Byrne

BSB Brands Hatch Indy Gara 2: doppietta di Shane Byrne

Brookes 2° in rimonta, ma deve arrendersi a Shakey

Commenta per primo!

Archiviato il primo appuntamento stagionale del British Superbike 2014, Shane Byrne è già in fuga. Nonostante problematiche qualifiche (caduto nel “Q2” e soltanto 13° in griglia di Gara 1), “Shakey” ha monopolizzato la scena nelle due gare disputatesi sul tracciato “Indy” di Brands Hatch mettendo a segno una sensazionale doppietta che vale un primo tentativo di fuga per quanto concerne la graduatoria della “Main Season” (a punteggio pieno leader a quota 50 punti, 18 lunghezze di vantaggio rispetto a Jame Ellison) e degli addizionali “Podium Credits” (10 tondi tondi) in proiezione “Showdown”, play-off dei conclusivi tre eventi della stagione che eleggeranno il Campione 2014. Vincitore in rimonta della prima manche, il tri-Campione (2003, 2008, 2012) si è ripetuto anche in Gara 2 riuscendo a resistere a Joshua Brookes, a sua volta in gran recupero dalla terza fila complice la scivolata di Gara 1 (quando si ritrovava in testa), secondo sul traguardo e giunto davvero a ridosso della Kawasaki #67. Per “Shakey” si tratta così della 53esima (record assoluto) vittoria in carriera nel British Superbike, un’occasione mancata per Brookes, secondo e già costretto a recuperare ben 30 lunghezze da Byrne in campionato (e 7 “Podium Credits”), ma pur sempre all’esposizione della bandiera a scacchi davanti a James Ellison, nuovamente terzo all’esordio da portacolori GBmoto Kawasaki. In una contesa che ha visto a tratti ben 6 piloti in fila indiana parte integrante del gruppetto di testa c’è spazio anche per Ryuichi Kiyonari, 4° alla “prima” con Buildbase BMW dopo una “vita” trascorsa in Honda tra BSB, MotoGP, World Superbike, All Japan, Asia SuperSports e 8 ore di Suzuka, facendosi perdonare la rischiosissima “falsa partenza” di Gara 1. Joshua Brookes secondo “King Kiyo” torna così protagonista nel più competitivo campionato nazionale Superbike del pianeta tagliando il traguardo davanti a Chris Walker (5° dopo il sensazionale 2° posto di Gara 1), Stuart Easton (6° al rientro nel BSB da Campione British Supersport in carica) con Westmoreland, Linfoot, Bridewell e Wilson a completare la top-10. Gara 2 anonima invece per John Hopkins, 11° con la TAS Suzuki dopo una promettente prima manche, da segnalare l’ottima prestazione del 17enne Harry Hartley, 13° all’esordio con Halsall Kawasaki. Niente da fare invece per Jakub Smrz, scivolato alla “Druids” quando si ritrovava 7° con la 1199 Panigale R del Millsport Racing, l’unica Ducati al via del BSB 2014. Prossimo round il 3-5 maggio prossimi ad Oulton Park. Cronaca di Gara Grazie al 46″063 siglato in Gara 1 è James Ellison a scattare dalla pole affiancato in prima fila da Shane Byrne e dal compagno di squadra Chris Walker, dalla seconda Stuart Easton, Tommy Bridewell e Ryuichi Kiyonari, soltanto dalla 9° e dalla 10° casella due attesi protagonisti come John Hopkins e Joshua Brookes. Allo spegnimento del semaforo il poleman Ellison si fa sorprendere dalle PB Kawasaki di Shane Byrne e Stuart Easton, con quest’ordine in 1° e 2° posizione alla “Paddock Hill Bend” ed al termine del 1° dei 30 giri previsti con a seguire lo stesso Ellison, Walker, Bridewell, Kiyonari, Smrz, Wilson, Brookes e Cooper a completare la top-10. Mentre “Shakey” scappa via (di fatto già 1″ di vantaggio sui più diretti inseguitori), Walker forza l’attacco su Ellison alla “Paddock Hill” lanciandosi all’attacco della PBM Kawasaki #5 di Easton. Difficile passare lo scozzese Campione British Supersport in carica, riconosciuto universalmente tra i migliori “staccatori” del BSB, tutt’altra vita per Ian Hutchinson costretto al ritiro per un problema tecnico alla propria FFX Yamaha. La corsa prosegue con diverse tematiche d’interesse: alla fuga di Byrne risponde il confronto-a-tre per il secondo posto tra Easton, Walker ed Ellison, il duello per la quinta piazza tra Kiyonari e Smrz ora braccati dalle Milwaukee Yamaha di Brookes e Bridewell in gran rimonta. Si rivede Ryuichi Kiyonari (23), caduta per Smrz (96) Non ci sono grandi emozioni ad 1/3 della distanza di gara, in compenso c’è da registrare un ricompattamento del gruppo di testa: Byrne si ritrova raggiunto da Easton, Walker ed Ellison, non sono distanti nemmeno Kiyonari e Brookes, purtroppo non Jakub Smrz volato a terra alla “Druids” nel corso del 9° giro quando si ritrovava in una più che positiva 7° posizione. La contesa perde uno dei protagonisti, ma là davanti è piena bagarre per il primato: il poker di Kawasaki formato da Byrne, Easton, Walker ed Ellison è racchiuso in esattamente 366/1000 al riscontro cronometrico del traguardo, ma in gran rimonta figurano Kiyonari e Brookes a braccetto in 5° e 6° piazza con John Hopkins soltanto 11°. Si torna con le immagini al comando con ora 6 piloti di testa ed un nuovo ordine: alla “McLaren” Ellison sfila Walker per la terza posizione, al 14° giro Brookes fa lo stesso nei confronti di Kiyonari per la quinta piazza. Esattamente al giro di boa della contesa finalmente James Ellison alla “Graham Hill Bend” riesce nell’intento di passare Easton, ora deve recuperare uno svantaggio di quasi 1″ su Byrne che ha approfittato della situazione per abbozzare un nuovo tentativo di fuga. Il vice-Campione 2009 deve dare il massimo per colmare il gap, situazione diametralmente opposta per il proprio compagno di squadra Chris Walker che perde progressivamente terreno ritrovandosi ora a chiuder il plotoncino di testa dove si evidenzia Brookes ed un grandioso Kiyonari, quarto proprio a scapito dell’australiano con un deciso sorpasso alla “Paddock Hill Bend” quando siamo ormai giunti a 18 dei 30 giri previsti. I due ex-team mate in HM Plant Honda ingaggiano un bel duello con Brookes che riesce a riappropriarsi della quarta piazza nel corso del 19° giro, in compenso là davanti Ellison, decimo dopo decimo, sembra poter colmare il margine dal fuggitivo Byrne. Una tesi ribadita da un eccezionale 46″007, di fatto Ellison ha recuperato tutto lo svantaggio al 21° giro nonostante il difficoltoso doppiaggio del brasiliano Rhalf Lo Turco. Undicesimo John Hopkins L’ultimo terzo di gara prospetta così un bel duello per la vittoria tra Byrne ed Ellison, ma occhio a Brookes, terzo distanziando Kiyonari (4°), ma soprattutto il pilota più veloce in pista e più soltanto a 1″ dal duo di testa. Il ricongiungimento si registra già nel corso del 24° passaggio, il sorpasso su Ellison per la 2° posizione al 27° in piena “Paddock Hill Bend”: davanti c’è più soltanto Byrne, ma con 1/2 secondo da recuperare in soli 4 giri. L’aussie di Milwaukee Yamaha le prova tutte, ma perde qualche decimo nel problematico doppiaggio del 55enne Peter Baker alla “Druids” nel corso del 29esimo e penultimo passaggio: Josh non si perde d’anima, tira fuori il massimo, ma è costretto ad arrendersi lasciando a Shane Byrne la seconda vittoria di giornata con James Ellison terzo a completare il podio distanziando Kiyonari, Walker, Easton e Westmoreland con Hopkins 11°. MCE Insurance British Superbike Championship 2014 Brands Hatch Indy, Classifica Gara 2 01- Shane Byrne – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 30 giri in 23’17.781 02- Joshua Brookes – Milwaukee Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 0.138 03- James Ellison – Lloyds British GBmoto Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 1.785 04- Ryuichi Kiyonari – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 3.694 05- Chris Walker – Lloyds British GBmoto Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 5.376 06- Stuart Easton – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 5.724 07- James Westmoreland – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 10.826 08- Dan Linfoot – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 11.488 09- Tommy Bridewell – Milwaukee Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 11.678 10- Ben Wilson – Gearlink Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 11.908 11- John Hopkins – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 12.580 12- Martin Jessopp – RidersMotorcycles.com BMW – BMW S1000RR – + 18.952 13- Harry Hartley – Halsall Bike Gear – Kawasaki ZX-10R – + 18.986 14- Patric Muff – Bathams Prize Winning Ales – BMW S1000RR – + 19.539 15- Richard Cooper – Anvil Hire TAG Racing – Kawasaki ZX-10R – + 20.097 16- Josh Waters – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 20.670 17- Michael Rutter – Bathams Prize Winning Ales – BMW S1000RR – + 21.279 18- Lee Costello – Halsall Bike Gear – Kawasaki ZX-10R – + 21.342 19- Keith Farmer – PR Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 23.352 20- Barry Burrell – Team WD40 – Kawasaki ZX-10R – + 33.980 21- Aaron Zanotti – GGH/STEL Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 34.331 22- Peter Baker – Morello Racing – Kawasaki ZX-10R – a 1 giro 23- Jenny Tinmouth – Two Wheel Racing – Honda CBR 1000RR – a 1 giro 24- Rhalf Lo Turco – SBK City Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – a 1 giro Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy