BSB Thruxton Gara 2: Byrne fuori, vince Michael Laverty

BSB Thruxton Gara 2: Byrne fuori, vince Michael Laverty

Un problema tecnico costringe Shane Byrne alla resa, Michael Laverty ringrazia e torna alla vittoria, sul podio Jason O’Halloran ed uno strepitoso Glenn Irwin.

Il British Superbike non manca mai di offrire sorprese. A dispetto di un copione apparentemente già scritto, Gara 2 al Thruxton Race Circuit riserva un clamoroso colpo di scena: lo ‘zero‘ subito da Shane Byrne, costretto alla resa nelle battute iniziali della corsa apparentemente per un problema ai leveraggi del cambio (o alla leva stessa) della sua Ducati Panigale R. Effettivo mattatore del fine settimana ritrovandosi al comando di tutti, ma proprio tutti, i turni di prove e qualifiche con annesso primato della pista a 185 km/h di media e la vittoria in Gara 1, ‘Shakey‘ suo malgrado nel corso del secondo dei diciotto giri previsti ha riscontrato questo inconveniente che lo ha costretto dapprima a rientrare ai box per poi, da lì a poco, vedersi costretto al ritiro. Una battuta d’arresto che pregiudica all’alfiere PBM Ducati la possibilità di concretizzare un weekend semplicemente perfetto, ma in tutto questo ne beneficia lo spettacolo: senza più il Byrne dominatore/mattatore, torna sul gradino più alto del podio Michael Laverty, di testa ed esperienza bravo a gestire gli pneumatici sulla distanza a scapito di Jason O’Halloran (2°) ed uno scatenato Glenn Irwin, terzo in rimonta conquistando il primo podio in carriera nel BSB con la seconda Panigale R iscritta da Be Wiser Ducati.

Per ‘M-Lav‘, nonostante si sia trovato davanti a sé strada libera dopo il ritiro di Byrne (al secondo giro già con 1″ di vantaggio…), non è stato affatto facile mettere a segno la seconda affermazione stagionale dopo Gara 1 a Silverstone, la personale decima in carriera nel British Superbike. Nelle prime fasi di una corsa accorciata nella distanza a 18 tornate (conseguenza di qualche goccia di pioggia che ha posticipato la partenza), l’alfiere Tyco BMW by TAS ha dovuto resistere ad un’agguerrita concorrenza di ben 7 piloti alle sue spalle, combattivi nel tentativo di sopravanzare la BMW S1000RR #7, ma non altrettanto lungimiranti nella gestione della Pirelli SC0, la specifica di mescola più morbida a disposizione. Nel prosieguo della corsa ne hanno fatto le spese Leon Haslam (quinto ed al ralentì nel finale) e nuovamente Dan Linfoot (a lungo 4° ed il più veloce in pista, 9° sul traguardo) con il solo Jason O’Halloran parso seria minaccia di uno dei tre fratelli Laverty da corsa.

Soltanto nel finale l’ex Campione del British Supersport con trascorsi in MotoGP (con la PBM-01 e da collaudatore Aprilia) è riuscito a distanziare l’australiano della Honda, centrando una preziosissima vittoria che rilancia le sue quotazioni in campionato. Complice lo ‘zero’ accusato in Gara 2 ora Byrne comanda la graduatoria della Main Season a quota 181 punti, ma con sole 15 lunghezze su Leon Haslam, 35 su O’Halloran con Laverty balzato al quarto posto a -46 seguito nel novero dei piloti attualmente in piena “Showdown zone” da Dan Linfoot (5° a -63) e James Ellison (-73). A completare il podio si è distinto eccome in positivo un fantastico Glenn Irwin, rivelazione lo scorso anno del British Supersport e nelle varie comparsate nelle Road Races, da rookie 3° beffando nel finale Luke Mossey (quarto e nuovamente miglior pilota Kawasaki) ed il trio GBmoto formato nell’ordine da Leon Haslam, Peter Hickman e James Ellison.

Primo podio in carriera nel BSB per Glenn Irwin (Be Wiser Ducati)
Primo podio in carriera nel BSB per Glenn Irwin (Be Wiser Ducati)

Irwin festeggia il primo podio in carriera nel BSB al culmine di una rimonta dall’ottava casella (ed in Gara 1 scattava dalla 24esima posizione!), niente da fare invece per un combattivo Tommy Bridewell che conclude 8° a precedere il già menzionato Dan Linfoot, Lee Jackson con Ryuichi Kiyonari undicesimo dopo la spaziale Gara 1, Christian Iddon dodicesimo preceduto da Jakub Smrz mentre Josh Hook con il quattordicesimo posto conquista i primi due punticini nel BSB con la Kawasaki ZX-10R del Team WD-40 GR MotoSport. Se il nostro Vittorio Iannuzzo (Gearlink Kawasaki) non distante dal recordman della North West 200 Alastair Seeley ha concluso 23° davanti a Wainwright e Winfield, non hanno preso il via di Gara 2 Jenny Tinmouth (moto KO dopo il botto della prima manche) e, precauzionalmente, Stuart Easton, a sua volta per lo spaventoso volo di Gara 1. Per il British Superbike prossima tappa dal 5 al 7 agosto a Brands Hatch, circuito Grand Prix per il tradizionale ‘Big Brands Bash‘ in piena estate.

MCE Insurance British Superbike Championship 2016
Thruxton Race Circuit
Classifica Gara 2

01- Michael Laverty – Tyco BMW – BMW S1000RR – 18 giri
02- Jason O’Halloran – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – + 3.265
03- Glenn Irwin – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale R – + 3.810
04- Luke Mossey – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 6.765
05- Leon Haslam – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 6.851
06- Peter Hickman – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 7.383
07- James Ellison – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 7.551
08- Tommy Bridewell – Bennetts Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 9.767
09- Dan Linfoot – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – + 12.266
10- Lee Jackson – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 12.357
11- Ryuichi Kiyonari – Bennetts Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 16.233
12- Jakub Smrz – Smiths Racing – BMW S1000RR – + 16.923
13- Christian Iddon – Tyco BMW – BMW S1000RR – + 16.961
14- Josh Hook – Team WD-40 Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 17.213
15- Martin Jessopp – Riders Motorcycles BMW – BMW S1000RR – + 19.877
16- Jake Dixon – Briggs Equipment BMW – BMW S1000RR – + 20.409
17- Luke Stapleford – Smiths Racing – BMW S1000RR – + 27.498
18- Filip Backlund – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 28.000
19- Billy McConnell – FS-3 Racing – Kawasaki ZX-10R – + 30.142
20- Aaron Zanotti – Platform Hire Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 35.352
21- James Rispoli – Anvil Hire TAG Racing – Yamaha YZF R1 – + 36.842
22- Alastair Seeley – Royal Air Force BMW – BMW S1000RR – + 39.185
23- Vittorio Iannuzzo – Gearlink Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 42.687
24- Josh Wainwright – Lloyd & Jones PR Racing – BMW S1000RR – + 43.308
25- Shaun Winfield – Anvil Hire TAG Racing – Yamaha YZF R1 – + 54.667

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy