BSB: a Brands Hatch Indy il primo round della stagione 2013

BSB: a Brands Hatch Indy il primo round della stagione 2013

Byrne e Kiyonari puntano al poker, Baiocco in pista

Il più competitivo campionato nazionale Superbike del pianeta. Questo fine settimana a Brands Hatch Indy, tracciato di poco meno di 2 kilometri “porzione” del celebre impianto “Grand Prix”, scatta la stagione 2013 del British Superbike, la sesta sotto la gestione del promoter MSVR di Jonathan Palmer, la quarta di attività con il (riuscito) “format” dello Showdown (play-off dei tre conclusivi eventi del calendario riservati ai migliori 6 piloti della “Main Season”), la seconda consecutiva all’insegna della rivoluzione regolamentare voluta da MSVR e MCRCB nell’agosto 2011. Centralina unica MoTeC, vietati tutti gli aiuti elettronici quali controllo di trazione, launch control e anti-wheelie, limitata preparazione dei propulsori rispettando le normative “Evo” introdotte nel 2010: questi gli elementi che hanno reso questa “rivoluzione” riuscita, confermando il British Superbike quale campionato nazionale più seguito del pianeta con una media di 25.000 spettatori ad eventi e la diretta televisiva garantita, non solo nel Regno Unito, da Eurosport. Un campionato dall’alto tasso di spettacolarità, riferimento per altre serie nazionali ed internazionali, ma che lo scorso inverno sembra aver accusato, seppur soltanto in parte, la crisi economica globale e del settore con l’uscita di scena di diverse squadre da anni protagoniste della categoria: dal Team WFR al MSS Colchester Kawasaki, passando per il nostro Supersonic Racing Team (tornato nel CIV), Splitlath Redmond ed, ancor prima, il pluri-decorato Rob Mac Racing dell’ex campione BSB Rob McElnea. Un campanello d’allarme per il promoter MSVR, sebbene a prima vista il British Superbike non sembra più di tanto subire la crisi con uno schieramento di 26 piloti (25 iscritti a tutto il campionato più Jakub Smrz, con Padgett’s Honda alla ricerca di chiudere il budget per la stagione) rispetto al numero massimo di 32 partenti definito nel 2012 con la normativa dei “BSB Elite Teams”. Con una simile griglia di partenza non mancheranno certamente gli spunti d’interesse in un campionato articolato su 12 eventi (26 gare) da aprile ad ottobre su alcuni dei tracciati più rinomati ed adrenalinici della Terra d’Albione: da Brands Hatch a Cadwell Park passando per Donington, Oulton Park, Snetterton, Thruxton, Silverstone più due tappe al di fuori dell’Inghilterra quali Knockhill (Scozia) e la riconferma per il secondo anno consecutivo di Assen, primo storico evento Oltremanica della categoria. Shane Byrne Vs Ryuichi Kiyonari: “The War for Four” Tra le principali tematiche d’interesse della stagione 2013 non può che esserci la “War for Four” tra i due piloti più vittoriosi di sempre del BSB: Shane Byrne, Campione in carica con Kawasaki PBM, ed il rientrante Ryuichi Kiyonari, entrambi tri-Campioni (2003, 2008 e 2012 “Shakey”, 2006, 2007 e 2010 “King Kiyo”), recordmen in materia di vittoria conseguite con 43 successi (su 147 gare disputate, esattamente il 27 %) per Kiyonari, 41 su 219 presenze (19 %) per Byrne. Ryuichi Kiyonari "leggenda" del BSB Compagni di squadra al team HM Plant Honda nella stagione 2011, “Shakey” e “Kiyo” si presenteranno con i favori del pronostico con un leggera preferenza per il primo, al secondo anno consecutivo con la Kawasaki Ninja ZX-10R del Paul Bird Motorsport (la stessa formazione con cui si laureò campione nel 2003 sotto le insegne di Monstermob Ducati), deciso a ritoccare i primati del BSB tanto da rifiutare l’offerta sempre di PBM per correre in MotoGP/CRT. Byrne, tuttavia, dovrà vedersela con un Ryuichi Kiyonari che sembra esser tornato.. “King Kiyo”: competitivo nei test pre-campionato, nuovamente a suo agio in sella alla Fireblade del team Samsung Honda (ex-HM Plant). Alex Lowes e Joshua Brookes candidati al titolo Tanto Byrne quanto Kiyonari dovranno tuttavia vedersela in questa stagione da altri due legittimi pretendenti al titolo, con tutte le credenziali per presentarsi nelle migliori condizioni possibili per lo Showdown che avrà luogo da Assen in avanti. Ad un soffio da questo traguardo nell’ultimo triennio, Joshua Brookes, dal 2009 nel BSB e dal 2011 con TAS Suzuki, spera che questa sia la stagione giusta per riportare la casa di Hamamatsu al titolo, pur dovendosi (per propria scelta e desiderio) alternare a 2013 in corso tra BSB e Road Racing con l’esordio in gara alla North West 200 e Tourist Trophy. Potrà invece concentrarsi esclusivamente sul programma British Superbike invece Alex Lowes, tra i grandi protagonisti del 2012 con il Team WFR Honda tanto da guadagnarsi la Fireblade “ufficiale” del team Samsung Honda. Trascorsi nel Mondiale Superbike (due round con Castrol Honda Ten Kate nel 2011) e Superstock 1000 FIM Cup, il giovane pilota di Lincoln ha chiuso il 2012 in crescendo e, per talento e “manetta”, non può che rientrare tra i candidati al titolo. Tanti cambi di casacca Punteranno al vertice una vasta schiera di potenziali “outsiders”, la maggior parte dei quali artefici di un cambio di “casacca” rispetto al 2012. Questo il caso di Tommy Bridewell, tra i sei eletti dello “Showdown” con la BMW del Supersonic Racing Team, oggi in Bathams Honda (ex-Quay Garage Racing) accanto a Michael Rutter, infortunatosi nei test pre-campionato a Mireval con Honda TT Legends (sarà impegnato anche nel Mondiale Endurance, Tourist Trophy e North West 200), ma confermato al via di Brands Hatch dove raggiungerà quota 398 presenze nel BSB. Puntano in alto anche i due alfieri di Milwaukee Yamaha (ex-Swan), chiamati a sostituire Noriyuki Haga ed il Campione 2011 Tommy Hill che ha deciso di prendersi un anno sabbatico: si tratta del rientrante James Ellison (“runner up” nel 2009 con GSE Yamaha) e Josh Waters, due volte Campione australiano Superbike ed in evidenza nelle ultime edizioni della 8 ore di Suzuka con Yoshimura. Accanto a Byrne e Brookes i team Kawasaki PBM e TAS Suzuki hanno invece deciso di seguire la “linea verde” ingaggiando rispettivamente Keith Farmer (Campione Superstock 600 nel 2011, lo scorso anno in trionfo nella STK1000) e PJ Jacobsen, talentuoso americano vincitore lo scorso anno di diverse gare tra Supersport e Superstock 1000 proprio con Tyco Suzuki. Da segnalare l’ambizioso programma di GBmoto Racing con Peter Hickman e Dan Linfoot, il rinnovamento del team Hawk/Buildbase BMW con Jon Kirkham e James Westmoreland e la presenza in gara a Brands Hatch di Jakub Smrz, rimasto senza una moto a seguito della chiusura di Splitlath Redmond, insieme a Padgett’s Honda in cerca di chiuder il budget per affrontare tutta la stagione 2013. Matteo Baiocco unico italiano del BSBMatteo Baiocco unico pilota italiano al via Se nel 2012 due erano stati gli italiani ai nastri di partenza del British Superbike (Luca Scassa e Alex Polita), quest’anno il tricolore sarà egregiamente difeso da Matteo Baiocco, collaudatore ufficiale Ducati Corse e bi-Campione CIV Superbike in carica, al via con la 1199 Panigale R del Rapido Sport Racing, compagine nata dalla comunione di intenti tra Moto Rapido ed il Millsport Racing. “Baiox”, impegnatissimo nelle ultime settimane tra BSB ed i test della 1199 Panigale F13 del Mondiale tra Imola ed Aragon, ha ben figurato nelle prove di Donington, Brands Hatch e Snetterton con convincenti responsi specie sull’asfalto bagnato dalla pioggia, di buon auspicio per un 2013 che rappresenterà la prova del nove per l’impegno di Ducati Corse e Ducati UK nel British Superbike con una Panigale (oggettivamente) penalizzata dal regolamento vigente MSVR. Si comincia questo fine settimana Matteo Baiocco e gli altri 25 piloti iscritti scenderanno in pista venerdì mattina per le prime prove libere sul tracciato Brands Hatch Indy, sabato dalle 14:45 le qualifiche ufficiali, domenica alle 12:45 e 15:45 locali, rispettivamente le 13:45 e 16:45 italiane, le due gare in programma da disputarsi sulla distanza di 30 giri. MCE Insurance British Superbike Championship 2013 L’elenco iscritti del 1° round a Brands Hatch Indy 2- Joshua Brookes – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 4- Dan Linfoot – Lloyds British GBmoto Racing – Honda CBR 1000RR 9- Chris Walker – Quattro Plant Bournemouth Kawasaki – Kawasaki ZX-10R 10- Jon Kirkham – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR 11- Michael Rutter – Bathams Honda – Honda CBR 1000RR 15- Matteo Baiocco – Rapido Sport Racing – Ducati 1199 Panigale R 20- Jenny Tinmouth – Two Wheel Racing – Honda CBR 1000RR 21- Josh Waters – Milwaukee Yamaha – Yamaha YZF R1 22- Alex Lowes – Samsung Honda – Honda CBR 1000RR 23- Ryuichi Kiyonari – Samsung Honda – Honda CBR 1000RR 27- James Westmoreland – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR 39- Lee Costello – Halsall Racing – Kawasaki ZX-10R 40- Martin Jessopp – Riders Motorcycles – BMW S1000RR 43- Howie Mainwaring – MH Kawasaki – Kawasaki ZX-10R 46- Tommy Bridewell – Bathams Honda – Honda CBR 1000RR 51- Luke Quigley – MH Kawasaki – Kawasaki ZX-10R 60- Peter Hickman – Lloyds British GBmoto Racing – Honda CBR 1000RR 64- Aaron Zanotti – Aaron Zanotti Racing – Suzuki GSX-R 1000 67- Shane Byrne – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R 68- Karl Harris – PR Racing – Kawasaki ZX-10R 77- James Ellison – Milwaukee Yamaha – Yamaha YZF R1 83- Danny Buchan – Quattro Plant Bournemouth Kawasaki – Kawasaki ZX-10R 96- Jakub Smrz – Padgett’s Honda – Honda CBR 1000RR 99- PJ Jacobsen – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 127- Robbin Harms – Doodson Motorsport – Honda CBR 1000RR 303- Keith Farmer – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R Il Calendario 2013 07/04: Brands Hatch Indy 14/04: Thruxton 06/05: Oulton Park 16/06: Knockhill 07/07: Snetterton 300 21/07: Brands Hatch GP 11/08: Oulton Park (3 gare) 26/08: Cadwell Park 08/09: Donington Park 22/09: Assen 06/10: Silverstone 20/10: Brands Hatch GP (3 gare) L’albo d’oro (dal 1996 classe Superbike) 1988: Darren Dixon (Suzuki RG500) TT F1 1989: Brian Morrison (Honda RC30) TT F1/Superbike Supercup 1990: Terry Rymer (Yamaha OW01) TT F1 1991: Rob McElnea (Yamaha OW01) TT F1 1992: John Reynolds (Kawasaki ZXR750R) TT Superbike Supercup 1993: James Whitham (Yamaha YZF750 SP) TT Superbike Supercup 1994: Ian Simpson (Norton RFI 588) TT Superbike Supercup 1995: Steve Hislop (Ducati 916) TT Superbike Supercup 1996: Niall Mackenzie (Yamaha YZF750) 1997: Niall Mackenzie (Yamaha YZF750) 1998: Niall Mackenzie (Yamaha YZF750) 1999: Troy Bayliss (Ducati 996) 2000: Neil Hodgson (Ducati 996) 2001: John Reynolds (Ducati 996) 2002: Steve Hislop (Ducati 998) 2003: Shane Byrne (Ducati 998) 2004: John Reynolds (Suzuki GSX-R 1000) 2005: Gregorio Lavilla (Ducati 999) 2006: Ryuichi Kiyonari (Honda CBR 1000RR) 2007: Ryuichi Kiyonari (Honda CBR 1000RR) 2008: Shane Byrne (Ducati 1098R) 2009: Leon Camier (Yamaha YZF R1) 2010: Ryuichi Kiyonari (Honda CBR 1000RR) 2011: Tommy Hill (Yamaha YZF R1) 2012: Shane Byrne (Kawasaki ZX-10R)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy