BSB Brands Hatch Gara 3: Kawasaki e Sykes, è doppietta!

BSB Brands Hatch Gara 3: Kawasaki e Sykes, è doppietta!

Vince anche Gara 2, Kiyonari nuovo leader in classifica

di Redazione Corsedimoto

Può bastare una doppietta a salvare una stagione? Più che altro Tom Sykes ha pensato bene a salvare il proprio posto in Kawasaki per il 2011: wild card nel British Superbike a Brands Hatch, due vittorie su tre gare, respingendo gli attacchi di Ryuichi Kiyonari nelle due manche in programma nella giornata di domenica. Da 4 a 6 successi in carriera nel BSB, Sykes ha consentito alla Kawasaki di… respirare in un 2010 di transizione aspettando la nuova Ninja, da lui stessa collaudata martedì e mercoledì ad Autopolis prima di volare verso Brands Hatch. Nel tragitto ha perso il casco all’aeroporto di Parigi, si è diretto a Brands Hatch con il chiaro obiettivo di vincere e di mettere in difficoltà Paul Bird, suo “storico” team manager con il quale aveva già convissuto proprio nel BSB 2007 sotto le insegne Stobart Honda vincendo una gara.

Come per la seconda manche, il pilota britannico ha preso subito il comando delle operazione ritrovandosi con il compito di resistere su Ryuichi Kiyonari, facendo la differenza nel finale dove ha messo insieme una serie di tornate veloci senza possibilità di replica per il portacolori di casa HM Plant Honda. Doppietta e mezza-conferma in ottica 2011: la Kawasaki ha già sotto contratto Chris Vermeulen e Joan Lascorz, ma Paul Bird sicuramente si adopererà per schierare una terza moto per il suo pupillo, evitando le papabili “retrocessioni” proprio nel BSB o in Supersport.

Tornando a Brands Hatch, se è festa Kawasaki lo è in parte anche per Ryuichi Kiyonari, passato in un sol colpo in testa sia nella “regular season” complici i piazzamenti di Tommy Hill (5°) e Joshua Brookes (7°), ma anche nel computo dei Podium Credits. A proposito dello “Showdown“, già matematicamente qualificati i primi cinque in classifica: Kiyonari, Hill, Brookes, ma anche Michael Laverty (scivolato) e Michael Rutter, sul podio in Gara 3.

Resta da assegnare l’ultimo slot disponibile tra Alastair Seeley e John Laverty, separati da soli 10 punti con la coppia Swan Honda, Stuart Easton e James Ellison, tenuti in corsa soltanto dalla matematica. Combattuta la classe “Evo“, con Hudgson Kennaugh ritirato (rottura del motore della sua RSV4), ma ancora leader con 2 punticini su Steve Brogan, fermato dai commissari con una bandiera nera. La vittoria in Gara 3 è così andata al finlandese del team 777 Motorsport Pauli Pekkanen, ex-pilota ufficiale KTM nella Superstock 1000 FIM Cup e nel campionato nazionale, al primo successo nel BSB. Si tornerà in pista il 28-30 agosto a Cadwell Park, per il… salto (letterale) definitivo verso lo Showdown.

Cronaca di Gara

A seguito dei giri più veloci di Gara 2 dalla “pole” scatta Michael Laverty, affiancato in prima fila da Kiyonari, Sykes, Rutter con Hill 8° e Brookes solo 10°. L’holeshot premia questa volta Michael Laverty, ma Kiyonari si porta in testa già alla “Druids” con Sykes dietro e aggressivo per ripetere l’affermazione della seconda manche. Si chiude il primo giro con Kiyonari leader, Sykes passa 2° alla “Paddock Hill” con Laverty ora chiamato a resistere su Rutter, Kagayama, Ellison, Hill e Brookes soltanto ottavo.

Dopo due giri la gara sembra quasi riproporre l’andamento sella seconda manche, con Sykes in rimonta su Kiyonari, Laverty che apre le porte a Rutter, dietro Hill e Brookes alla ricerca di un recupero per le posizioni da podio. Se nella “Evo” Brogan lotta con Pekkanen e Kennaugh è costretto alla resa per la rottura del propulsore della sua Aprilia RSV4 Splitlath, davanti la gara si vivacizza. Quinto giro, uscita della “Clark”, Sykes in sbacchettata affianca e passa Kiyonari conquistando la leadership della corsa, ma i tempi sono similari per tutti, anche per Rutter e M.Laverty subito dietro.

Con Tommy Hill che recupera fino alla quinta posizione, Joshua Brookes dietro non si schioda dall’ottava posizione perdendo terreno in campionato. Classifica della corsa “congelata”, si va verso il rush finale con Sykes che conduce di pochi decimi su Kiyonari, dietro Rutter si fa passare da Michael Laverty perdendo terreno prezioso: problema? Sicuramente più drammatica la situazione in casa Relentless Suzuki al 14° giro: Laverty cade alla “Druids”, Seeley poco dietro alla percorrenza della “Paddock Hill”. Questo stravolge un pò la classifica con Rutter ora impensierito da Hill per il podio, nessuna differenza al comando con Sykes costretto a difendersi con le unghie e con i denti da Kiyonari.

Ritiri di vario genere e tipo, dall’ex campione della “Cup” Gary Mason a Steve Brogan fermato da una bandiera nera dai commissari, si arriva al rush finale con Tom Sykes che riesce a ripetere la tattica della seconda manche e vince con un minimo margine di vantaggio su Ryuichi Kiyonari, nuovo leader provvisorio di campionato. Un altro podio per Michael Rutter, Tommy Hill è 4° con Joshua Brookes che si fa beffare da James Ellison nella volata per la 5° posizione. Tra le “Evo” prima vittoria del finlandese Pauli Pekkanen con la Suzuki 777 Motorsport.

MCE British Superbike Championship 2010
Brands Hatch GP, Classifica Gara 3

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – 20 giri in 28’56.799
02- Ryuichi Kiyonari – HM Plant Honda – Honda CBR 1000RR – + 0.563
03- Michael Rutter – RidersMotorcycles.Com – Ducati 1098R – + 4.788
04- Tommy Hill – Worx Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 6.531
05- James Ellison – Swan Honda – Honda CBR 1000RR – + 11.804
06- Joshua Brookes – HM Plant Honda – Honda CBR 1000RR – + 11.910
07- Yukio Kagayama – Worx Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 13.927
08- Stuart Easton – Swan Honda – Honda CBR 1000RR – + 20.929
09- John Laverty – Buildbase Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 21.181
10- Simon Andrews – MSS Colchester Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 25.089
11- Ian Lowry – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 30.719
12- Tommy Bridewell – Tyco Racing – Honda CBR 1000RR – + 33.271
13- Chris Walker – Sorrymate.com SMT Honda – Honda CBR 1000RR – + 39.166
14- Peter Hickman – Ultimate Racing – Yamaha YZF R1 – + 52.013
15- Tom Tunstall – Doodson Motorsport – Honda CBR 1000RR – + 52.699
16- Adam Jenkinson – Buildbase Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 54.069
17- Pauli Pekkanen – 777 RR Motorsport – Suzuki GSX-R 1000 – + 57.158
18- Aaron Zanotti – Red Viper Spike – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’07.970
19- Gary Johnson – AIM Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’10.413
20- Peter Ward – Astro Chase SST Racing – Kawasaki ZX 10R – a 1 giro
21- Michael O’Brien – Motomob/O’Brien Hifi – Yamaha YZF R1 – a 1 giro

Alessio Piana

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy