BSB: un British Superbike più “giovane”, 29 anni l’età media

BSB: un British Superbike più “giovane”, 29 anni l’età media

Scende a 29 anni l’età media dei piloti al via del BSB British Superbike 2018 con diversi “giovani leoni” al via: 11 su 28 sono nati negli anni ’90.

di Alessio Piana, @alessiopiana130
Lo schieramento del Bennetts BSB 2018

Il BSB British Superbike campionato “dei pensionati“, dei “vecchietti” e via discorrendo? Un luogo comune da sfatare. Con i fatti ed elementi oggettivi, oltretutto. Ai nastri di partenza della stagione 2018, prossima al via a Donington Park in data 2 aprile, l’età media dei 28 piloti iscritti a tempo pieno al campionato è scesa rispetto al recente passato.

Nonostante la presenza di veterani della serie come il 6 volte Campione Shane Byrne (41 anni), James Ellison (37) o Michael Laverty (36), l’età media è ora di 29 anni, non distante dal medesimo dato del mondiale di categoria (28.05).

Un dato reso possibile dall’apporto di ben 7 rookie, ma soprattutto con la partecipazione complessiva di 11 dei 28 piloti iscritti al campionato nati negli anni ’90: Jake Dixon, Glenn Irwin, Luke Mossey, i fratelli Taylor e Tarran Mackenzie, Danny Buchan, Mason Law, Carl Phillips, Shaun Winfield fino ai giovanissimi Bradley Ray (classe 1997, rivelazione del 2017 con Buildbase Suzuki) e Kyle Ryde, altro classe 1997 passato dal Mondiale Supersport al BSB.

Corsedimoto.com porta il British Superbike in diretta TV per la prima volta in Italia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy