BSB Brands Hatch Gara 1: prima vittoria 2013 per Brookes

BSB Brands Hatch Gara 1: prima vittoria 2013 per Brookes

A terra Byrne, podio per Alex Lowes e Kiyonari

Commenta per primo!

Da sempre il “Big Brands Bash”, tradizionale appuntamento estivo del British Superbike sul tracciato “Grand Prix” di Brands Hatch, riserva grandi sorprese. Non ha fatto eccezione Gara 1 con il ritorno alla vittoria (la prima stagionale) di Joshua Brookes in “volata” su Alex Lowes e la clamorosa uscita di scena nel corso del tredicesimo dei diciotto giri previsti da parte del capoclassifica, Campione in carica e “Re” del circuito di Kent Shane Byrne. I tre grandi protagonisti del campionato, mattatori dei primi cinque eventi della “Main Season”, hanno rispettato appieno i pronostici della vigilia ingaggiando un acceso confronto-a-tre per il primato. Con Brookes balzato al comando dopo un sensazionale avvio, Byrne nel corso del dodicesimo giro ha tentato di ridurre ulteriormente il gap riprendendosi la seconda piazza a scapito di Alex Lowes, salvo un giro più tardi proprio alla curva intitolata all’ex iridato Formula 1 Mike Hawthorn in una spettacolare caduta risoltasi fortunatamente senza conseguenze. Fuori gioco “Shakey” al secondo “zero” stagionale dopo Gara 1 ad Oulton Park (due risultati che potrà “scartare” in proiezione Showdown), Alex Lowes ha tentato invano di sopravanzare Joshua Brookes, bravo a chiudere tutte le porte ed aggiudicarsi la prima affermazione stagionale, la dodicesima in carriera nel British Superbike, la sesta da portacolori TAS Suzuki. Un bel modo per l’aussie, da quest’anno impegnato anche nelle corse su strada con esaltanti risultati tra North West 200 e Tourist Trophy, di rilanciare le proprie quotazioni in vista dei play-off finali dove è sempre più vicina l’ammissione di Ryuichi Kiyonari, terzo in solitaria, al terzo podio stagionale guadagnando un addizionale “Podium Credit”. Nuovo podio per Alex Lowes Niente da fare invece per altri due piloti in “zona Showdown” quali James Ellison e Chris Walker, a terra alla “Graham Hill Bend” dopo un contatto spalancando le porte a James Westmoreland, quarto con la BMW S1000RR del team Hawk/Buildbase a precedere la seconda TAS Suzuki di PJ Jacobsen ed il proprio compagno di squadra Jon Kirkham. Costretto al ritiro per un problema tecnico alla propria Ducati 1199 Panigale R invece il nostro Matteo Baiocco, subito fuori gioco nelle fasi iniziali della contesa. Cronaca di Gara Allo spegnimento del semaforo grande spunto dalla pole di Shane Byrne, autore dell’hole-shot alla staccata della “Paddock Hill Bend” su Alex Lowes e Ryuichi Kiyonari (scattato dalla seconda fila), Joshua Brookes, Chris Walker, James Westmoreland, via via tutti gli altri senza cadute e/o contatti. Subito alla “Graham Hill” Lowes attacca Byrne, ma questi risponde in uscita: nuovo tentativo alla “Surtees”, questa volta con “missione compiuta” da parte del talentuoso pilota di Lincoln. Ben presto va così in archivio il primo dei 18 giri previsti con Lowes in testa su Byrne, Brookes passa alla “Westfield Bend” Kiyonari per la terza piazza, a seguire e già un filo staccato Chris Walker. Brookes è davvero lanciatissimo in questa prima fase di gara, si ritrova alla celebre “Clark Curve” in grado di passare Byrne e puntare il mirino nei confronti della Fireblade #22 di testa. Niente da fare (ahinoi) invece per il nostro Matteo Baiocco, costretto alla resa per un problema tecnico alla propria Ducati 1199 Panigale R. La corsa prosegue e finalmente al quarto giro Brookes riesce nell’intento di sopravanzare Lowes, prova in un lampo a dar vita ad uno “strattone” per la fuga, ma è un proposito utopistico con il poker di testa racchiuso in un fazzoletto. Da questo quartetto si stacca a 1/3 di gara Kiyonari, tutt’altra vita per il compagno di squadra in Samsung Honda Lowes che ingaggia un bel duello con Byrne mentre Brookes continua a far l’andatura. Con un trio in fuga, Kiyonari quarto in solitaria, per la quinta piazza vi è un poker di inseguitori formato da Westmoreland, Jacobsen più Chris Walker e James Ellison: proprio quest’ultimi due giungono al contatto alla “Graham Hill Bend” nel corso del settimo passaggio per un contatto innescato da una manovra al limite del portacolori Milwaukee Yamaha il quale prontamente si scusa con un arrabbiatissimo “Stalker”. Terzo Ryuichi Kiyonari Due protagonisti in meno, accesa bagarre là davanti con Lowes che sorprende Byrne all’undicesimo giro in piena “Surtees” riguadagnando la seconda piazza. “Shakey” non ci sta ed in due giri diventa protagonista in positivo ed in negativo della contesa: al dodicesimo passaggio alla “Hawthorn” si riprende la posizione, ma alla tornata seguente nel medesimo punto perde l’anteriore della propria Ninja ZX-10R ritrovandosi a terra con annesso ruzzolone nelle vie di fuga. Clamoroso colpo di scena, porte così spalancate per Lowes che le prova tutte su Brookes, ma questi resiste e si aggiudica la prima affermazione stagione con Kiyonari terzo a completare il podio. MCE Insurance British Superbike Championship 2013 Brands Hatch GP, Classifica Gara 1 01- Joshua Brookes – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – 18 giri in 26’10.095 02- Alex Lowes – Samsung Honda – Honda CBR 1000RR – + 0.243 03- Ryuichi Kiyonari – Samsung Honda – Honda CBR 1000RR – + 8.268 04- James Westmoreland – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 13.964 05- PJ Jacobsen – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 18.343 06- Jon Kirkham – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 20.469 07- Dan Linfoot – Lloyds British GBmoto Racing – Honda CBR 1000RR – + 24.515 08- Keith Farmer – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 25.427 09- Howie Mainwaring – MH Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 25.528 10- Michael Rutter – Bathams Honda – Honda CBR 1000RR – + 26.176 11- Jakub Smrz – Padgett’s Honda – Honda CBR 1000RR – + 26.410 12- Lee Costello – Halsall Racing – Kawasaki ZX-10R – + 28.531 13- Peter Hickman – Lloyds British GBmoto Racing – Honda CBR 1000RR – + 31.114 14- Josh Waters – Milwaukee Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 31.301 15- Karl Harris – PR Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 41.899 16- Martin Jessopp – Riders Motorcycles – BMW S1000RR – + 48.199 17- Aaron Zanotti – STEL Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 48.384 18- Jenny Tinmouth – Two Wheel Racing – Honda CBR 1000RR – + 1’08.583

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy