BSB Brands Hatch Gara 2: ritorno vincente per Ellison

BSB Brands Hatch Gara 2: ritorno vincente per Ellison

Errore di Byrne nel finale, vince Ellison, a punti Baiocco

Commenta per primo!

Appuntamento con la storia rimandato per Shane Byrne. Poleman e vincitore di Gara 1, il Campione in carica si era presentato al via della seconda manche di Brands Hatch Indy, atto inaugurale del British Superbike 2013, con una missione: vincere e raggiungere a quota 43 successi il primatista “All Time” della categoria Ryuichi Kiyonari. Un obiettivo ampiamente alla portata del buon “Shakey”, sfumato per un errore al 27esimo e terz’ultimo giro della contesa quando, nel tentativo di passare James Ellison, è stato costretto alla curva “Surtees” a “rialzare” di traiettoria la propria Kawasaki Ninja ZX-10R con conseguente escursione nelle vie di fuga. Propositi ambiziosi rimandati di soli 7 giorni a Thruxton per il tri-Campione e portacolori Rapid Solicitors Kawasaki, Gara 2 da incorniciare invece per James Ellison in una “pazza” giornata di rientro nel British Superbike dopo un sofferto 2012 per ragioni meramente sportive (in difficoltà con la ART proprio del Paul Bird Motorsport in MotoGP/CRT) e personali (la tragica scomparsa del padre, suo compagno di viaggio in tutte le gare disputate in carriera). Il “runner-up” del 2009, tornato nel BSB con il team Milwaukee Yamaha (ex-Swan) di Shaun Muir, ha riscattato lo “zero” della prima manche (problema all’avvio, conseguente “ride through” per non essersi schierato in fondo alla griglia di partenza) con una vittoria legittimata con un ritmo gara sotto al 46″ sostenuto soltanto dal rivale Byrne con cui ha ingaggiato un bel duello, risoltosi soltanto per il già menzionato errore del suo più titolato collega. Grande gioia per Ellison che non vinceva nel British Superbike da Silverstone 2010, alla settima affermazione in carriera e tra i potenziali candidati al titolo insieme ad Alex Lowes, 2° con la Samsung Honda ed ora a -1 da Byrne riconfermatosi leader della classifica grazie al terzo posto finale. Quarto posto per Ryuichi Kiyonari Giù dal podio, ma a tratti in corsa per il primato, si rivede al rientro il “leggendario” Ryuichi Kiyonari, deciso a lottare per la vittoria tra pochi giorni sul velocissimo tracciato di Thruxton che dovrebbe esaltare le doti velocistiche della propria Honda Fireblade. A seguire sul traguardo hanno concluso nell’ordine Joshua Brookes (con una TAS Suzuki “mangia-gomme”) e Jon Kirkham (Buildbase BMW), con James Westmoreland stoico 9° dopo il pauroso botto di Gara 1 causato da un contatto ravvicinato tra Farmer e Linfoot, quest’ultimo finito in Ospedale per la frattura del bacino. Buone notizie invece per il nostro Matteo Baiocco, 15° ed in zona punti con una bella rimonta finale ai comandi dell’unica Ducati 1199 Panigale R al via del BSB schierata sotto le insegne del Rapido Sport Racing. Cronaca di Gara Grazie al 46″022 siglato nella prima manche James Ellison, da regolamento MSVR, scatta dalla pole con accanto in prima fila Alex Lowes, il vincitore di Gara 1 Shane Byrne e Karl Harris, non prendono il via invece Jenny Tinmouth (irrisolti problemi tecnici alla propria Honda Fireblade) e Dan Linfoot, con James Westmoreland sfortunato protagonista di un pauroso incidente al penultimo giro rimediando la frattura del bacino: ne avrà per un mese. Alle 15:46 in punto accensione e spegnimento del semaforo, non si fa trovare impreparato Shane Byrne che conquista l’hole-shot alla staccata della “Paddock Hill Bend” su Ellison, Lowes, Kiyonari (partito benissimo dalla 7° casella), Bridewell e Farmer, con quest’ordine va in archivio il primo giro con già le prime bagarre al secondo passaggio tra Kiyonari e Bridewell, ma soprattutto tra Ellison e Byrne: il primo prova ad infilarsi in un punto impossibile (la temutissima “Clark Curve”) ed incredibilmente riuscirà nell’intento di portarsi al comando all’inizio del terzo giro. Ellison, sfortunatissimo in Gara 1 (problema di accensione della propria R1, conseguente “ride through” per non essersi schierato in ultima posizione), conduce quindi la corsa seguito come un’ombra da Byrne, perdono contatto le Samsung Honda di Lowes e Kiyonari con un rimontante Brookes che sfila Bridewell per la quinta piazza. Giunti ad 1/3 di gara Ellison e Byrne sono gli unici a scendere sotto il muro del 46″, altri problemi per Tommy Bridewell costretto ad abbandonare la contesa per un problema tecnico alla propria Fireblade schierata dal Team IWR/Bathams Honda (ex-Quay Garage Racing) lasciando la sesta posizione a Chris Walker in piena bagarre con Kirkham e Harris. Da segnalare intanto il 9° posto di James Westmoreland mentre il nostro Matteo Baiocco attualmente naviga in 19esima posizione a confronto diretto con Jakub Smrz. Raggiunto e superato il giro di boa della contesa Ellison continua a far l’andatura, ma alle sue spalle oltre a Byrne si rivede Lowes, ma non Kiyonari che sembra non tenere il passo di questo scatenato terzetto di testa. Matteo Baiocco in zona punti Il “rush finale” della contesa permette ad Ellison e Byrne di allungare nei confronti di Lowes, non prima di assistere ad un clamoroso colpo di scena: 27esimo e terz’ultimo giro, “Shakey” tenta il sorpasso alla “Surtees”, ma non essendoci spazio è costretto a raddrizzare la propria Kawasaki, finire le vie di fuga e consegnare di fatto la vittoria al portacolori Milwaukee Yamaha, in trionfo al rientro nel BSB dopo una sofferta stagione vissuta in MotoGP/CRT. Vince dunque Ellison, Alex Lowes è 2°, Byrne lascia per quell’errore 4″ concludendo in ogni caso davanti a Kiyonari, Brookes, Kirkham, Walker ed uno stoico Westmoreland, a punti (1) il nostro Matteo Baiocco, quindicesimo. MCE Insurance British Superbike Championship 2013 Brands Hatch Indy, Classifica Gara 2 01- James Ellison – Milwaukee Yamaha – Yamaha YZF R1 – 30 giri in 23’07.409 02- Alex Lowes – Samsung Honda – Honda CBR 1000RR – + 1.997 03- Shane Byrne – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 5.904 04- Ryuichi Kiyonari – Samsung Honda – Honda CBR 1000RR – + 11.507 05- Joshua Brookes – Tyco Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 15.974 06- Jon Kirkham – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 21.280 07- Karl Harris – PR Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 23.038 08- Chris Walker – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 23.390 09- James Westmoreland – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 30.552 10- Keith Farmer – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 30.999 11- Robbin Harms – Doodson Motorsport – Honda CBR 1000RR – + 31.555 12- PJ Jacobsen – Tyco Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 31.654 13- Peter Hickman – Lloyds British GBmoto Racing – Honda CBR 1000RR – + 32.352 14- Josh Waters – Milwaukee Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 32.585 15- Matteo Baiocco – Rapido Sport Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 38.844 16- Howie Mainwaring – MH Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 40.080 17- Luke Quigley – MH Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 40.173 18- Jakub Smrz – Padgett’s Honda – Honda CBR 1000RR – + 40.406 19- Martin Jessopp – Riders Motorcycles – BMW S1000RR – + 40.805 20- Aaron Zanotti – Aaron Zanotti Racing – Suzuki GSX-R 1000 – a 1 giro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy